lunedì 31 maggio 2010

Uniese-Isef: 203 borse studio



La European School of Economics Foundation lancia un'iniziativa mondiale, offrendo 203 borse di studio da assegnare (una per ogni nazione del mondo), a studenti meritevoli ed interessati a frequentare i corsi di Laurea triennali e quadriennali offerti dalla European School of Economics nelle sedi ESE di Londra, New York, Milano, Roma, Firenze e Madrid.

[Milano, 31 Maggio 2010] La European School of Economics (ESE) http://www.uniese.it e la European School of Economics Foundation (ESEF) sono alla ricerca di studenti internazionali per l'assegnazione di 203 borse di studio finalizzate all'ammissione ai corsi di Laurea offerti dalla European School of Economics presso i Centri ESE di Londra, Londra, Milano, Roma, Firenze e Madrid.

La European School of Economics Foundation ha recentemente stanziato 5 milioni di Euro in borse di studio internazionali destinate all'iniziativa "200 Nations, One Education" (200 Nazioni, Una Educazione).

L'iniziativa ha l'obiettivo di offrire una borsa di studio con copertura del 50% del costo totale, ad uno studente di ogni paese del mondo (203 in totale), da selezionare tra tutti i candidati che compileranno la domanda di ammissione entro il primo Agosto 2010 per accedere ai corsi di Laurea internazionali della European School of Economics nei vari Centri ESE nel mondo (Londra, New York Milano, Roma, Firenze e Madrid).

Il Professore Stefano D'Anna, Rettore della European School of Economics, ha commentato le ragioni che supportano l'iniziativa di assegnazione delle borse di studio "200 Nations, One Education": "La European School of Economics rappresenta un'opportunità unica di educazione internazionale in un ambiente didatticamente avanzato per leader responsabili e sognatori pragmatici che aspirano a portare successo finanziario nelle organizzazioni, e progresso e sviluppo umano nel mondo. Alla European School of Economics vogliamo che i nostri studenti si preparino a realizzare grandi progetti in ogni angolo del mondo". Il Professor Stefano D'Anna ha concluso spiegando che: "Questa è la ragione per la quale quest'anno la ESE Foundation ha deciso di lanciare un messaggio planetario rivolto a uomini e donne speciali di tutto il mondo, mettendo a disposizione 203 borse di studio e l'opportunità ad uno studente per ogni nazione di prepararsi ai massimi livelli per co ntribuire al successo e all'evoluzione del proprio paese."

La European School of Economics è un nuovo concetto di formazione universitaria, una scuola senza frontiere che combina eccellenza accademica, internazionalità e libertà nelle scelte di studio, con corsi di Laurea e Postlaurea disegnati per preparare una nuova generazione di imprenditori e leader visionari. I laureati della European School of Economics sono tra i professionisti di business più competitivi sul mercato, grazie alla loro preparazione per posizioni di leadership internazionale in campi quali marketing, finanza, comunicazione e management.

Gli studenti ESE hanno piena libertà nella scelta del piano di studio più adatto alle loro aspirazioni, con la possibilità di studiare all'estero grazie all'opportunità di frequentare il Centro ESE presso cui specializzarsi in settori di business d'avanguardia (come moda, organizzazione eventi e management musicale o sportivo, tra le varie specializzazioni offerte dalla European School of Economics), oltre ad avere accesso ai programmi di stage in azienda offerti da oltre 1.500 imprese leader, partner della ESE, sia in Italia che all'estero.

L'iniziativa "200 Nations, One Education" è ufficialmente avviata. Per maggiori informazioni e per richiedere online accesso alle borse di studio internazionali della European School of Economics Foundation visitate il sito ESE all'indirizzo http://www.uniese.it/ammissioni/richiesta-borse-studio.html.

#

European School of Economics
La European School of Economics (ESE) è un'istituzione privata di educazione superiore specializzata in studi internazionali di business, con centri didattici a Londra, New York, Roma, Milano, Firenze e Madrid. La ESE è un British College of Higher Education accreditato dal British Accreditation Council (BAC), e offre corsi di Laurea (BBA, BSc Hons) e Master Postlauerea (MSc, MBA) validati dalla University of Buckingham (UK). Maggiori informazioni sulla European School of Economics e sui corsi offerti nei Centri ESE sono disponibili online su http://www.uniese.it.

European School of Economics FoundationLa European School of Economics Foundation (ESEF) è stata creata nel 2008 ed è attiva in Europa e negli Stati Uniti come autorità etica e sociale di riferimento per la European School of Economics.

ESE Press Office (Italia + International)
Per accrediti stampa presso la European School of Economics e la European School of Economics Foundation contattare Ms. Chiara Canavero.
press.office@uniese.it
Tel: +39 02 3650 4235



--
Postato da Fabrizio Pivari su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

venerdì 28 maggio 2010

UniStudi: Esami universitari, come superarli

I consigli giusti per superare gli esami universitari.


L'università è da sempre un crocevia fondamentale per la vita di un giovane: in questi anni si apprendono le competenze fondamentali per la professione che si intende poi svolgere.

Dalla fortuna di questo snodo dipende gran parte del successo professionale futuro degli studenti: per la sua importanza si tratta quindi di un momento da non sottovalutare o prendere sottogamba.

Non tutti, però, riescono, per i motivi più svariati ad affrontare gli esami universitari con il giusto cipiglio: molti studenti, infatti, rimangono 'parcheggiati' nelle loro facoltà, non riuscendo a proseguire velocemente nel loro iter accademico, sprecando così tempo e denaro.

Spesso ciò accade per la mancanza o per l'insufficienza del metodo di studio, qualcosa che non per tutti è facile acquisire.

Per questo motivo sono nati negli ultimi anni diversi istituti, per lo più privati, dove, tramite sistemi di tutoraggio e percorsi di studio personalizzati, lo studente può ritornare sulla 'retta via'.

Nello specifico questi istituti propongono agli universitari dispense ed esercitazioni specifiche per superare gli esami universitari in maniera rapida e brillante.

Proprio così molti studenti riescono a cogliere risultati di successo e a rilanciarsi con fiducia sul loro percorso universitario.

Riuscendo a superare gli esami universitari senza, però, eccessive perdite di tempo: anche perchè il mondo del lavoro non apprezza di certo le perdite di tempo.


Esami universitari - Unistudi

http://www.unistudi.com/esami-universitari.html





--
Postato su IL COMUNICATO STAMPA

giovedì 27 maggio 2010

Corso formazione RAEE: decreto 1 contro 1

Corso di formazione RAEE: decreto uno contro uno

SEMINARIO DI FORMAZIONE

RAEE: DECRETO UNO CONTRO UNO
8 giugno - Milano

Con la pubblicazione del decreto n° 65/2010, noto anche come decreto "uno contro uno", finalmente anche l'Italia ha concluso il percorso per la definizione degli obblighi in capo a tutti i soggetti coinvolti nella gestione dei RAEE e potrà avviare dal 18 giugno la raccolta delle apparecchiature elettroniche a fine vita a pieno regime.

Il Consorzio Ecoqual'It ha dato vita a un momento di aggiornamento dedicato al decreto uno contro uno, con un ampio spazio ai quesiti dei partecipanti.

>>Vuoi anticipare la domanda alla nostra esperta che ti risponderà il giorno del corso?
Invia un'e-mail alla segreteria organizzativa:
info@ecoq.it

>> Per consultare il programma della giornata
>> Per conoscere le modalità di partecipazione e iscriversi

I posti sono limitati, iscriviti subito!

martedì 25 maggio 2010

Matera. Asilo Nido & Metodo Suzuki


Comunicato Stampa: Matera, l'Asilo Nido 'Il Tiglio' adotta il Metodo Suzuki


Asilo Nido Il Tiglio - Matera

Comunicato Stampa
MATERA, L'ASILO NIDO 'IL TIGLIO' ADOTTA IL METODO SUZUKI
Il noto sistema didattico per l'apprendimento della musica al centro di un accordo tra la struttura materana e la locale sede dell'Istituto Suzuki
Data del comunicato:
Matera, 25 maggio 2010


Sarà presentato domani,

Comunicato Stampa: Matera, l'Asilo Nido 'Il Tiglio' adotta il Metodo Suzuki


Asilo Nido Il Tiglio - Matera

Comunicato Stampa
MATERA, L'ASILO NIDO 'IL TIGLIO' ADOTTA IL METODO SUZUKI
Il noto sistema didattico per l'apprendimento della musica al centro di un accordo tra la struttura materana e la locale sede dell'Istituto Suzuki
Data del comunicato:
Matera, 25 maggio 2010


Sarà presentato domani, mercoledì 26 maggio, a Matera, alle ore 18.00, nella sede dell'Asilo Nido "Il Tiglio" (in Via Bramante) un nuovo accordo di collaborazione tra la Cooperativa Sociale "Nuova Civiltà" - che gestisce il nido - e l'Istituto Suzuki di Matera; l'intesa è finalizzata a favorire la conoscenza della musica, da parte dei piccoli discenti, attraverso un consolidato metodo didattico che prevede lo sviluppo di elementi ritmici, melodici, coordinativi e disciplinari.

"Il metodo Suzuki" - espone Giovanni Loiudice, presidente della sede materana dell'Istituto - "è stato inventato nel secolo scorso dall'omonimo violinista giapponese, che affidò al linguaggio universale della musica il compito di stabilire nuove regole di apprendimento per i bambini da 0 a 10 anni, attraverso l'emulazione di attività da realizzare insieme ai genitori e la conseguente acquisizione delle nozioni basilari necessarie per intraprendere un indipendente percorso creativo. Occorre specificare che non esiste un Metodo Suzuki che prescinda dall'intervento dei genitori nella lezione, perché il metodo stesso indica la figura della famiglia come indispensabile e centrale".

A partire dal prossimo mese di ottobre, i bambini che frequenteranno "Il Tiglio", per la prima volta a Matera, potranno approcciare all'interessante materia già in aula e, se interessati, parteciperanno ai percorsi didattici specifici, che si terranno a conclusione delle normali attività educative, una volta alla settimana e con la partecipazione attiva dei genitori, che dovranno condividere l'intero processo formativo.

In occasione della presentazione dei nuovi corsi, che prevedono una quota mensile di 50 euro - senza alcun ricavo per la cooperativa che gestisce il nido - sarà possibile assistere ad un concerto per violoncello dei circa trenta bambini che già frequentano l'Istituto Suzuki di Matera, con un repertorio classico adottato dall'organismo internazionale.

"Siamo davvero onorati di accogliere il metodo Suzuki nei nostri programmi" - afferma Mariangela Smacchia, direttrice dell'asilo. "Il nostro centro educativo è ben contento di moltiplicare le attività ludico-formative dei piccoli ospiti e delle loro famiglie, siamo convinti che l'esperienza aiuterà a coltivare la passione per la musica ed a rafforzare il legame familiare, e probabilmente a valorizzare il talento nascosto in ognuno dei nostri bambini".

La sede Suzuki di Matera è l'unica struttura in Basilicata autorizzata dall'Istituto Suzuki Italiano. Tra gli strumenti adottati nei processi didattici successivi figurano violino, violoncello e pianoforte con docenti certificati e riconosciuti dall'Istituto Suzuki Italiano; le sessioni educative attivate presso l'Asilo Nido "Il Tiglio" prevedono l'ausilio di uno strumentario e di materiale audio utile a sviluppare, attraverso ascolti mirati, "la capacità di ascoltare e riconoscere in maniera guidata elementi fondanti la percezione musicale (altezza, intensità, timbro, nochè strutture ritmiche melodiche, armoniche e stilistiche)" creando altresì abilità specifiche legate alla manualità strumentale, grazie alle cosiddette "canzoni per fare".

Per informazioni:
Nuova Civiltà Soc. Coop. a r.l.
Via Trabaci
75100 Matera

Mariangela Smacchia
Mobile +39 335 5399438
_____________________________________________________________

Ufficio Stampa Matera:

ServiziStampa™ by Resolvis®

Via Passarelli, 50
75100 Matera (Italy)
Telefono +39 0835 331871 - Fax +39 0835 1820303
Angelo Tarantino - Mobile: +39 348 8515452
ServiziStampa™ marchio depositato; Resolvis® marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati.
_____________________________________________________________________________
Release 3.0



, a Matera, alle ore 18.00, nella sede dell'Asilo Nido "Il Tiglio" (in Via Bramante) un nuovo accordo di collaborazione tra la Cooperativa Sociale "Nuova Civiltà" - che gestisce il nido - e l'Istituto Suzuki di Matera; l'intesa è finalizzata a favorire la conoscenza della musica, da parte dei piccoli discenti, attraverso un consolidato metodo didattico che prevede lo sviluppo di elementi ritmici, melodici, coordinativi e disciplinari.

"Il metodo Suzuki" - espone Giovanni Loiudice, presidente della sede materana dell'Istituto - "è stato inventato nel secolo scorso dall'omonimo violinista giapponese, che affidò al linguaggio universale della musica il compito di stabilire nuove regole di apprendimento per i bambini da 0 a 10 anni, attraverso l'emulazione di attività da realizzare insieme ai genitori e la conseguente acquisizione delle nozioni basilari necessarie per intraprendere un indipendente percorso creativo. Occorre specificare che non esiste un Metodo Suzuki che prescinda dall'intervento dei genitori nella lezione, perché il metodo stesso indica la figura della famiglia come indispensabile e centrale".

A partire dal prossimo mese di ottobre, i bambini che frequenteranno "Il Tiglio", per la prima volta a Matera, potranno approcciare all'interessante materia già in aula e, se interessati, parteciperanno ai percorsi didattici specifici, che si terranno a conclusione delle normali attività educative, una volta alla settimana e con la partecipazione attiva dei genitori, che dovranno condividere l'intero processo formativo.

In occasione della presentazione dei nuovi corsi, che prevedono una quota mensile di 50 euro - senza alcun ricavo per la cooperativa che gestisce il nido - sarà possibile assistere ad un concerto per violoncello dei circa trenta bambini che già frequentano l'Istituto Suzuki di Matera, con un repertorio classico adottato dall'organismo internazionale.

"Siamo davvero onorati di accogliere il metodo Suzuki nei nostri programmi" - afferma Mariangela Smacchia, direttrice dell'asilo. "Il nostro centro educativo è ben contento di moltiplicare le attività ludico-formative dei piccoli ospiti e delle loro famiglie, siamo convinti che l'esperienza aiuterà a coltivare la passione per la musica ed a rafforzare il legame familiare, e probabilmente a valorizzare il talento nascosto in ognuno dei nostri bambini".

La sede Suzuki di Matera è l'unica struttura in Basilicata autorizzata dall'Istituto Suzuki Italiano. Tra gli strumenti adottati nei processi didattici successivi figurano violino, violoncello e pianoforte con docenti certificati e riconosciuti dall'Istituto Suzuki Italiano; le sessioni educative attivate presso l'Asilo Nido "Il Tiglio" prevedono l'ausilio di uno strumentario e di materiale audio utile a sviluppare, attraverso ascolti mirati, "la capacità di ascoltare e riconoscere in maniera guidata elementi fondanti la percezione musicale (altezza, intensità, timbro, nochè strutture ritmiche melodiche, armoniche e stilistiche)" creando altresì abilità specifiche legate alla manualità strumentale, grazie alle cosiddette "canzoni per fare".

Per informazioni:
Nuova Civiltà Soc. Coop. a r.l.
Via Trabaci
75100 Matera

Mariangela Smacchia
Mobile +39 335 5399438
_____________________________________________________________

Ufficio Stampa Matera:

ServiziStampa™ by Resolvis®

Via Passarelli, 50
75100 Matera (Italy)
Telefono +39 0835 331871 - Fax +39 0835 1820303
Angelo Tarantino - Mobile: +39 348 8515452
ServiziStampa™ marchio depositato; Resolvis® marchio registrato. Tutti i diritti sono riservati.
_____________________________________________________________________________
Release 3.0





--
Postato da Redazione del CorrieredelWeb.it su IL COMUNICATO STAMPA by www.CorrieredelWeb.it

Agenzia Promozione Ricerca Europea: a Trieste il miglior sportello APRE

È a Trieste il miglior sportello italiano dell'Agenzia per la

Promozione della Ricerca Europea - APRE

Il riconoscimento, consegnato a Roma nel corso dell'Assemblea dei soci,

è andato allo sportello più attivo e dinamico a livello territoriale per l'attività svolta nel 2009

Trieste, 25 maggio 2010. Giudicato ottimo, nel rapporto di valutazione, nel monitoraggio delle attività svolte e nell'assistenza individuale, lo sportello APRE (Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea) di Trieste, ospitato in AREA Science Park, è stato riconosciuto come "il più attivo e dinamico" a livello territoriale italiano. L'APRE è un'organizzazione non profit sostenuta da numerose Università e organizzazioni private e pubbliche del mondo della ricerca e dell'industria. Il suo obiettivo è promuovere la partecipazione italiana ai programmi di ricerca e sviluppo finanziati dalla Commissione Europea.

Il riconoscimento, consegnato a Roma nel corso dell'Assemblea nazionale dei soci, in occasione dei festeggiamenti del ventennale APRE, è andato per la prima volta a un unico sportello (nelle precedenti edizioni c'erano diverse categorie), che ha ottenuto la migliore valutazione sull'operato svolto tra i 19 sportelli presenti in Italia. Dal suo esordio nel 2005 ad oggi lo sportello di Trieste ha accresciuto i suoi campi di intervento e le attività, registrando nel solo 2009 un incremento del 25% nell'assistenza individuale alle imprese per la partecipazione e l' accesso ai fondi della Ricerca europea.

"È sicuramente un riconoscimento importante per il lavoro svolto in questi anni – spiega Marta Formia, dirigente Servizio Formazione di AREA, a cui afferisce lo sportello – un lavoro che è stato possibile anche grazie alla recettività del territorio. Il Friuli Venezia Giulia, infatti, è la prima regione italiana in cui è stato istituito un Comitato regionale APRE. Il Comitato, che riunisce tutti i soci APRE della regione (AREA, Friuli Innovazione, OGS, SISSA, Università degli Studi di Udine e Università degli Studi di Trieste), si pone l'obiettivo di migliorare la partecipazione a progetti di ricerca e sviluppo, con un'attenzione particolare ai collegamenti con il tessuto imprenditoriale e al potenziamento della capacità di partecipazione delle PMI al VII Programma Quadro".


Ufficio Stampa AREA Science Park

Francesca Iannelli – Leo Brattoli

tel. 040 3755189 / 040 3755221






--

Postato su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.


IMPRESA, IL DNA DELLA NUOVA CLASSE DIRIGENTE

Oggi, 25 maggio, Facoltà di Economia e Commercio di Catania

IV RAPPORTO FONDIRIGENTI, LUISS GUIDO CARLI E ASSOCIAZIONE MANAGEMENT CLUB

«IL DNA DELLA NUOVA CLASSE MANAGERIALE EUROPEA»

Dall'analisi sono emersi i sei punti chiavi per generare i manager del futuro

CATANIA – Nel giorno in cui la manovra correttiva 2011/2012 arriva sul tavolo del Consiglio dei ministri, preannunciando «un intervento duro, con sacrifici pesanti», a Catania è stato fatto il punto sulla condizione attuale della classe dirigente italiana ed europea, analizzando "pro e contro". Davanti a una platea ben assortita di manager, docenti e soprattutto studenti, questa mattina - martedì 25 maggio alla Facoltà di Economia e Commercio - si è svolto il convegno dal titolo a metà strada tra l'imperativo e l'interrogativo: "Generare classe dirigente. Le nuove competenze manageriali", promosso da Fondirigenti in collaborazione con l'Università Luiss Guido Carli di Roma e l'Associazione Management Club. L'occasione è stata la presentazione del Progetto Emme (European Managerial Model Empowerment), e del IV Rapporto sulla Classe Dirigente, frutto di ricerche, analisi di "buone pratiche" e di quei modelli aziendali e manageriali che hanno saputo coniugare innovazione e produttività con etica e responsabilità sociale. Il tutto con l'obiettivo di superare il disorientamento che ha colpito l'attuale classe dirigente europea e indirizzarla verso "un capitale di fiducia" da ricostruire.

Competenza, fiducia, confronto, ricostruzione. Queste le parole chiave del progetto che mettendo a confronto Italia, Grecia, Romania e Spagna, ha analizzato le rispettive realtà manageriali, tra cui stakeholder, imprenditori e manager: i dettagli sono stati esposti dai rappresentanti degli enti promotori (Federica Lapolla per Fondirigenti, e i partner europei Carlos Pereda per ConfeBask e Konstantinos D. Balaskas per Action), mentre Giorgio Neglia dell'Associazione Management Club, ha tracciato un profilo dell'attuale scenario e dei nuovi paradigmi manageriali. Il dna della nuova classe dirigente deve seguire una visione d'insieme costituita da sei paradigmi: 1. Uscire dalla logica di emergenza 2. Ripartire dalla realtà, ponendo al centro la domanda di concretezza dell'opinione pubblica 3. Governare al rialzo lo sgonfiamento della bolla delle attese sociali, con il suo carico di disillusioni e incertezze 4. Rilanciare il valore della relazionalità 5. Stare nei processi, affrontando i fenomeni per quelli che essi sono 6. Praticare un rapporto più equilibrato con la comunicazione, con il giusto mix tra il fare e il rappresentare. Così la classe dirigente sarà leader come il "pontifex" dell'antica religione romana, costruttore di ponti tra le idee, il capitale umano e la realtà in continua evoluzione.

E se il momento critico che affligge la Grecia si traduce anche nell'aumento della disoccupazione – con 38mila senza lavoro da gennaio 2010 – non è più incoraggiante il quadro spagnolo, con un decremento di sviluppo del 20% e una crisi produttiva che colpisce soprattutto il settore edilizio. Ne viene fuori il ritratto di una classe dirigente europea «ripiegata su stessa – ha sottolineato Rita Santarelli, vice presidente esecutivo dell'Università Luiss Guido Carli – che necessita di un rinnovo per assolvere al compito a cui è chiamata: migliorare lo status quo dell'economia. Noi forniamo gli strumenti culturali e un'analisi attenta sul territorio che, pur non essendo la soluzione, contribuiscono a focalizzare il problema. Il vero cambiamento possono attuarlo soltanto i giovani, la nostra classe dirigente "sana"».

Restringendo il campo di osservazione l'attenzione si è spostata sull'attuale condizione di Catania: «Uscirà indenne dall'effetto Grecia?». A detta del direttore di Confindustria Catania Alfio Franco Vinci e del presidente Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Catania Silvio Ontario la risposta è "sì": «A Catania c'è ancora spazio per le eccellenze – ha affermato Vinci – oggi il 90% degli appartenenti a Confindustria Giovani sono titolari d'azienda, comprese alcune realtà importanti della provincia, rientrando perfettamente nella soglia dei 30/35 anni di età». Un dato incoraggiante «che fa ben sperare nel lavoro che svolgiamo quotidianamente – ha continuato Ontario – attraverso la formazione e l'investimento sulle risorse eccellenti che vanta la nostra provincia».

Al tavolo dei relatori si sono alternati nomi illustri del panorama dirigenziale e manageriale nazionale, del mondo universitario e degli enti di categoria: dal docente ordinario del Dipartimento impresa, culture e società della Facoltà di Economia di Catania Elita Schillaci - che ha curato il coordinamento scientifico del convegno – al presidente Federmanager Sicilia Orientale Gregorio Mirone, che ha sottolineato come «le nuove competenze poggino su meccanismi di selezione, analizzando le reali esigenze della dirigenza, e adeguandole al mercato» . La tavola rotonda conclusiva – moderata dal giornalista de «La Sicilia» Mario Barresi – ha poi visto confrontarsi il direttore Fondirigenti Pietro Fiorentino, il coordinatore scientifico del Progetto Emme Massimo Plescia e l'imprenditore catanese Mario Faro. «La crisi di fiducia riscontrata nei paesi analizzati – ha commentato Fiorentino – è dovuta a una carenza di vere e proprie leadership e all'incapacità di gestire le responsabilità. L'elemento di uscita è rappresentato dal valore aggiunto della conoscenza, intesa come acquisizione di competenza, e da una maggiore attenzione alle realtà territoriali. Questo vale anche e soprattutto per una città come Catania».

Una Catania che oggi più che mai crede nel potenziale di sviluppo affidato alle nuove generazioni: «Ciò che conta è la risorsa uomo – ha sottolineato la Schillaci – e a conferma che il mondo universitario crede nelle giovane promesse, porteremo avanti i dieci migliori progetti d'impresa realizzati nell'arco di un intero anno di studi. Tutti accomunati da una positiva tensione verso il miglioramento».

25 maggio 2010

Milano: workshop "Azioni di contrasto alla crisi" con i Comuni e tutti gli attori territoriali


DAL NORD MILANO DUE PROPOSTE OPERATIVE PER CONTRASTARE LA RECESSIONE:
Nuove aree produttive eco-sostenibili e un Osservatorio permanente delle aziende in crisi

Workshop "Azioni di contrasto alla crisi" con i Comuni e tutti gli attori territoriali
Giovedì 27 maggio 2010 – ore 10.00
Incubatore di imprese innovative LIB
Via Venezia 23 –Sesto San Giovanni


Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo ha voluto organizzare un seminario di lavoro per condividere e approfondire con la Provincia di Milano, i Comuni del Nord Milano, le principali associazioni imprenditoriali e sindacali e altri attori territoriali alcune proposte operative per contrastare la crisi e avviare una nuova fase di crescita, proposte sviluppate in questi mesi nell'ambito del progetto 'Azioni di contrasto alla crisi delle imprese' finanziato dalla Provincia di Milano. Si tratta della realizzazione di nuove Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA) per artigiani e PMI e della sperimentazione, nel Nord Milano, di un modello di Osservatorio permanente delle aziende in crisi.
Il valore di queste due azioni è che possono essere replicate in altre aree della provincia di Milano e che presuppongono un rafforzamento della collaborazione strategica e operativa tra tutti gli attori socio- economici e istituzionali del territorio.

Il Nord Milano, dove opera il 7,2% delle aziende attive nella provincia di Milano (circa 20.500 unità locali) risente, come il resto dell'area metropolitana milanese, della crisi che sta interessando il resto del Paese. Secondo i dati dell'Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Milano, nel primo trimestre 2010 le aziende dell'area che hanno effettuato avviamenti al lavoro sono diminuite del 2,4% rispetto allo stesso periodo del 2009. Una tendenza confermata dal Centro per l'Impiego del Nord Milano che, nel primo trimestre di quest'anno, ha registrato 2.238 dichiarazioni di disponibilità al lavoro, con un incremento del 25% rispetto al primo trimestre 2009, e 586 iscritti alle liste di mobilità, che significa un incremento medio del 46% rispetto al 2010.

Nell'ambito del seminario del 27 maggio sarà inoltre presentato in anteprima un nuovo modello di analisi del mercato del lavoro che restituisce una serie di indicatori sullo stato di salute del sistema produttivo del Nord Milano.
L'immagine che verrà presentata al seminario può essere così riassunta:
- diminuiscono le assunzioni, ma il mondo dello spettacolo continua a creare occupazione;
- cala il numero dei soggetti che assumono, ma aumenta il numero medio di assunti per impresa;
- le aziende affrontano la crisi anche utilizzando diverse modalità contrattuali e la figura dell'apprendista trova principalmente spazio nel settore dei servizi;
- si accentua la terziarizzazione del sistema produttivo e aumenta la richiesta di personale specializzato;
- diminuiscono le aziende che effettuano assunzioni in modo continuativo, ma rimane elevata la vivacità imprenditoriale dell'area.

Partecipano al seminario:
Istituzioni e servizi territoriali: Paolo Del Nero, Assessore alle Attività Economiche, Formazione e Lavoro Provincia di Milano, Carlo Lio, Amministratore Delegato Milano Metropoli, Giorgio Oldrini, Sindaco di Sesto S. G. e Presidente della Conferenza dei Comuni del Nord Milano, Renato Galliano, Direttore Milano Metropoli, Ermes Cavicchini, Direttore C.D.R.L., Massimo Gualzetti, Milano Metropoli, Chiara Pennasi, Direttore BIC La Fucina, Antonella Vegetti, Vice Direttore AFOL Nord Milano, Massimo Marcianò, Assessore alle attività produttive Comune di Bresso, Sebastiano Salpietro, Assessore alle attività produttive Comune di Cusano Milanino, Natascia Magnani, Assessore al Lavoro, Formazione Professionale Comune di Cinisello Balsamo, Marco Ricci, Vice Direttore Generale Vicario B.C.C. di Sesto San Giovanni.

Organizzazioni Imprenditoriali: Maurizio Rossoni, Presidente ufficio territoriale Nord Milano APA Confartigianato Milano, Maurizio Torresani, Consigliere Associazione Imprenditori Nord Milano, Alvise Biffi, Presidente Zona Nord Assolombarda, Marco Vicedomini, Segretario Provinciale CNA Milano, Stefano Valvasson, Direttore Generale CONFAPI Milano, Pasquale Maiocco, funzionario Segreteria Generale Unione Artigiani Provincia di Milano.
Organizzazioni Sindacali: Nino Baseotto, Segretario Generale CGIL Lombardia, Claudio Negro, Segretario Generale Aggiunto UIL Milano Lombardia, Gianluigi Petteni, Segretario Generale CISL Lombardia.

INFORMAZIONE STAMPA
Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo
Pilar Sinusia, sinusia@milanomet.it, tel. 02-24126540-580
www.milanomet.it




--
Postato su MilanoNotizie by www.CorrieredelWeb.it

lunedì 24 maggio 2010

Ars Europa: Corsi cofinanziati

L'associazione Ars Europa cofinanzia corsi di aggiornamento professionale del personale, ad aziende in difficoltà a causa della sfavorevole congiuntura economica.

Le imprese beneficiarie del cofinanziamento devono avere sede operativa in Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto o Emilia Romagna, partecipare con un minimo di tre e un massimo di sei dipendenti a uno o più corsi a scelta tra quelli previsti e disporre di un'aula o laboratorio didattico conforme al D.lgs. 626/94 e successive integrazioni.

Le domande devono pervenire entro il 15 giugno

Per maggiori informazioni:
www.arseuropa.org
cofinanziamento2010@arseuropa.org

****************


BANDO DI PARTECIPAZIONE

Dalla parte delle imprese, contro la crisi

Ars Europa, Net Semiology LAB e Blumediacademy si attivano per venire incontro alle esigenze delle imprese (obbligate dalla morsa della crisi economica a ridurre i budget per la formazione) riguardo l'aggiornamento professionale del personale.

Attraverso il cofinanziamento dall'associazione Ars Europa, di una parte del costo, Net Semiology LAB e Blumediacademy offrono la possibilità di organizzare una serie di corsi di alta formazione e aggiornamento professionale, presso la sede delle aziende che ne faranno richiesta, entro il 15 giugno.

I corsi, per essere cofinanziati, prevedono la partecipazione da un minimo di tre persone a un massimo di 6 e sono rivolti solo ad aziende con sede operativa in una delle seguenti regioni:

Lombardia
Piemonte
Liguria
Veneto
Emilia Romagna

e che abbiano a disposizione un'aula /laboratorio didattico,in cui gli impianti e le attrezzature utilizzati durante lo svolgimento delle lezioni rispondano ai requisiti previsti dal D.lgs. 626/94 e successive integrazioni.

L'elenco dei corsi, uno o più, a scelta, è il seguente:

ADOBE PHOTOSHOP CS5 - 40 ore

WEB DESIGN e ADOBE DREAMWEAVER CS5 - 40 ore

WEBCOM 2010 - 60 ore

AGGIORNAMENTO WEBCOM 2010 (solo per chi ha già seguito il corso WEBCOM 2010) - 16 ore

ART SEMIOLOGY - 20 ore

DIGITAL WEB VIDEO PRODUCER - 30 ore

COMUNICAZIONE SCRITTA E VERBALE - 30 ore

COMUNICAZIONE VISIVA e NUOVE TECNOLOGIE - 20 ore

Le date di svolgimento delle lezioni saranno concordate tenendo conto delle esigenze lavorative delle aziende in sintonia con gli impegni dei docenti.

Saranno accettate solo le domande pervenute entro e non oltre il 15 giugno 2010 all'indirizzo cofinanziamento2010@arseuropa.org o al fax 02 91390509 (RIF. cc2010)

Per ricevere i programmi dei corsi o per richiedere maggiori informazioni inviare una mail a cofinanziamento2010@arseuropa.org o visitare il sito www.arseuropa.org


***********************
Da: Ars Europa <informa@arseuropa.org>

domenica 23 maggio 2010

MANAGEMENT VALORIZZARE COMPETENZE CRISI

Martedì 25 maggio, ore 10.00, Aula 1, Facoltà Economia e Commercio – Catania

CATANIA, PRESENTAZIONE DEL IV RAPPORTO SULLA CLASSE DIRIGENTE

«COME VALORIZZARE LE COMPETENZE IN TEMPI DI CRISI»

promosso da Fondirigenti, Luiss Guido Carli, e Associazione Management Club

Convegno sul progetto di sviluppo manageriale “Emme”

CATANIA – «Nel nostro Paese si individuano una serie di casi di eccellenza e buone pratiche di giovani imprenditori e manager che, pur con difficoltà, sono la testimonianza che esiste da noi un enorme potenziale di risorse, energie, professionalità e idee che non attende altro che trovare l’occasione per esprimersi». Scrive così Luca Cordero di Montezemolo nella prefazione al IV Rapporto sulla Classe Dirigente, promosso da Fondirigenti, in collaborazione con l’Università Luiss Guido Carli di Roma e l’Associazione Management Club (Amc).

Oltre 350 pagine in cui viene scandagliato il mondo manageriale, i comportamenti e le responsabilità della “grande finanza”, della “grande industria”, dell’alta amministrazione e dei governi durante il periodo della crisi.

Come hanno agito e reagito le menti imprenditoriali «più brillanti» di fronte al precario scenario economico? In che modo alcune “colonne portanti” dell’Unione Europea – come Italia, Francia, Regno Unito e Germania – si sono interfacciate con le popolazioni attraverso la loro classe dirigente?

Le risposte emerse dallo studio approfondito nel volume verranno discusse – per la prima volta in Sicilia – martedì 25 maggio, alle 10.00, nell’Aula 1 della Facoltà di Economia e Commercio (Corso Italia 55) di Catania, in occasione del convegno “Generare classe dirigente. Le nuove competenze manageriali”, organizzato dai citati enti.

Un incontro – con il coordinamento scientifico di Elita Schillaci, docente ordinario della Facoltà di Economia, Dipartimento impresa, culture e società - in cui saranno esposti i risultati del Progetto di sviluppo manageriale Emme (European Managerial Model Empowerment) nato dalla volontà di trasferire un modello del “Made in Italy” in altri Paesi europei.

Al convegno interverranno: il preside della Facoltà di Economia Carmelo Buttà, il presidente di Confindustria Catania Domenico Bonaccorsi di Reburdone, il presidente di Federmanager Sicilia Orientale Gregorio Mirone.

A seguire le relazioni di Federica Lapolla di Fondirigenti e dei partner europei del progetto Emme, di Giorgio Neglia dell’Associazione Management Club, e di Rita Santarelli, vice presidente esecutivo dell’Università Luiss Guido Carli; e la tavola rotonda - moderata dal giornalista del quotidiano “La Sicilia” Mario Barresi, a cui parteciperanno: il direttore di Fondirigenti Pietro Fiorentino, il coordinatore scientifico del Progetto “Emme” Massimo Plescia, il docente della Facoltà di Economia di Catania Maurizio Caserta, il presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Catania Silvio Ontario, e l’imprenditore Mario Faro del Gruppo Piante Faro. Conclude Elita Schillaci.

23 maggio 2010



----------
Da: I PRESS i.press@email.it>

CorrieredelWeb..arriva TuttoArredamento

Nuovo newsblog tematico per CorrieredelWeb.it, l'informazione fuori e dentro la Rete:

nasce TuttoArredamento

Tutto sul mondo del design, della progettazione, arredamenti e complementi d'arredo 



News network del CorrieredelWeb.it


TuttoFiere 
Tutto sul mondo delle manifestazioni fieristiche con focus su quelle italiane. Esposizioni, convegni, presentazioni, nuove iniziative, mostre, eventi.

TuttoMostre Tutto sul mondo delle mostre culturali e artistiche, vernissage, esposizioni. L'arte e la cultura in tutte le loro manifestazioni: pittura contemporanea e storica, scultura, fotografia, ecc

TuttoFormazione Formazione per trovare occupazione, sviluppare la propria professionalità e trovare nuove opportunità di lavoro. Master, corsi proposti da università, scuole di alta specializzazione. Segnalazioni di stage e borse di studio.

TuttoTeatro  Tutto sulllo mondo del teatro: spettacoli, musical, eventi, corsi di recitazione, laboratori teatrali, inviti alle prime per la stampa

TuttoDisco
Tutto sul mondo della musica nei suoi diversi generi. Locali, tendenze, nuove produzioni, dj, eventi.

TuttoPoesia 
Tutto sul mondo della poesia e della letteratura. Libere composizioni, concorsi nazionali e locali. Presentazioni ed eventi culturali

TuttoICT Tutto sul mondo dell'Information & Communication Technology. Telecomunicazioni fisse e mobili, hi-tech, new media, Internet, web 2.0

TuttoFotografie La Comunicazione e l'informazione attraverso solo immagini e fotografie.

OggiArte L'arte e la cultura in tutte le loro manifestazioni: pittura contemporanea e storica, scultura, fotografia, ecc

MilanoNotizie  utte le notizie sul Comune di Milano e il suo hinterland. Politica, Cultura, Ambiente, Mobilità, Eventi, Infrastrutture e Trasporti, Urbanistica, Tempo libero, Ecopass, verso l'Expo 2015..

Eco-Sostenibile  La sostenibilità declinata a 360° gradi: ambiente, energia, mobilità, turismo, bioedilizia e urbanistica, innovazione e sviluppo, produzione e consumi. Iniziative, progetti, studi, rapporti, convegni, mostre, fiere, eventi. Per un mondo a misura del pianeta Terra.

Il Comunicato Stampa  per i cs da inviare con il semplice invio di un'email senza necessità di accrediti.

TuttoTurismo Tutto sul mondo del turismo: località, itinerari, alberghi, hotel, agriturismi, camping, bed & breakfast, villaggi turistici, tour operator. Offerte promozioni, proposte per le vacanze ed il tempo libero.



CorrieredelWeb.it  e Nuovo CorrieredelWeb per tutto quanto attiene al mondo della comunicazione e dell'informazione.



Giornale online realizzato da una redazione virtuale composta da giornalisti e addetti stampa, professionisti di marketing, comunicazione, PR, opinionisti e bloggers. Il CorrieredelWeb.it vuole promuovere relazioni tra tutti i comunicatori e sviluppare in pieno le potenzialità della Rete per una comunicazione democratica e partecipata.

Anche su FaceBook: http://www.facebook.com/CorrieredelWeb





domenica 16 maggio 2010

Pubblica istantaneamente le tue news!

Pubblica istantaneamente le tue news!
Il tuo comunicato stampa pubblicato su IL COMUNICATO STAMPA con il semplice invio di un'email o un MMS a: comunicato [punto] comunicatostampa2 [at] blogger [punto] com


Istruzioni:
  1. Inserire il titolo del comunicato nell'oggetto ed il testo direttamente nel corpo dell'email.
  2. Eventuali immagini devono essere di poco peso (e in jpg e gif) e possono essere aggiunte in allegato.
  3. Si sconsiglia l'uso di caratteri accentati o simboli non alfanumerici perche' potrebbero non essere ripubblicati correttamente
  4. Non allegare mai testi o pdf!!!

--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 13 maggio 2010

Lezioni e Skype per un inglese ottimale

Spesso ci si mette in testa di seguire un coso di lingua inglese per migliorare la propria conoscenza della lingua inglese. Sembra impossibile ma, ancora più spesso, ci si rinuncia a causa della mancanza di tempo e denaro. Ora molto probabilmente è arrivata la soluzione “ai nostri mali”, sono arrivate le lezioni di inglese facili da seguire.

Non stiamo uscendo di testa, semplicemente da oggi le lezioni di inglese si prendono su Skype. Infatti, un sito italiano (SNEnterprise), si propone di insegnare l'inglese su Skype. Attraverso l'affiancamento diretto dello “studente”, verranno perfezionati tutti gli aspetti della lingua inglese scritta e parlata.

Il tutor madre lingua, ci seguirà tramite conferenza e chat di Skype e ci insegnerà la lingua inglese senza doverci muovere da casa. Nel tempo libero, nelle pause a lavoro, dopo la scuola, qualsiasi momento sarà quello giusto per “andare” a lezione di inglese. Decisi gli orari insieme al tutor, ci si incontrerà online e si potrà seguire la lezione con la possibilità di interagire facilmente.

Svariate le tipologie dei corsi disponibili, dall'inglese accademico per gli studenti all'inglese commerciale per coloro che l'inglese lo usano per lavoro, tutti potranno seguirà comodamente un corso personalizzato di lingua inglese commerciale o accademica tranquillamente dalla propria abitazione e migliorare le proprie conoscenze.

Per le RIPETIZIONI a MILANO c’è UNI-SERVICE, il network didattico al Servizio dello Studente.

UNI-SERVICE è il network di docenti nato per soddisfare ogni tipo di richiesta per le RIPETIZIONI da parte di tutti gli studenti di MILANO.

Non è importante che età ha lo studente o cosa studi dato che UNI-SERVICE ha come missione soddisfare ogni tipo di richiesta relativa alle lezioni private.

Grazie ad un network che conta oggi circa 700 docenti qualificati e specializzati operativi su Milano, UNI-SERVICE può seguire con le ripetizioni tutti gli studenti del capoluogo meneghino, dagli universitari a quelli delle scuole primarie passando per gli studenti delle scuole superiori.

Per ogni studente un incontro conoscitivo gratuito mira a definire un programma specifico di ripetizioni, gli obiettivi da perseguire e i tempi per raggiungerli con successo.

Non esistono obiettivi impossibili nello studio e la serietà, l’impegno e la costanza pagano sempre.

Come dicevano i nostri progenitori, REPETITA IUVANT e questo è anche il motto di UNI-SERVICE.

Visita il nostro sito internet www.ripetizionimilano.com e contattaci all’indirizzo mail info@ripetizionimilano.com o telefonaci al 329 18 45 525 per fissare un incontro di valutazione gratuito e senza impegni con il docente più adatto a te e un nostro responsabile.

Contatti:

UNI-SERVICE

Tel: +39 329 184 5525

Email: info@ripetizionimilano.com
www.ripetizionimilano.com

Formazione Rifiuti: Sistri e analisi rifiuti

FORMAZIONE PERMANENTE SUI RIFIUTI

_____________________________________

Fatta l'iscrizione al SISTRI, i soggetti obbligati devono, in tempi brevi, familiarizzare col nuovo adempimento (per alcuni dal 13 luglio, per altri dal 12 agosto).
Ci sarà però una fase nella quale sarà necessario far convivere il SISTRI con Registri e Formulari.
Si tratta allora di capire cosa fare, come farlo e cosa accade se non si adempie.

Per questo Edizioni Ambiente, nel programma della Formazione sui Rifiuti, propone due seminari, le cui iscrizioni si chiuderanno nei prossimi giorni.

Rifiuti e Sistri: come operare

Roma, venerdì 21 maggio 2010
Relatori:
Paola Ficco
(Giurista ambientale)
Claudio Rispoli (Chimico – Esperto in gestione dei rifiuti, Consulente ADR)
Daniele Bagon (Segretario Sezione regionale Liguria, Albo nazionale gestori ambientali)

Per consultare il programma e iscriversi al seminario del 21 maggio 2010 >>


Milano, lunedì 24 maggio 2010

Relatori:
Gabriele Taddia (Avvocato in Ferrara)
Claudio Rispoli (Chimico – Esperto in gestione dei rifiuti, Consulente ADR)
Daniele Bagon (Segretario Sezione regionale Liguria, Albo nazionale gestori ambientali)

Per consultare il programma e iscriversi al seminario del 24 maggio 2010 >>

In questa delicata fase di transizione normativa, resta sempre in primo piano il tema dell'analisi e caratterizzazione dei rifiuti, con i connessi problemi di responsabilità, campionamento e conformità normativa.

Sul tema, la Formazione sui Rifiuti prevede un seminario:

Le analisi sui rifiuti:
aspetti tecnici e aspetti giuridici in ordine alle responsabilità del produttore,
del gestore e del laboratorio di analisi

Roma, giovedì 27 maggio 2010
Relatori:
Loredana Musmeci (Direttore Reparto Suolo e Rifiuti Istituto Superiore di Sanità – ISS)
Claudio Rispoli (Chimico – Esperto Adr)
All'incontro parteciperà Pasquale Fimiani, Giudice presso la Corte di Cassazione, per illustrare i suoi studi sugli argomenti oggetto di discussione, partecipando al dibattito con i presenti per lo scambio delle rispettive esperienze teorico-pratiche.

Per consultare il programma e iscriversi al seminario del 27 maggio 2010 >>



Per maggiori informazioni >>

www.reteambiente.it

Segreteria organizzativa
Rossana Franzoni
telefono 02 45487380
segreteria.formazione@reteambiente.it

Edizioni Ambiente srl
via N. Battaglia 10
20127 Milano
telefono 02 45487277
fax 02 45487333
www.edizioniambiente.it
www.reteambiente.it

mercoledì 12 maggio 2010

RAEE: distribuzione e one-to-one

FORMAZIONE PERMANENTE SUI RIFIUTI

_____________________________________

Gentile lettore,

abbiamo il piacere di inviarLe le informazioni relative ai seminari della Formazione permanente sulla gestione dei rifiuti, previsti in Roma martedì 25 maggio e lunedì 7 giugno e a Milano mercoledì 9 giugno 2010.

RAEE, distribuzione e "one to one":
dal 18 giugno 2010 scattano i nuovi obblighi per commercianti, trasportatori, Comuni e gestori dei Centri di raccolta

Roma, martedì 25 maggio 2010
Relatori:
Maria Letizia Nepi (Vice Segretario Fise Unire – Unione imprese recupero)
Eugenio Onori (Presidente Albo gestori ambientali)

Roma, lunedì 7 giugno 2010
Relatori:
Maria Letizia Nepi (Vice Segretario Fise Unire – Unione imprese recupero)
Eugenio Onori (Presidente Albo gestori ambientali)

Milano, mercoledì 9 giugno 2010
Relatori:
Maria Letizia Nepi (Vice Segretario Fise Unire – Unione imprese recupero)
Daniele Bagon (Segretario Sezione regionale Liguria – Albo nazionale gestori ambientali)




Dal 18 giugno 2010 scatta l'obbligo di ritiro gratuito ("one to one") da parte del sistema della distribuzione.

Il che pone un duplice ordine di esigenze:
* da una parte, quella di attrezzarsi per assicurare tale servizio secondo le modalità di gestione semplificata introdotte dall'imminente Dm, evitando così di incorrere nelle sanzioni previste dalla legge in caso di inadempienza;
* dall'altra, quella di implementare un servizio di trasporto efficiente e conforme alle nuove regole, dal negozio o dal domicilio del cliente all'eventuale luogo di raggruppamento intermedio e quindi da questo alla piazzola comunale o (in caso di Raee professionali) agli impianti di trattamento.

I rivenditori di Aee (apparecchiature elettriche ed elettroniche nuove) non sono gli unici soggetti ad essere coinvolti dalle nuove agevolazioni gestionali: anche gli operatori della manutenzione e i gestori dei centri assistenza risultano tra le categorie interessate.

Peraltro, in vista del completamento della rete di raccolta dei Raee sul territorio nazionale, il nuovo decreto estende anche a (eventuali) Centri di raccolta gestiti dai distributori le stesse disposizioni tecniche e gestionali previste dal Dm 8 aprile 2008, come recentemente modificato.

Il presente seminario ha, pertanto, l'obiettivo di fare chiarezza sul quadro normativo che si è andato via via delineando, rivolgendosi a:
* operatori della distribuzione
* enti di programmazione e di controllo
* gestori dei Centri di raccolta che sono chiamati a ricevere e gestire i Raee provenienti dalla distribuzione.

Il presente seminario viene indetto nelle more della piena operatività della nuova disciplina per consentire agli operatori e alle amministrazioni coinvolti di essere perfettamente e tempestivamente informati e formati per la data del 18 giugno 2010.


Per consultare il programma del 25 maggio 2010 e per iscriversi >>

Per consultare il programma del 7 giugno 2010 e per iscriversi >>


Per consultare il programma del 9 giugno 2010 e per iscriversi >>


Per maggiori informazioni >>

www.reteambien


Segreteria organizzativa
Rossana Franzoni
telefono 02 45487380
segreteria.formazione@reteambiente.it

Edizioni Ambiente srl
via N. Battaglia 10
20127 Milano
telefono 02 45487277
fax 02 45487333
www.edizioniambiente.it
www.reteambiente.it

martedì 11 maggio 2010

Corsi di Web marketing

La web agency Verona si occupa di fornire alle Aziende tutti gli aspetti  importanti per "fare business" tramite internet rete. Nata fondamentalmente come agenzia web marketing col passare del tempo si è specializzata in diverse settori, raggiungendo ottimi risultati in tutti i campi, in particolare offre i seguenti servizi:


Oltre alla consulenza, i nostri interventi si possono allargare anche alla formazione.

Disponiamo sia di corsi "a pacchetto" della durata di una singola giornata che di offerte formative personalizzate come ad esempio mezze giornate o una o più giornate di formazione su argomenti specifici sollecitati dal cliente.

La scelta di quale percorso intraprendere è una decisione che prendiamo insieme al cliente a seguito di un colloquio che cerca di mettere a fuoco l'attuale "situazione web marketing" all'interno dell'azienda.

I vantaggi della nostra offerta di formazione:

esperienza, con alle spalle oltre 6 anni nella consulenza Web Marketing
ottica a 360°, con casistiche in ambiti merceologichi diversissimi
approccio pratico, basate su casi reali e soluzioni che realmente offriamo
flessibilità, con professionisti specializzati in aree diverse del Web Marketing
focus aziendale, con orientamento alla figura del "Reponsabile Web Marketing"
successi ma anche errori, in quanto gestori di progetti indipendenti nostri
A chi si rivolge la nostra offerta di formazione?

Un corso o una giornata formativa sono l'ideale sia per approfondire tematiche Web Marketing di proprio interesse che per iniziare un percorso di avvicinamento alla materia. La formazione web marketing è quindi indicata sia per aziende che già investono in rete che per quelle realtà che partono da zero e hanno anzitutto l'esigenza di inquadrare l'importanza del marketing e della comunicazione in rete all'interno della propria strategia aziendale.


Agenzia web marketing

lunedì 10 maggio 2010

Corso RSPP e ASPP del Macrosettore 9




FormaSicuro e ECOSALUS srl per formare "RSPP e ASPP del Macrosettore 9 "

Nei mesi di maggio e giugno 2010, FormaSicuro intende attivare, in collaborazione con ECOSALUS s.r.l., il corso di formazione di 16 ore per il Modulo B "Formazione specialistica sulla natura dei rischi correlati alle specifiche attività lavorative", finalizzato allo svolgimento della funzione di RSPP – Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e ASPP – Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione per il Macrosettore 9 (Tabella ATECO).

Il corso è rivolto a tutti coloro che, in possesso di un titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, intendono acquisire i crediti formativi necessari per svolgere funzioni di RSPP e ASPP ai sensi del D.Lgs. 81/08, art. 32.

Il macrosettore 9 comprende le attività lavorative svolte in alberghi, ristoranti, immobiliari, informatica, associazioni ricreative, culturali o sportive, servizi domestici, organizzazioni extraterritoriali.

Il corso ha l'obiettivo di far acquisire conoscenze relative ai fattori di rischio ed alle misure di prevenzione e protezione, conferire capacità di analisi per individuare i pericoli e quantificare i rischi presenti negli ambienti di lavoro dello specifico settore, contribuire alla individuazione di adeguate soluzioni tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza per ogni tipologia di rischio ed infine contribuire ad individuare, per le diverse tipologie di settore, gli idonei dispositivi di protezione individuali – DPI.

FormaSicuro fa parte del sistema nazionale di categoria per la formazione professionale e la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, secondo quanto previsto dai contratti e gli accordi collettivi (CCNL 10 luglio 2008 ed Accordi Integrativi) stipulati tra UGL - Federazione Nazionale delle Costruzioni, Federterziario e Federterziario Sud, Confederazione Italiana del Terziario, dei Servizi, del Lavoro autonomo, della Piccola Impresa Industriale, Commerciale e Artigiana.

Per informazioni, scrivere a info@formasicuro.it o telefonare al numero 06.97274023

Kyoto Club: Corso Certificatori energetici degli edifici



Vi presentiamo il nostro prossimo Corso per Certificatori energetici degli edifici (Riconoscimento Emilia Romagna) nell'eventualità di una segnalazione sulle vostre testate.

CORSI DI FORMAZIONE DEL KYOTO CLUB



Corso per Certificatori Energetici degli edifici (Riconoscimento Emilia Romagna)
Roma - 20, 21, 22, 26, 27, 28 Maggio e 3, 4, 5, 12, 14, 15 Giugno 2010
Sede: Polo Didattico
P.zza Oderico da Pordenone 3, 00100 Roma

La professionalità di KYOTO CLUB e la qualità di SACERT si uniscono per organizzare il corso di 72 ore per effettuare la certificazione energetica degli edifici come richiesto dalle ultime Linee Guida Nazionali del 26/09/09.

Il corso per certificatori si rivolge ai tecnici (laureati in architettura, ingegneria, scienze ambientali, e diplomati geometri, periti industriali) regolarmente iscritti ai rispettivi albi di appartenenza che si potranno poi accreditare presso la Regione Emilia Romagna e SACERT. Inoltre, e come previsto dal decreto 4648 del 12 maggio 2009 la Regione Lombardia riconosce i titoli erogati dai corsi riconosciuti in Emilia Romagna, per cui chi lo desidera potrà successivamente accreditarsi presso la Regione Lombardia.

Per informazioni e iscrizioni: Kyoto Club




Per ulteriori informazioni:

Gloria Stazi (Formazione Kyoto Club)

e-mail:
formazione@kyotoclub.org

tel. 06 45439791 fax 0645439795


Provveditorato Bg: Scuola, progetto pro abruzzo post terremoto

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo

- Segreteria particolare -

10 maggio 2010

COMUNICATO STAMPA

Dalla Consulta studentesca e le scuole bergamasche un aiuto all'Abruzzo

Dalla Consulta provinciale studentesca e numerose scuole bergamasche è stato grande l'impegno per azioni concrete di solidarietà e di vicinanza a favore delle scuole abruzzesi colpite dal sisma. Con un viaggio a L'Aquila (27 e 28 aprile 2010) si è appena concluso il progetto "Da scuola a scuola… solidarietà con gli studenti abruzzesi" avviato nel mese di aprile 2009 all'indomani del terremoto.

A L'Aquila la delegazione bergamasca ha partecipato ad una serie di incontri con scuole e studenti e ha vissuto in particolare due giorni a stretto contatto con le realtà scolastiche aquilane dell'Istituto "Colecchi" e del Convitto "Cotugno". La delegazione era composta da alcuni ragazzi e ragazze della Consulta Studentesca, dello Sportello Scuola e Volontariato, degli Istituti superiori Quarenghi di Bergamo, Einaudi di Dalmine, Turoldo di Zogno, in rappresentanza delle scuole bergamasche, da delegati dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo (Vittorio Albanese, Giorgio Lanzi, Marco Fumoso), dal dirigente scolastico dell'Istituto Einaudi di Dalmine Stefania Maestrini (con le docenti Nadia Cartasegna e Alice Rovaris) e dal dirigente scolastico dell'Istituto Quarenghi di Bergamo Leonardo Russo (con il docente Vincenzo Lolli).

Ecco tutti gli studenti della delegazione. Per la Consulta studentesca di Bergamo la vicepresidente Viola Bruno (Istituto Ambiveri di Presezzo), Gabriella Salimbeni (Lotto di Trescore), Matteo Palmieri (Amaldi di Alzano). Per il gruppo volontariato dello Sportello Scuola e Volontariato di Bergamo la presidente Andrea Gaia Adami (Istituto Galli di Bergamo) e il vicepresidente Giorgio Di Misa (Quarenghi di Bergamo). Dell'Istituto Quarenghi c'era anche lo studente Andrea Mauri. Inoltre c'erano Chiara Pasta e Marcella Milesi dell'Istituto Turoldo di Zogno; Caterina Maragno, Rosanna Poloni, Ilaria Lombarda dell'Istituto Einaudi di Dalmine.

Il progetto "Da scuola a scuola… solidarietà con gli studenti abruzzesi" si è concretizzato attraverso varie iniziative di solidarietà come una raccolta fondi (si è raggiunta la cifra di circa 23.500 euro) lanciata dall'Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo (ex Provveditorato agli Studi – www.istruzione.bergamo.it) e gestita insieme alla Consulta provinciale studentesca di Bergamo (www.consultastudenti.bg.it). Il pieno utilizzo dei fondi raccolti grazie alla generosità di numerose scuole bergamasche ha permesso il quasi totale finanziamento dell'acquisto del pulmino "Nuovo Caravelle" (marca Volkswagen) a favore del Convitto "Cotugno" di L'Aquila per il trasporto degli studenti.

Tra i vari progetti sviluppati direttamente dalle singole scuole, l'Istituto superiore "Einaudi" di Dalmine ha portato avanti il progetto "… X TE" per far riflettere i giovani sul tema della solidarietà e raccogliere fondi (l'importo raggiunto è di 10.246 euro) consegnati nella due-giorni di aprile all'Istituto "Colecchi" di L'Aquila per la costituzione di una biblioteca multimediale. Le due scuole si sono anche gemellate attraverso questo ponte di solidarietà. "… X TE" negli scorsi mesi si è concretizzato in molteplici attività di sensibilizzazione e per la raccolta fondi destinati alla biblioteca: una marcia non competitiva delle scuole sul territorio di Dalmine, un concorso letterario-multimediale, un concorso fotografico, serate finali di sensibilizzazione e premiazione dei vincitori dei concorsi.

"Sono grato ad ogni scuola che, prendendo spunto dal dramma del sisma abruzzese, ha saputo dare vita a momenti di crescita e maturazione dei propri ragazzi – dichiara Luigi Roffia, dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo - La conclusione di "Da scuola a scuola… solidarietà con gli studenti abruzzesi", in aggiunta ad altri progetti sviluppati direttamente dalle singole scuole, ha reso concreta e visibile la solidarietà dei nostri istituti che spesso si sono organizzati non solo per raccogliere fondi, ma anche per favorire momenti di informazione, dialogo e confronto con gli alunni e gli studenti utili ad aumentare consapevolezza e crescita delle nostre giovani generazioni".


"E' stata una bella esperienza per la nuova Consulta studentesca di Bergamo 2009/2011, nominata lo scorso mese di novembre, che in pochi mesi ha posto in essere una serie di progetti di grande rilievo e significatività utili a far crescere la consapevolezza dei ragazzi – spiega Giorgio Lanzi, docente referente della Consulta provinciale studentesca di Bergamo – In questo modo la Consulta consolida la sua presenza all'interno delle scuole, al servizio della progettualità dei diversi istituti scolastici orobici".

"Il viaggio a L'Aquila ha rappresentato davvero un'esperienza emozionante e molto toccante, di solidarietà e idealmente di vicinanza a tutti gli studenti delle scuole abruzzesi colpite dal terremoto - racconta la studentessa Viola Bruno, 17 anni, vicepresidente della Consulta provinciale studentesca di Bergamo – Abbiamo incontrato tanti nostri coetanei e toccato con mano l'esito devastante del terremoto, in una terra ancora impegnata nella difficile opera di ricostruzione. La Consulta studentesca di Bergamo è peraltro gemellata con la Consulta di L'Aquila, ospitata con una delegazione lo scorso novembre al Passo della Presolana, in occasione della nostra due-giorni di formazione. Alcuni di questi ragazzi hanno perso persone care e oggi L'Aquila è una città fantasma rispetto alla situazione prima del terremoto".

Ecco gli istituti scolastici bergamaschi che hanno materialmente contribuito alla raccolta dei fondi destinati all'acquisto del pulmino: gli Istituti superiori Suardo, Pesenti, Quarenghi, Mascheroni, Santa Bartolomea Capitanio, Falcone, Mamoli, Artistico Manzù, Collegio vescovile Sant'Alessandro di Bergamo, Alberghiero di Nembro, Turoldo di Zogno), Valle Seriana di Gazzaniga, Amaldi di Alzano, Ambiveri di Presezzo, Rubini di Romano di Lombardia; la Direzione didattica di Solza; gli Istituti comprensivi Talpino di Nembro, di Azzano San Paolo, Santa Lucia di Bergamo, Savoia di Bergamo, Lanfranchi di Sorisole, di Cenate Sopra, di Ranica, di Casirate d'Adda, di Villa d'Almé, Giovanni Paolo II di Vertemate (Como). Un ringraziamento anche ai Comitati genitori degli Istituti superiori Vittorio Emanuele II e Falcone di Bergamo. L'Istituto Suardo di Bergamo ha inoltre svolto una preziosa azione amministrativa e contabile a sostegno dell'intero progetto.

"Siamo molto felici dell'ottimo riscontro ottenuto dal nostro progetto "… X TE" sviluppato dai nostri studenti e docenti con il patrocinio dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo e del Comune di Dalmine. dichiara Stefania Maestrini, dirigente scolastico dell'Istituto Superiore "Einaudi" di Dalmine – E' stata un'esperienza molto toccante anche far parte della delegazione rimasta a L'Aquila il 27 e 28 aprile. Queste due giornate sono state molto intense e hanno lasciato in tutti una profonda amarezza nel vedere una città, nota per le sue bellezze e la sua vivacità, così vuota e desolante, abitata solo dall'esercito, dalla protezione civile e dai cani randagi. Molto gratificante è stato invece il momento in cui le nostre allieve hanno consegnato l'assegno per la biblioteca agli studenti e al dirigente scolastico Carlo Fonzi dell'Istituto "Colecchi", che peraltro in passato aveva insegnato proprio all'Istituto "Einaudi" di Dalmine".

Tra i recenti progetti e attività della Consulta studentesca di Bergamo si segnalano:

Sono in corso i tornei di calcio, basket, pallavolo; le selezioni di "Sound Contest": concorso musicale per gli studenti delle superiori

Giornata della solidarietà studentesca con la popolazione di Haiti, il 30 aprile 2010 allo Spazio Polaresco di Bergamo

Partecipazione con un video al convegno relativo al progetto "Piazza reale – Piazza virtuale" sulle modalità di comunicazione e relazione degli adolescenti, il 16 aprile 2010 all'Università di Bergamo

Incontro per le scuole superiori con la Comunità di San Patrignano in occasione dello spettacolo antidroghe "Fughe da Fermi" il 19 marzo 2010 a Bergamo

Partecipazione alla Giornata della Memoria al Teatro Donizetti di Bergamo, 27 gennaio 2010

Incontro con Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, a colloquio con oltre mille studenti al convegno "Legalità è partecipazione. Un'economia libera dalla mafia" il 28 novembre 2009 al Seminario di Bergamo

Corso sulla legalità con Libera di Bergamo e la libreria Ubik A.S. 2009/2010

Inoltre il presidente della Cps di Bergamo Niccolò Fabrizi (studente al liceo Sarpi di Bergamo) è stato nominato referente del Coordinamento delle Consulte provinciali studentesche della Lombardia



----------
Da: Ufficio Scolastico di Bergamo - Progetto Comunicazione capezzuto@istruzione.bergamo.it
Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI