giovedì 30 ottobre 2008

Metodo di Studio Universitario



Ho letto questo articolo e mi ha incuriosito!

Gestione & Studi S.p.A organizza, nella splendida cornice dell'Università Di Pisa il prossimo 22 Novembre , la prima giornata di studio su: Quello che a scuola non dicono.

Manca il metodo di studio…..
È una frase che i genitori si sentono ripetere spesso ai colloqui con gli insegnanti.

Alcune volte però forse neppure gli insegnanti sanno indicare qual è il miglior metodo di studio. In realtà con questa frase spesso si vuol dire che il ragazzo non studia a sufficienza… Eppure è vero che un buon metodo di studio è fondamentale, e acquisirlo porta a raggiungere migliori risultati e a semplificare il lavoro.
C'è tutta una parte della psicologia che si dedica all'apprendimento: imparare ad imparare!I metodi e i 'trucchi' per apprendere sono molti. Basterà citare il caso dei numeri telefonici: dirli (o ricordarli) cifra per cifra è un'impresa eroica, dividerli in gruppi coerenti di cifre facilita sia l'apprendimento che la memoria.

Anzitutto valorizzare la memoria. Platone diceva: 'conoscere significa ricordare'. La memoria nel periodo scolare è formidabile: quindi deve essere usata. È uno strumento fondamentale quanto il ragionamento.

Non date retta a chi dice: studiare a memoria non serve. Errore clamoroso!… Vedi la scuola italiana di oggi…Leggere una prima volta il capitolo o l'argomento da studiare, per cercare di capirne il senso generale. Farsi cioè l'idea di che cosa si ha davanti, e riassumerlo con poche parole (o mentalmente o a voce). Questo serve per orientarsi sulla questione e per coglierne subito gli aspetti più significativi. Ripetere poi la lettura, dividendo l'argomento in parti (tre o quattro parti, oppure una pagina per volta), ma ogni parte con significato concluso. La mente trattiene solo le cose che hanno una logica interna e dimentica le altre.

Quante volte leggere? Fino a quando ogni parte non è stata compresa (una volta non basta!)A questo punto, fare una mappa mentale scritta, delle cose apprese. Tre o quattro punti essenziali collegati tra di loro, di modo che, detto il primo, ne consegua il secondo, quindi il terzo…Annotare le parole-chiave, cioè le parole più importanti dell'argomento, e imprimerle bene nella mente tramite la mappa mentale. Sono le boe per non perdersi quando si viene interrogati.

In queste parole-chiave, se la materia è storia, ci devono essere i nomi dei personaggi e le date più importanti, ma sarebbe inutile se non ci fosse il filo logico della Mappa. A questo punto si ripete l'argomento così strutturato. Verrà fuori un breve ragionamento articolato, che però è l'ossatura di tutto il discorso che verrà fatto quando si è interrogati.

Tenere fermo questo schema, specialmente nei passaggi tra un punto e l'altro; provare poi eventualmente a farci qualche riflessione personale, e/o aggiungere particolari, che sicuramente la memoria del giovane sentirà affiorare durante l'esposizione. Importante lo schema strutturato logicamente: una cosa dopo l'altra e concatenata. Gli antichi diceva: "Rem tene, verba sequentur": se possiedi l'argomento, le parole verranno da sé.

Tra lo studio di un argomento e l'altro, o tra una materia e l'altra, occorre fare una breve pausa; è bene distrarsi un po' (cinque o dieci minuti). In questo modo si dà il tempo alla memoria a breve termine di consolidarsi, e si evitano le interferenze retroattive.Le interferenze retroattive cancellano, con lo studio dei nuovi argomenti, quelli passati; se la memoria non si è consolidata, i nuovi argomenti interferiscono negativamente all'indietro, cancellando quelli che sono stati appresi poco prima.

Nota questo:Tutto quello che abbiamo detto non vale ovviamente per studenti come Pico della Mirandola, che quando aveva letto un libro lo ripeteva a memoria; o come Pascal, che, partendo dai primi postulati di Euclide, senza bisogno di maestri, scrisse a 16 anni un trattato sulle sezioni coniche; o Mozart, che all'età di 14 anni, udito due volte a Roma nella Cappella Sistina il Miserere a nove voci di Gregorio Allegri, ne trascrisse a memoria interamente la partitura.

Ma allora come è possibile tutto ciò!Come è possibile che questi signori abbiano fatto questo. Eppure siamo tutti eguali ed unici al tempo stesso. La differenza le fanno le credenze, le convinzioni che abbiamo su noi stessi. Il corso che tengo sul metodo di studio si basa su questi aspetti. Anche tu se vuoi puoi eccellere devi solo convincerti di poterlo fare ed uscire dal retaggio e dal condizionamento mentale che questa società e questa scuola ci offre.

Prenota il tuo posto al corso che si terrà all'Università di Pisa presso il Dipartimento di Informatica.
http://www.gestionestudi.it/


Che tu creda di farcela o di non farcela hai comunque ragione! Citazione di H.Ford.

http://www.corsincitta.it/corsi/corso_quello_che_a_scuola_non_dicono_a_pisa__1227237151.asp

--
Postato da Antonio Bellucci su Nuovo CorrieredelWeb

Seminario sull'etichettatura dei prodotti non alimentari

Seminario 10 novembre ore 14,30

L'etichettatura dei prodotti NON alimentari


Dopo aver pubblicato negli anni scorsi nell'ambito della collana "Unione Europea - istruzioni per l'uso" le guide sull'etichettatura dei prodotti alimentari (2006) e dei vini (2007), la Camera di commercio di Torino e Unioncamere Piemonte, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Merceologiche dell'Università degli Studi di Torino, hanno dedicato una guida pratica all'etichettatura dei prodotti non alimentari, con l'obiettivo di informare le imprese piemontesi sugli obblighi normativi europei e nazionali in materia.

La Guida sarà presentata e distribuita ai partecipanti durante un seminario il giorno lunedì 10 Novembre 2008 presso la sede della Camera di commercio, nel corso del quale gli autori illustreranno il contenuto della pubblicazione ai partecipanti, fornendo informazioni sia su tematiche a carattere "orizzontale", quali ad esempio gli obblighi generali di informazione da inserire in etichetta, il codice a barre, le etichette ambientali, sia su alcuni settori specifici di particolare richiamo.

Il programma del seminario prevede dei seguenti punti:

  • Introduzione: l'etichetta come "venditore silenzioso"
  • Analisi delle tematiche "orizzontali": il codice a barre e l'etichettatura elettronica, l'etichettatura per la gestione post consumo degli imballaggi, l'etichettatura ambientale
  • Analisi dell'etichettatura di alcuni prodotti (l'etichettatura ambientale, la certificazione energetica per gli elettrodomestici, il settore legno-arredo)

Ampio spazio sarà dedicato a quesiti pratici delle imprese.

Il seminario è gratuito. La partecipazione è aperta a tutti gli operatori interessati previa iscrizione.

Per informazioni contattare Scaletti Mara - Servizio Promozione delle Imprese e Sviluppo del Territorio - mail: sportello.europa@vb.camcom.it - tel 0323/912803.

martedì 28 ottobre 2008

ACMA-UPC: MASTER ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO - START 2009

MASTER E CORSI DI FORMAZIONE CONTINUA

ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO UPC / ACMA MILANO 2008-2009


Il Master in Architettura del Paesaggio e i Corsi di Formazione Continua organizzati a Milano da ACMA e UPC, svolti a partire dal 1983 a Barcellona dall'Universitat Politécnica de Catalunya, sono tra i più riconosciuti e autorevoli programmi formativi europei del settore. Il titolo è riconosciuto dalla EFLA. La finalità del master di secondo livello (1500 ore di cui 750 frontali) consiste nel raggiungere la formazione standard europea per architetti del paesaggio secondo i parametri indicati dall'associazione al fine di omologare e certificare le attività professionali del settore nell'ambito UE. La frequenza dei singoli moduli (workshop di progettazione, seminari teorici, viaggi, incontri, itinerari, ecc.) comporta il rilascio di diplomi post-laurea della UPC di Barcellona, spendibili anche all'interno del percorso del master. La formula attualmente prevista per l'iscrizione al Master consiste nell'"iscrizione aperta", cioè la frequenza separata dei singoli moduli (di 50 ore o multipli) nell'arco di più anni accademici. Il corpo docenti è strettamente selezionato tra gli esponenti delle più significative esperienze internazionali.

Direzione Jordi Bellmunt (Barcellona), Joao Nunes (Lisbona), Antonio Angelillo (Milano).


Per informazioni:

ACMA Centro di Architettura

via Antonio Grossich 16, 20131 Milano

Tel. +39 02.70639293 Fax.+39 02. 70639761

giovedì 23 ottobre 2008

85MILA POSTI DI LAVORO DAGLI STADI DEL FUTURO

OLTRE 85MILA POSTI DI LAVORO DAGLI STADI DEL FUTURO

Entro il 2016 i 6 miliardi di investimento stimato per la costruzione e gestione degli impianti sportivi di terza generazione in Italia genereranno almeno 85mila posti di lavoro. Se ne parlerà venerdì 24 Ottobre a San Siro nella presentazione del Master in Organizzazione dello Sport e dello Spettacolo Sportivo (MOSS) organizzato da StageUp Sport & Leisure Business e dall'Università degli Studi di Parma.

Saranno almeno 85mila i posti di lavoro generati in Italia dai 6 miliardi di euro di investimento stimato entro il 2016 per la costruzione e gestione dei nuovi impianti polifunzionali di terza generazione. Lo afferma l'analisi della società di consulenza StageUp Sport & Leisure Business che sarà commentata venerdì 24 ottobre presso San Siro (ingresso 8 - sala interviste) alle ore 16, durante la presentazione del Master in Organizzazione dello Sport e dello Spettacolo Sportivo (MOSS) e del suo Comitato Scientifico di cui fanno parte il premio Nobel Dario Fo, l'allenatore della Nazionale di pallavolo maschile Andrea Anastasi, quello della Nazionale femminile Massimo Barbolini, il CT della Nazionale di pallacanestro Carlo Recalcati, l'olimpionico del nuoto Massimiliano Rosolino, l'ex CT della Nazionale di calcio Arrigo Sacchi, l'architetto Mario Antonio Arnaboldi, il professor Luigi Allegri dell'Università di Parma e il presidente di StageUp Giovanni Palazzi

Nell'occasione si parlerà dello stato dell'arte degli stadi e, più in generale, delle nuove prospettive di sviluppo dell'impiantistica sportiva italiana e della necessità di abbinare in essa sport e spettacolo.

Cos' è il MOSS (www.mastermoss.it)

Il Master in Organizzazione dello Sport e dello Spettacolo Sportivo è un Master universitario di primo livello organizzato dall'Università degli studi di Parma e StageUp Sport & Leisure Business. L'obiettivo del Master è quello di creare per la prima volta in Italia manager capaci di sintetizzare competenze organizzative, di marketing e comunicazione, oltre agli aspetti progettuali, di pianificazione e gestione di un impianto sportivo polifunzionale di terza generazione che possa ospitare eventi di sport e di spettacolo.

Il corso di 1.500 ore complessive, di cui 500 ore di stage, è a tempo pieno, con frequenza obbligatoria, e avrà inizio il primo dicembre 2008.

Il piano didattico del Moss prevede 13 insegnamenti che vanno dalla strategia e business planning dello sport e degli impianti sportivi all'organizzazione e gestione delle società sportive, dalla comunicazione e marketing alla storia dello sport e dell'impiantistica sportiva, dalla responsabilità sociale e impatto ambientale nello sport e nell'impiantistica sportiva alle istituzioni di giornalismo sportivo.

I partner del MOSS sono: AICS, Coni, CSI, Cus Parma, Panathlon International, Rcs Sport, UISP, Unione delle Province Italiane (UPI).

Tutte le informazioni e le modalità di iscrizione alle selezioni si possono trovare su www.mastermoss.it

-------------------------------------

StageUp (www.stageup.com) opera nel mercato del leisure business (sport, eventi speciali, testimonial, fiere, turismo, manifestazioni sportive, spettacolistiche, culturali e sociali) ed è tra le aziende di riferimento nell'ambito del business dello sport con particolare riferimento al marketing, ai media ed alla comunicazione. Attraverso la sua gamma di servizi, StageUp interviene su tutta la catena del valore dei clienti, occupandosi di strategia, progettazione, pianificazione e controllo, negoziazione e buying nonché della supervisione e realizzazione di progetti operativi. StageUp ha sviluppato avanzati modelli di pianificazione e controllo che permettono di definire, ex ante, le strategie ottimali e di misurarne, ex post, i ritorni.

Tramite la divisione "StageUp Consulting", StageUp opera anche nella consulenza di direzione e nell'advisoring connessi all'internazionalizzazione, all'innovazione e alla tecnologia.

Fra i clienti di StageUp si annoverano: sport & leisure makers (tra cui Ferrari, Fipav, Juventus, Lega Basket Serie A, Lega Pallavolo Serie A, Lega Pallavolo Serie A Femminile, Milan), aziende e sponsor (Assicurazioni Generali, Coca-Cola, Edison, Il Sole 24 Ore, Luxottica, Mazda Motor, Michelin, Nokia, Obiettivo Lavoro, Peroni, Rcs Pubblicità, Samsung, Telecom Italia, VitaVision-Festivalbar), istituzioni ed enti pubblici (Associazione Nazionale Comuni Italiani, Camera dei Deputati, Provincia di Milano, Comune di Venezia).

StageUp fa parte di European Sponsorship Association (Esa), la più grande associazione europea di aziende legate al mondo della sponsorizzazione.

Sono partner di StageUp: Ipsos (www.ipsos.it) e Global Startups (www.globalstartups.com).

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:

Daniele Cencioni

StageUp

Via Cairoli, 9 - 40121 Bologna

Cel. +39.339.120.81.52

Tel. +39.051.58.71.554

Fax. +39.051.58.71.504

Email: dcencioni@stageup.com

Guy Le Boterf, guru internazionale della formazione professionale, presenta a Napoli il suo ultimo libro

Guy Le Boterf, guru internazionale della formazione professionale, presenta a Napoli il suo ultimo libro; la sua lezione innovativa è da tempo seguita in Irpinia ed è alla base del successo di Espansione s.r.l.

Venerdì 24 ottobre presso l'unione degli Industriali di Napoli serata-evento per la presentazione dell'edizione italiana di "Costruire le competenze individuali e collettive", ultima pubblicazione di Guy Le Boterf edita dall'editore Guida.

Lo studioso francese, universalmente noto per le teorie rivoluzionarie sulla formazione che pongono al centro l'analisi dei processi lavorativi e la valorizzazione delle competenze e delle caratteristiche delle risorse umane, sarà ricevuto da un parterre d'eccezione.

Il dibattito, incentrato sulla riflessione sui temi della gestione e dello sviluppo delle competenze nelle imprese per affrontare le sfide attuali della competitività, prevede, infatti, gli interventi dell'Assessore alla Formazione della Regione Puglia Marco Barbieri, del Segretario Generale di Cisl Campania Pietro Cerrito, dell'Assessore alla Formazione della Regione Campania Corrado Gabriele, del Segretario Generale di CGIL Campania Michele Gravano, dell'editore Diego Guida, del Presidente dell'Unione degli Industriali di Napoli Giovanni Lettieri, del Direttore Generale di Fondimpresa Michele Lignola, del Presidente dell'OBR Campania Alfredo Loso, del Segretario Generale Uil Campania Anna Rea, del Sottosegretario al Ministero del Lavoro Pasquale Viespoli, del curatore dell'edizione italiana del libro Mario Vitolo direttore di OBR Campania ente bilaterale per la formazione che rappresenta Fondipresa sul territorio, modera Marco Esposito responsabile delle pagine economiche de "Il Mattino".

Con il volume si rende accessibile, per la prima volta in Italia, l'opera del famoso sociologo francese che, fin dagli anni '80, è riferimento internazionale in materia di teoria e gestione delle competenze professionali.
Si colma così un vuoto editoriale, proprio mentre a livello nazionale con il Tavolo unico tra Governo, Regioni e parti sociali si va verso un sistema di standard basati sulla competenza e, con i fondi interprofessionali, si vanno diffondendo pratiche di formazione continua e di gestione delle competenze nelle aziende per affrontare le sfide attuali e future della competitività.

Ma la lezione dell'illustre studioso è stata già da lunga pezza appresa e messa in pratica in Irpinia, il metodo rivoluzionario di Le Boterf, infatti, è alla base di tutta l'attività di formazione continua nella sanità privata messa in campo da Espansione s.r.l., di recente, aggiudicatasi nuovi successi con i progetti "Sanità Start" e "Sicurlab".
«La grandezza di Le Boterf – spiega il manager della business farm irpina Sergio Bolognese – sta nel fatto di aver preso la formazione, fino ad allora tutta teorica, ed aver ribaltato l'approccio al problema partendo dall'analisi dei processi lavorativi e delle abilità e competenze degli operatori. Ciò ha creato una visione del "long life learning", della formazione continua che aderisce al reale e genera risultati concreti e gradimento. Personalmente, reputo Le Boterf un maestro cui si ispira costantemente l'azione di Espansione che, nel proporre formazione continua agli addetti delle strutture della sanità privata, riscontra quotidianamente quanto questo approccio teorico sia utile e soddisfacente sia per i formatori che per i destinatari della formazione».
Irpinia ancora una volta protagonista di quella buona sanità che, nel privato come nel pubblico, la pone sempre più in alto nel panorama regionale, avanguardia di un'eccellenza che, sempre di più, abita qui.


--
antonella russoniello
link_uffici stampa & comunicazione
via casale, 20 - avellino
tel. 0825 784283
mobile: 3935447943



--
Postato su IL COMUNICATO STAMPA

MANAGER TURISMO. MASTER STORICO. Rimini, 24 ottobre 08

24 ottobre 2008 - TTG Incontri di Rimini: presentazione la XXII edizione del Master in Hospitality Management.

UN MASTER STORICO PER FORMARE GIOVANI MANAGER DEL TURISMO

Master Honoris Causa 2008 all'Assessore Pasi e Menzione Speciale a Roberto Vitali

Sarà presentata il 24 ottobre, alle ore 14.15, nell'ambito degli eventi di TTG Incontri di Rimini la XXII edizione dello storico Master in Hospitality Management, promosso da Turisma, Master Team e Itinera che si terrà a Rimini a partire dal prossimo 24 novembre.

Storico perché innovativo, il Master ha saputo negli anni rispondere alle esigenze di un contesto in continua evoluzione, che ha richiesto, conseguentemente, nuove professionalità e un approccio al problem solving creativo e flessibile. Il successo delle precedenti ventuno edizioni deriva peraltro dalla focalizzazione del Master sull'hospitality attraverso un percorso educativo finalizzato alla formazione di figure manageriali pronte a integrarsi con il mercato e con la domanda delle aziende.

Oltre alla presentazione della prossima edizione, l'evento sarà dedicato alla consegna del Diploma del Master in Hospitality Management agli allievi che hanno frequentato la XXI edizione e alla chiusura formale di una esperienza significativa che li proietta verso nuove prospettive professionali.

A conclusione della cerimonia, sarà conferito il Master Honoris Causa in Hospitality Management 2008 all'Assessore Guido Pasi per aver guidato personalmente il processo di accreditamento internazionale del Turismo in Emilia Romagna: a seguito di questo impegno, soprattutto Rimini e la sua Riviera hanno ormai consolidato un marchio di eccellenza duraturo e competitivo. La leadership dell'Assessore Pasi ha virtuosamente integrato le leve fondamentali del Marketing, del Processo di Business e della Promozione di competenze eccellenti, costituendo un autentico modello di management strategico della "Destination Company".

A Roberto Vitali, Presidente di Village for All, sarà invece riconosciuta la Menzione Speciale di eccellenza nel Marketing del Turismo Accessibile, per il progetto di qualificare un approccio di marketing innovativo a servizio di una nuova frontiera competitiva, che integra i valori del Turismo Etico e dell'inclusione sociale.

All'evento, moderato da Nicola Costantino, Amministratore Delegato di Turisma Hospitality Consulting, e da Francesco Sberlati, presidente di Itinera, parteciperà inoltre un Comitato d'Onore composto, tra gli altri, da Andrea Babbi - Amministratore Delegato APT Emilia Romagna, Ferdinando Fabbri - Presidente della Provincia di Rimini, Mauro Ioli - Presidente Convention Bureau della Riviera di Rimini, Maurizio Melucci - Assessore al Turismo del Comune di Rimini, Massimo Pironi - Presidente della Commissione Turismo, Cultura, Scuola, Formazione, Lavoro, Sport della Regione Emilia-Romagna.

Previste inoltre le testimonianze di Paolo Audino, Presidente di TTG Italia, Giorgio Boscolo, Presidente di Boscolo Tours e Bruno Colombo, Presidente del Gruppo Ventaglio.

La partecipazione all'evento è libera. È gradita la registrazione.

Per informazioni:

Segreteria Organizzativa

Itinera

Via Monterotondo, 4 – 47900 Rimini

Tel. +39 0541 753811

Fax +39 0541 753800

Turisma Hospitality Consulting

Piazza L.di Savoia, 2 – 20124 Milano

Tel. +39 02 6671.1433

Fax +39 02 6671.6630




--
Postato su IL COMUNICATO STAMPA

Scuola Comunicazione IULM: Dosi di comunicazione contro le dipendenze

Scuola di Comunicazione IULM: Dosi di comunicazione contro le dipendenze

Scuola di Comunicazione IULM, in collaborazione con la comunità di San Patrignano e l'associazione internazionale ECAD lanciano, con il patrocinio del Comune di Milano, la seconda edizione del master dedicato alla comunicazione e alle strategie d'intervento nelle tossicodipendenze

Milano, 23 Ottobre 2008. Sono aperte le iscrizioni alla seconda edizione dell'executive International master in "Comunicazione e strategie d'intervento nelle tossicodipendenze. Prevenzione, contrasto e recupero sociale". In collaborazione tra la Scuola di Comunicazione IULM, la comunità di San Patrignano e l'ECAD (European Cities Against Drug Addiction) il corso ha l'obiettivo di fornire conoscenze specifiche agli operatori del settore. Studi compiuti dall'ECAD hanno infatti sottolineato come uno dei punti deboli della lotta alle tossicodipendenze sia la mancanza di personale qualificato nelle strategie di comunicazione e nel management di progetti e risorse per la lotta alla droga e il recupero sociale.

Negli ultimi anni, il consumo di sostanze stupefacenti e psicotrope ha rappresentato un fenomeno in larga espansione tra la popolazione italiana, coinvolgendo persone di ogni estrazione sociale, culturale ed economica. Nel solo 2007, secondo il rapporto del Viminale, i morti per droga sono stati 598, mentre è quasi raddoppiato il numero di diciassettenni denunciati per consumo abituale di sostanze stupefacenti. In questo contesto, diventa fondamentale formare professionisti in grado di generare una comunicazione sociale che inquadri il problema in tutta la sua complessità e che sappia gestire in maniera efficace progetti e strutture (pubbliche e private) anche dal punto di vista organizzativo ed economico.

"L'innovazione del nostro Master risiede nella possibilità di integrare l'approfondimento di conoscenze organizzative e gestionali con la conoscenza degli aspetti più prettamente legati al fenomeno della tossicodipendenza per potere formare operatori e dirigenti per una gestione efficace di progetti e strutture. Inoltre la presenza di docenti provenienti da diversi paesi e da università europee ed americane permette di acquisire una visione più articolata e complessa del fenomeno e delle best practices per la sua prevenzione e gestione", afferma Vincenzo Russo, direttore scientifico del master.

Il Master si rivolge a laureati di primo e secondo livello, nonché a psicologi, psicoterapeuti, educatori di comunità e operatori pubblici e di altre istituzioni che intendano specializzarsi nell'ambito delle strategie, del management e della comunicazione per la prevenzione e il contrasto delle tossicodipendenze.

Per il secondo anno consecutivo il master godrà del patrocinio del Comune di Milano. Inoltre, sono in via di definizione le modalità attraverso le quali gli Assessorati alla Salute e alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali metteranno a disposizione dei partecipanti borse di studio a copertura parziale e totale dei costi.

La collaborazione con la comunità di San Patrignano, presso la quale si terranno anche due laboratori esperenziali, arricchisce ulteriormente l'offerta formativa.

Il percorso didattico è articolato in 250 ore di formazione d'aula, 100 ore di laboratorio pratico e 150 ore di stage applicativo. Il master avrà inizio il 15 gennaio 2009 e proseguirà sino a ottobre 2009. Le lezioni si terranno presso la sede dell'Università IULM.
per maggiori informazioni: Per informazioni sul Master:
Scuola di Comunicazione IULM
Via Carlo Bo 1, 20143 Milano
tel. e fax. (+39) 02.89.141.23.71
scuola.comunicazione@fondazione.iulm.it drugaddiction@scuolacomunicazioneiulm.it

mercoledì 22 ottobre 2008

Opra Formazione e Aforisma: Formazione, Lavoro, Giovani e Aziende. Lecce, 27/10/08


Lunedì 27 ottobre, alle ore 18, presso il centro di Cultura "Giovanni Paolo II" (Via Umbria) di Lecce, Opra Formazione e Aforisma organizzano il convegno sul tema "FORMAZIONE E LAVORO, GIOVANI E AZIENDE".

Questo evento nasce con la finalità di divulgare i risultati ottenuti dalla Scuola di formazione salentina nell'ambito dell'intervento finanziato dalla Regione Puglia, attraverso il POR 2000/2006, complemento di programmazione asse III misura 3.9 "Sviluppo della competitività delle imprese e formazione continua con priorità alla pmi" – Azione b): "Azioni di formazione finalizzate all'occupazione" Avviso n.6/2007.

Esiti molto positivi, che evidenziano come una realtà che promuove formazione d'eccellenza possa ottenere ricadute importanti per il territorio in cui opera. Infatti, a seguito del corso formativo per "Esperti di Help Desk" (gennaio – luglio 2008), organizzato proprio in riferimento al progetto finanziato dalla Regione, 18 giovani diplomati e laureati (sui 21 partecipanti) sono stati assunti con contratti di lavoro a tempo determinato e indeterminato.
E la validità del lavoro condotto da Opra e Aforisma non è rimasto circoscritto a queste diciotto assunzioni, ma ha reso possibile che Wave, azienda di consulenza e infomation technology del bresciano, decidesse di insediarsi a Lecce con una nuova sede e creando 200 posti di lavoro.

L'iniziativa di lunedì intende mettere in evidenza come si riescano sviluppare progetti sociali ed economici virtuosi, dai quali possano trarre giovamento soggetti diversi, con diversi interessi. Ad intervenire sull'argomento, le realtà istituzionali e imprenditoriali che hanno contribuito al raggiungimento dei risultati attesi. Interverranno Piero MONTINARI - Presidente Confindustria Lecce, Andrea SALVATI – Presidente Opra Formazione, Riccardo MAFFEI – Amministratore delegato Wave Group Solutions, Sandro FRISULLO – Vice presidente della Giunta Regionale Puglia ed Elisabetta SALVATI - Presidente Aforisma. A coordinare gli interventi sarà presente Tonio Tondo, inviato della Gazzetta del Mezzogiorno.
Il convegno si concluderà con la consegna – ai partecipanti del corso di formazione – dell'attestato di partecipazione.

Per Opra Formazione e Aforisma, il bilancio positivo di questa attività, rappresenta un altro tassello nel percorso di definizione di un'idea imprenditoriale che mira a dare al Salento e alla Puglia un'istituzione culturale di reale spessore, riconosciuta a livello nazionale ed internazionale, attenta ai bisogni espressi dalle persone, dalle imprese e dal territorio
LIBRA <info@libracomunicazione.com>

--
Postato da LIBRA su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

lunedì 20 ottobre 2008

Teatro dell' Oppresso-Paolo Senor: Corso ASCOLTO E COMPRENSIONE


Corso di Teatro dell'Oppresso con Paolo Senor su
ASCOLTO E COMPRENSIONE

Matera, 21,22,23 Novembre 2008

:::Contatti e Materiali
Tel: 3475071501 - 3381419737 - Bottega del Mondo Loe: 0835333730
e.mail: l.pirelli@acsys.it
Web: http://tdo-matera.pbwiki.com/

************************************************************************************

ASCOLTO E COMPRENSIONE
III corso sul Teatro dell'Oppresso

Empatia e fiducia nella relazione con l'altro
Laboratorio di sviluppo degli strumenti del TdO

Matera - 21,22,23 Novembre 2008

Conduttore: Paolo Senor
regista, formatore, responsabile del G.T.T.O. e del Gruppo degli Invisibili.


:::Introduzione
Spesso pensiamo che la nostra esperienza e conoscenza possano trovare
anche soluzioni ai problemi degli altri, salvo poi verificare che i nostri saggi
consigli vengono spesso disattesi.
L'ascolto, un ascolto che cerca di percepire soprattutto come l'altro vive un
problema, viene il più delle volte inteso come un atteggiamento passivo,
che non costituisce aiuto.
Se si accetta l'ipotesi che chiunque possiede, gli strumenti per risolvere
i propri problemi, che la conoscenza è insita in ogni persona e che va stimolata,
sono proprio la comprensione e l'accettazione del punto di vista dell'altro che
possono favorirgli una libera espressione delle proprie risorse e permettergli
il cambiamento.
Chi ascolta diventa uno specchio nel quale l'altro può riflettersi (riflettere
su se stesso) e trovare le proprie risposte. L'esperienza che la persona farà
di prendere decisioni autonome, personali, potrà poi diventare un trampolino
per affrontare meglio il suo futuro.
Il percorso trarrà spunto dall'attitudine intuitiva che tutti abbiamo di comprendere
l'altro. Si affinerà insieme questa competenza, mettendo a fuoco gli atteggiamenti
che favoriscono la relazione empatica, verificando quanto l'accettazione e la
fiducia che poniamo nell'altro possano liberare le sue potenzialità. Per maturare
non una tecnica ma un atteggiamento interiore; per educare alla libertà, alla
responsabilità, alla creatività.


:::A me?
Il corso è rivolto a chiunque abbia voglia approfondire e apprendere le
tecniche di teatro dell'oppresso per svolgere azione sociale sul territorio.
A chiunque abbia voglia di giocare, di comunicare attraverso il corpo,
i sensi e le parole, per provare a sperimentare il cambiamento.
A chiunque sia sensibile alla questione del disagio in prospettiva
complessa, integrata e non riduzionista.


:::Cos'è'?
Il Teatro dell'Oppresso (TdO) nasce in Brasile negli anni '60 ad opera di
Augusto Boal, direttore del Teatro Arena di San Paolo. Si basa su numerose
tecniche teatrali (teatro giornale, teatro immagine, teatro invisibile, teatro
forum...) che ben poco hanno a che vedere con il teatro tradizionale. Lo scopo,
infatti, non è spettacolare, ma provocatorio, educativo e maieutico. Le varie
tecniche cercano di de professionalizzare il teatro rompendo le barriere
attore/­spettatore e rovesciandone i ruoli.


:::Cosa?
Nel terzo laboratorio di Teatro dell'Oppresso a Matera si vuole:
- Affinare la capacità di cogliere la "parola profonda" degli altri attraverso la
lettura del linguaggio verbale, para-verbale e non-verbale
- Stimolare la propria attitudine empatica, la capacità intuitiva che ci permette
entrare "nella pelle" dell'altro, di vedere, sentire come questi vede, sente, senza
dimenticarci che si tratta di esperienza e percezione propria
- Tendere ad un'impostazione educativa non direttiva, ma "centrata" sulla
persona e sul gruppo: per accompagnare i partecipanti verso l'auto comprensione
e l'assunzione delle proprie responsabilità
- Costruire delle buone relazioni all'interno del gruppo e rafforzare le buone
comunicazioni con il proprio sé.


:::Come?
Il percorso è una elaborazione di Paolo Senor frutto dell'interconnessione fra il
teatro di Augusto Boal (che si riconduce alla pedagogia di Paulo Freire) e un
approccio psico-pedagogico ispirato all'ascolto empatico di Carl Rogers.
I principali strumenti utilizzati saranno, per quel che riguarda il Teatro
dell'Oppresso, il teatro-immagine e i giochesercizi, questi ultimi finalizzati
principalmente al lavoro sulla fiducia e sulla sensibilizzazione (passare dal
toccare al sentire, dal guardare al vedere, dall'udire all'ascoltare). Questi
verranno integrati da tecniche di psicosintesi e da alcuni esercizi di
teatro-danza francese.
L'approccio sarà di tipo attivo: partirà dalla percezione sensoriale,
dall'espressione analogica per arrivare a un'elaborazione verbale basata
sull'esperienza.
La modalità di conduzione sarà di tipo non-giudicante e tendenzialmente non
direttiva.
Cercherà di fare da specchio al gruppo seguendone la direzione, mantenendosi
coerente con i contenuti del corso. Le indicazioni teoriche trarranno normalmente
spunto da quanto emergerà dal confronto in gruppo.


:::Il Percorso!
Il laboratorio e' il proseguimento del corso base svolto a febbraio 2007
e quello di approfondimento di Maggio 2008 ed e' inserito in un percorso che mira
ad occuparsi e sperimentarsi sulle problematiche di uno dei quartieri di Matera.
Il Laboratorio E' rivolto a tutti, sia a chi ha gia' seguito i percorsi
precedenti che chi si voglia avvicinare la prima volta alle tematiche e agli
strumenti del TdO.


:::Date e Costi
Quando: 21,22,23 Maggio 2008
Dove: Matera, Basilicata, Sud e Mezzogiorno
Costi: 70E
Numero Partecipanti: massimo 22... affrettati!
Agevolazioni: Previste due borse per chi esplicita situazioni di bisogno
Previste forme di baratto corso vs lavoro da concordare
Durata: 20 ore cosi' divise:
Venerdì 21: 15.30-20:30
Sabato 22: 9.00-13.00 + 15.30-20.30
Domenica 23: 09.00-13.00


:::Alloggi e Ospitalità... ilVagabondo
Nasce con questa edizione una gestione della ospitalità più strutturata affidata
alla professionalità che la rete di turismo responsabile "ilVagbondo" sta
attivando anche a Matera come in altri luoghi del sud Italia.
Ci sara' una offerta di alloggi differenziata a seconda dei bisogni e alle
specifiche disponibilità economiche dei partecipanti. Attraverso le quote di
alloggio sara' possibile finanziare progetti locali come quelli della locale
bottega del commercio equo o quella del Gruppo di Acquisto Solidale.
Per dettagli, disponibilità e prenotare l'alloggio:
ilVagabondo: <ilvagabondo@email.it>
web: http://www.ilvagabondo.org/


:::Contatti e Materiali
Tel: 3475071501 - 3381419737 - Bottega del Mondo Loe: 0835333730
e.mail: l.pirelli@acsys.it
Web: http://tdo-matera.pbwiki.com/


:::Altro?
Per saperne di piu' sul T.d.O
Associazione "Livres Como O Vento"
e­mail: tdo@livres.it
sito internet: http://www.livres.it



giovedì 16 ottobre 2008

Universita' IULM: Corsi per Docenti Scuole Superiori




Università IULM: Corsi per Docenti Scuole Superiori
Incontri di formazione per docenti delle scuole superiori

L'Università IULM, di concerto con l'Ufficio Scolastico regionale per la Lombardia, propone all'interno di COM-PA due incontri di approfondimento dedicati a tutti i docenti delle scuole secondarie di secondo grado:

21 ottobre ore 12.00, sala Zeta

Nuovi linguaggi e nuove forme di comunicazione

Prof. Guido Di Fraia, docente di Metodologia e tecnica della ricerca sociale, con la collaborazione della dr.ssa Alessandra Micalizzi e della dr.ssa Elisabetta Risi.



23 ottobre, ore 12.00, sala Alpha

Comunicare in gruppo e nelle relazioni organizzative: un'applicazione delle competenze comunicative all'interno del contesto di lavoro

Prof. Vincenzo Russo, docente di Psicologia del cambiamento.

La partecipazione ai seminari è libera e dedicata a tutti i docenti delle scuole superiori. Gli incontri avranno una durata di un'ora e trenta minuti.



per maggiori informazioni: Dr. Stefano D'Andrea
Università IULM

stefano.dandrea@iulm.it

venerdì 10 ottobre 2008

Master Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media

Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media – VII Edizione

A fine mese il primo colloquio valutativo per i candidati al Master organizzato dalla Facoltà di Economia dell'Università Tor Vergata

Roma 10 ottobre - C'è tempo fino al 9 dicembre per iscriversi alla VII edizione del Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media rivolto ai futuri dirigenti e professionisti nel settore dei media e della comunicazione chiamati ad affrontare tematiche economiche, manageriali, giuridiche e tecnologiche nel settore pubblico, privato, profit e non profit.

Per candidarsi al processo di selezione è necessario effettuare la "pre-iscrizione" sul sito www.economia.uniroma2.it/master/comunica&media - compilando l'apposita domanda di ammissione disponibile on line - e partecipare successivamente ad un colloquio valutativo. La prima sessione valutativa è fissata il 30 ottobre 2008 alle 15.00, presso la Sala del Consiglio della Facoltà di Economia. In questa occasione i candidati potranno presentare personalmente il proprio curriculum vitae, spiegare le motivazioni che li hanno portati alla scelta del corso di studi, e confrontarsi fra loro e con lo staff del Master. Per chi si laurea in autunno sono previste altre due date per partecipare al colloquio valutativo: il 13 novembre e il 16 dicembre 2008.

Il Master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media, fondato nel 2002, è di I livello della durata complessiva di un anno. Completano la formazione dei giovani laureati i workshop operativi organizzati con aziende (Cultur-e, Enel, Interferenze, La7, Rai Cinema, H3g), uno stage di tre mesi (o un project work per chi lavora), presso aziende di spicco del settore media (televisioni, case cinematografiche, editori) e della comunicazione (agenzie, centri media, aziende committenti).

Ad oggi ecco le aziende che hanno assicurato stages e placement del Master: Accenture, ABI, Bnl-Bnp Paribas, Banco alimentare del Lazio Onlus, Banco di Sardegna, Capitalia, Cattleya, Cinecittà Studios, Enea, Enel, Federculture, Fondazioni Italia, Fondazione Rosselli, Ikea, Interferenze, La7, Lottomatica, Mediaset, Metro, Minerv@, Pfizer, Politecnico della Cultura, Publicis, Rai, Rai Cinema, Rai Trade, Scuole Civiche di Milano, Comune di Ciampino, Comune di Milano, Sky, 20th Century Fox, Unicredit Banca, Vizeum, Walt Disney.

Il Master vede fra i Main Partner Sipra, Enel, Lottomatica, RaiTrade e Telecom e fra i Partner ANEM, ANICA, FERPI (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana), Il Messaggero, Ericsson, Sky, Cinecittà Studios, Metro, Polizia di Stato, Rai, Rai Cinema, BNL-Bnp Paribas, Interferenze, CarrèNoir, Minerv@, Federculture, Ega Congressi, MondoWeb, Cultur-e, Il Denaro, Giffoni Media Service, Iperclub Vacanze.

Per conoscere ulteriori dettagli relativi al master scaricare il file in allegato

Per maggiori informazioni:

MASTER IN ECONOMIA E GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE E DEI MEDIA

Dott.ssa SIMONETTA PATTUGLIA - Coordinatore

Tel. 06/7259.5510 – 5543; Fax 06/7259.5504;

e-mail: pattuglia@economia.uniroma2.it



--
Postato su IL COMUNICATO STAMPA

giovedì 9 ottobre 2008

Corsi di sopravvivenza con Melaspasso

Quando la vita si fa dura, i duri cominciano a giocare!
Una massima che si adatta a pochi ma che con un intenso training potrebbe essere accessibile a molti.
Melaspasso ti consente di vivere 3 giorni di avventura in mezzo a un bosco, affrontando prove di vario genere per divertirsi e crescere interiormente, affrontando e superando paure e ostacoli che limitano l’azione. Un corso di sopravvivenza per te e per i tuoi amici da acquistare su www.melaspasso.it.
Sopravvivenza, allenamento psicofisico, orientamento, alimentazione in emergenza, gps - bussola, arco, pugnale, difesa, trappole, tree climbing, fuga, attacco, la paura, il buio, la solitudine notturna.
Si tratta di un’idea regalo ideale per un addio al celibato/nubilato, per un team building che metta alla prova i vostri dipendenti e consolidi i rapporti tra colleghi o semplicemente per passare del tempo insieme ai propri amici divertendosi.

Potrete trovare maggiori informazioni su questa attività e tante idee per regalo su Melaspasso, www.melaspasso.it oppure contattare il Servizio Clienti al numero 899.032.08 o scrivere a info@melaspasso.it.

martedì 7 ottobre 2008

No profit: Master per professionisti del 3° settore

NON PROFIT: UN MASTER PER I PROFESSIONISTI DEL TERZO SETTORE


Formare figure professionali in grado di lavorare nei diversi ambiti teorici e operativi che caratterizzano le organizzazioni che operano nel Terzo Settore. Questo l'obiettivo del Master "Lavorare nel Non Profit" organizzato congiuntamente dalla Facoltà di Economia dell'Università di Roma Tor Vergata e dalle Facoltà di Economia e Sociologia dell'Università degli Studi di Urbino. Il Master fornirà una preparazione interdisciplinare: dagli aspetti economico-gestionali, normativi e sociologici a quelli relativi alla comunicazione e al marketing.

"Fondamentale è il ruolo dell'Università di Urbino, giunta alla quarta edizione del Master, che è stato frequentato da un centinaio di studenti. A un anno dal conseguimento del titolo, oltre il 70% risultava inserito nel mondo del lavoro, anche con incarichi di responsabilità in diverse organizzazioni del non profit italiano" dice la prof.ssa Elena Viganò, direttore del Master. "Si tratta di una iniziativa sviluppata in una realtà, quale quella romana - spiega il prof. Marco Meneguzzo, codirettore del Master – che vede una sempre maggiore vivacità del Terzo Settore, cui non corrisponde ancora un'adeguata offerta formativa a livello universitario e post-universitario."

L'organizzazione degli stage è affidata a Lunaria, associazione che lavora da più di dieci anni nella ricerca e nella formazione sul Terzo Settore. "Lunaria invia ogni anno mille volontari in progetti di solidarietà internazionale – sottolinea il Presidente Giulio Marcon - e saprà valorizzare al meglio la vasta rete di contatti in Italia e all'estero, per far sì che gli stage siano un'occasione concreta di inserimento professionale nel mondo del terzo settore".

Il Master, di durata annuale, prevede due percorsi con moduli didattici comuni: il percorso ECONOMIA E COMUNICAZIONE, gestito dalle Facoltà di Economia e di Sociologia dell'Università degli Studi di Urbino, e il percorso MANAGEMENT E FINANZA gestito dalla Facoltà di Economia dell'Università di Roma "Tor Vergata".

Le iscrizioni al Master sono aperte dal 1° luglio al 15 ottobre 2008. I requisiti per l'ammissione al Master sono la laurea triennale o il diploma universitario. Sono previste borse di studio per la riduzione del costo di iscrizione. Il bando e i moduli per l'iscrizione e per la richiesta delle borse di studio, sono disponibili sui siti www.fad.economia.uniroma2.it e www.uniurb.it/master-nonprofit.

Per informazioni e iscrizioni contattare le segreterie organizzative del Master:

Università di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Urbino
Dr.ssa. Cristina Colaninno
Dipartimento Studi sull'Impresa
Facoltà di Economia
via Columbia, 2
00133 Roma
tel. 06 7259 5748
email:
master.nonprofit@uniroma2.it
Dr. Jacopo Cherchi

Facoltà di Economia-Palazzo Battiferri

Via Saffi 42,

61029 Urbino (PU)

tel. 0722 305506, fax 0722 305550

e.mail :master-nonprofit@uniurb.it


venerdì 3 ottobre 2008

Vallombrosa: BUTTIGLIONE al corso formazione politica


Il 4 e 5 ottobre con l'associazione Tempi Moderni


BUTTIGLIONE E BOSI

DOCENTI ALLA "SCUOLA DI POLITICA"

DI VALLOMBROSA

Ci sarà anche Rocco Buttiglione come docente della scuola di politica di Vallombrosa, in programma sabato e domenica. Il presidente nazionale dell'Udc terrà una lezione nella mattinata conclusiva della due giorni di corsi, il 5 ottobre, così come aveva fatto il leader del suo partito Pierferdinando Casini nell'edizione primaverile del corso di orientamento e formazione politica organizzata dall'associazione Tempi Moderni (con presidente onorario Federico Tondi).

Comincia così il fine settimana di formazione rivolta al mondo dei giovani e alla preparazione politica della futura classe dirigente, con l'obiettivo di fornire gli strumenti culturali per interpretare i processi di trasformazione del sistema politico italiano e internazionale.

Il tema portante del corso del 4 e 5 ottobre è "L'Unione Europea alla ricerca della sua identità: flussi migratori, diritti civili e politica estera". Diverse le tematiche affrontate dai relatori: le origini e gli sviluppi del processo di integrazione europea, la politica estera e la sicurezza, l'immigrazione e le politiche di integrazione, le organizzazioni giovanili, l'ingresso della Turchia in Europa.

Domani pomeriggio la lezione sarà tenuta dall'onorevole Francesco Bosi, vicepresidente commissione difesa e sicurezza Nato.

Tra i relatori, noti docenti universitari: il prof. Daniele Pasquinucci, il prof. Girolamo Strozzi, il prof. Federico Lenzerini, il prof. Luciano Bozzo, il prof. Ettore Recchi, il dott. Carlo Colloca, il dott. Matteo Taralli, il dott. Piersante Morandini

Per informazioni e iscrizioni www.tempimodernitoscana.it,

Ufficio stampa:

Simona Forzoni

info@tempimodernitoscana.it

338.8491985

mercoledì 1 ottobre 2008

Formazione politica - corso a Vallombrosa per formare la futura classe dirigente



Tempi Moderni per la futura classe dirigente il 4 5 ottobre

UNIONE EUROPEA: DUE GIORNI DI FORMAZIONE POLITICA ALL'ABBAZIA DI VALLOMBROSA

Il prossimo fine settimana torna la "scuola di politica" all'Abbazia di Vallombrosa (Fi). Docenti universitari ed esponenti della politica nazionale dei vari schieramenti politici interverranno come docenti-relatori nelle due giornate di corso organizzate dall'associazione "Tempi moderni".

L'evento si rivolge al mondo dei giovani e alla preparazione politica della futura classe dirigente, con l'obiettivo di fornire gli strumenti culturali per interpretare i processi di trasformazione del sistema politico italiano e internazionale.

Il tema portante del corso del 4 e 5 ottobre è "L'Unione Europea alla ricerca della sua identità: flussi migratori, diritti civili e politica estera". Diverse le tematiche affrontate dai relatori: le origini e gli sviluppo del processo di integrazione europea, la politica estera e la sicurezza, l'immigrazione e le politiche di integrazione, le organizzazioni giovanili, l'ingresso della Turchia in Europa.

Per informazioni e iscrizioni www.tempimodernitoscana.it, info@tempimodernitoscana.it, telefono 338.8491985


Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI