martedì 26 aprile 2011

Master in web marketing di Ateneo Impresa

Il web è il tuo mondo? Vorresti fare della comunicazione 2.0 il tuo mestiere? Allora non perdere l'occasione di partecipare al Master Web e Social media di Ateneo Impresa, un'occasione unica per approfondire tutti gli aspetti legati al web e al marketing, alla comunicazione d'impresa e all'attività dei social network.

Ateneo Impresa tra l'altro, ha impostato i suoi master per permettere ai suoi studenti di trovare subito il posto di lavoro voluto, nel più breve tempo possibile. A tal fine sono stati stretti importanti rapporti di partnership con aziende ed enti presso i quali poi saranno svolti gli stage importantissimi per l'inserimento effettivo nel mondo del lavoro di questo settore.
Aziende come Adidas, Ikea, Nascar, Zanox e Dada, solo solo alcune tra quelle che hanno richiesto ad Ateneo Impresa di accogliere i propri allievi per lo stage previsto.

Se anche tu vuoi informazioni su questo e sugli altri Master Ateneo Impresa, invia una email all'indirizzo: selezioni@ateneoimpresa.it oppure visita il sito web: www.ateneoimpresa.it

Corso su Facebook e YouTube gratis a Udine con Davide Nonino

Mercoledì 11 maggio dalle 18.30 alle 20.00 presso la Sala Multiseum del Città Fiera a Udine si terrà la seconda edizione del corso di Marketing sui social network tenuto da Davide Nonino, online reputation specialist presso un’agenzia di comunicazione e marketing di Udine e nostro coworker.

Il workshop è dedicato alla presenza delle aziende sui social network come strumento per comunicare e promuovere prodotti e servizi alla luce delle ultime novità introdotte dalle piattaforme sociali e alle nuove opportunità di coinvolgimento degli utenti sui social network più diffusi in italia.

OBIETTIVO
Fornire istruzioni concrete, esempi pratici delle aziende che già ci sono e strumenti operativi che permettano di acquistare visibilità sui media sociali all’interno di una più ampia strategia di web marketing.

PROGRAMMA DEL WORKSHOP
Facebook
· le nuove pagine pubbliche (fan page): opportunità, personalizzazione e interazione con l’utente;
· Facebook Ads, fare pubblicità su Facebook. Strategie, annunci e budget;
· Facebook Deals: da Facebook al punto vendita e ritorno;
· Social plugin e insights: viralità e analisi statistiche su Facebook.

· caricamento, tempi e ottimizzazione video;
· visibilità dei video su YouTube;
· embedding e diffusione video, elementi di buzz marketing.
Dibattito e approfondimenti

ISCRIZIONE AL WORKSHOP
L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

Per motivi organizzativi si prega di comunicare la propria adesione al workshop entro lunedì 9 maggio 2011 inviando una mail a coworkingudine@gmail.com o telefonando al num. 0432 544660 .

martedì 19 aprile 2011

Ecolamp: 40mila visitatori alla mostra Lamp&Rilamp

Si chiude la terza edizione di Lamp&RiLamp,

raggiungendo quota 40.000 visitatori complessivi!

Sono 40 mila gli italiani che visitando la mostra itinerante in questi tre anni si fanno portatori di un messaggio di eco sostenibilità e attenzione all'ambiente

Milano, 19 aprile 2011 - Si è conclusa domenica 17 aprile a Trieste, con un totale di circa 40.000 visitatori complessivi di cui 14.000 studenti, la terza edizione del tour della mostra polisensoriale Lamp&RiLamp promossa da Ecolamp allo scopo di sensibilizzare gli italiani riguardo il corretto comportamento da adottare nel momento in cui una lampadina a basso consumo si esaurisce. La terza edizione della mostra ha toccato undici piazze italiane, che si sommano alle nove tappe dello scorso anno e alle undici del 2009.

I 40.000 visitatori, tra famiglie e studenti delle scuole medie, rappresentano un successo per un'iniziativa educational nata da un Consorzio che si occupa di un tema tanto delicato quanto di nicchia per la popolazione e che ha voluto, attraverso questa campagna itinerante di respiro nazionale, sensibilizzare l'opinione pubblica sulle nuove modalità di raccolta differenziata dei RAEE, con particolare attenzione alle lampade fluorescenti esauste. Queste, a differenza delle vecchie lampadine ad incandescenza, sono più efficienti e permettono un considerevole risparmio energetico, ma esaurendosi diventano rifiuti pericolosi da portare presso l'isola ecologica più vicina, dove si trovano gli appositi contenitori Ecolamp, o da restituire presso un punto vendita al momento dell'acquisto di quelle nuove, così come previsto dal DM "Uno contro Uno", in vigore dal 18 giugno 2010.

L'esposizione interattiva è stata ideata partendo dal coinvolgimento diretto dei visitatori: cinque moduli illustrano la storia dell'illuminazione, i numeri, le caratteristiche e il perché della necessaria raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, ma anche le fasi successive di trattamento, che permettono di recuperare sino al 95% dei materiali e di mettere in sicurezza le sostanze pericolose, tra cui il mercurio. Alla fine del proprio ciclo di vita, infatti, le lampadine fluorescenti non devono essere gettate nel sacco dei rifiuti indifferenziati o nei contenitori per il vetro.

"La terza edizione della mostra Lamp&RiLamp ha ripetuto e superato il successo delle scorse edizioni e ciò è stato possibile grazie a un crescente interesse da parte delle amministrazioni comunali ed in particolare dei cittadini, delle famiglie e delle scuole che, nello specifico, hanno risposto con entusiasmo alla proposta di un percorso didattico interattivo come Lamp&RiLamp" afferma Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp. "Il nostro impegno continuerà affinché sempre più persone vengano sensibilizzate verso un tema tanto specifico come quello del riciclo e del trattamento delle lampadine a basso consumo energetico. L'obiettivo è senza dubbio quello di portare progressivamente i cittadini ad azioni concrete e consapevoli di salvaguardia dell'ambiente e di corretta gestione di questi rifiuti giunti a fine vita."

Sito dedicato: Lamp&RiLamp Press Area: www.ecolamp.it/comunicazione/

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Desiree Ferrari, dferrari@concadelachi.com Tel. 02/48193458

Marketing & Comunicazione Ecolamp: Andrea Pietrarota, pietrarota@ecolamp.it Mob. 348/5988469

Martina Cammareri, cammareri@ecolamp.it Tel. 02/37052936

venerdì 15 aprile 2011

Istituto Quasar: Presentazione del 12° Master in Hypergraphics

Parte il 13 maggio 2011 la 12ma edizione di Hypergraphics, percorso completo avanzato di modellazione, texturing e animazione 3D complessa basato su Maya.
Presentazione: martedì 19 aprile alle ore 18:30 presso la sede dell'Istituto Quasar – Via Nizza 152 – Roma.



L'Istituto Quasar organizza, con il patrocinio dell'Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, la dodicesima edizione del MASTER IN HYPERGRAPHICS 3D, per la gestione e la realizzazione di progetti 3D di qualunque genere e tipo per stampa, video e report su altri medium audiovisivi per elaborati finali statici (tavole) e dinamici (animazione 3D).





Il Master, rivolto a chiunque voglia imparare l'animazione 3D complessa, gli effetti visuali e di post processing e la visualizzazione statica ed animata, permette anche il conseguimento dei certificati Autodesk per i software previsti, grazie alla didattica certificata dell'Istituto Quasar - Autodesk Authorized Training Center.



Fondato dall'Istituto Quasar nel 1999 e giunto alla sua dodicesima edizione, è stato il primo Master del settore e la sua particolare frequenza di venerdì sera e sabato mattina lo rende adatto a chi ha impegni durante la settimana o è fuori sede. La durata è di 450 ore con esercitazioni assistite (tutoraggio on line).




I migliori lavori realizzati dagli studenti del Master sono oggetto di pubblicazione sulle testate
Imago Edizioni (casa editrice leader in Italia nel campo della computer grafica) e tramite altri canali editoriali dell'Istituto Quasar.



La presentazione della dodicesima edizione, a cura del coordinatore del Master Antonio De Lorenzo, si terrà martedì 19 aprile 2011 alle ore 18:30.

Info e Prenotazioni: 06.8557078 - www.istitutoquasar.com



Istituto Quasar Design University Roma

Ufficio Stampa


Via Nizza 152 - 00198 Roma

+39.06.8557078 - stampa@istitutoquasar.com


www.istitutoquasar.com

mercoledì 13 aprile 2011

QOS 21 Aprile 2011: Lecture Net.Art.Media.Activism. di Vito Campanelli

Quarto appuntamento di Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar con la lecture Net.Art.Media.Activism. di Vito Campanelli - Ottico e tattile nel Web: analisi delle modalità percettive del contemporaneo. Giovedì 21 aprile dalle ore 18:00 presso la sede dell'Istituto in Via Nizza 152 a Roma.


Le diverse epoche storiche sembrano essere caratterizzate da una propria specifica modalità percettiva. Cosa contraddistingue, oggi, il nostro rapporto con i media digitali?

Attraverso una breve ricostruzione storica (da Wölfflin a Riegl, da Deleuze a Laura U. Marks), Vito Campanelli - teorico dei nuovi media - evidenzierà come la tensione tra percezione ottica e tattile costituisca il fil rouge che tiene unite le principali ere: dall'arte egizia a quella contemporanea fino alla new media art.


L'obiettivo principale della lecture sarà quello di provare a definire la specificità dell’esperienza sensoriale di oggi.
L’attenzione, dunque, sarà rivolta prima alle immagini (cinema e video arte) prodotte attraverso media già in uso nel secolo passato, per poi soffermarsi sull’universo visuale scaturito dalla diffusione planetaria dei media digitali ed in particolare sul fenomeno della new media art.


I quesiti sui quali si discuterà saranno: che rapporto abbiamo con il Web 2.0 e l’interattività? Da cosa dipende l’enorme successo dei social network, come Facebook e Twitter, e perché carichiamo i nostri video su Youtube? Cosa proviamo di fronte ad un urban screen o durante la performance di un VJ? L’esperienza nel Web è solo ottica o nasconde altro?





QOS 2011
La lecture di Vito Campanelli è il quarto appuntamento di Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar 2011, la risposta dell’Istituto Quasar all’attuale tendenza evolutiva nel lavoro, nell’arte e nella vita, che sta rendendo sempre più incerto il concetto tradizionale di professione.
QOS coinvolge i principali protagonisti del panorama artistico contemporaneo, tra cui designers, grafici, architetti, fotografi, artisti e studiosi, che ne esplorano i limiti ampliandone senso e potenzialità.


Il prossimo ospite di QOS 2011 sarà Hogre: la sua lecture sulla street.art. si svolgerà il 19 maggio 2011.



Vito Campanelli
Vito Campanelli, teorico dei nuovi media, è docente di 'Teoria e tecniche delle comunicazioni di massa' presso l'Università degli Studi di Napoli 'L'Orientale'. E' curatore freelance e promotore di eventi nell'ambito della cultura digitale ed è socio fondatore dell'associazione culturale MAO - Media & Arts Office ONLUS. I suoi saggi dedicati alla cultura e alle arti digitali sono regolarmente pubblicati in ambito internazionale. La sua più recente pubblicazione è 'Web Aesthetics: How Digital Media Affect Culture and Society' (Institute of Network Cultures of Amsterdam/NAi Publishers Rotterdam, 2010).
www.vitocampanelli.it / / / www.mediartsoffice.eu / / / www.webaesthetics.info



Ideazione e Coordinamento QOS Quasar OuterSpace / / / Prof. Carlo Prati



Info e Prenotazioni: 06.8557078 - www.istitutoquasar.com


Istituto Quasar Design University Roma

Via Nizza 152 - 00198 Roma

eventi@istitutoquasar.com - 06.8557078
www.istitutoquasar.com

Giochi di parole e scrittura creativa

I giochi di parole sono una delle leve della scrittura creativa per poter facilitare la capacità espressiva e aprire un vero e proprio flusso creativo per chi deve scrivere. Non c’è infatti nulla di peggio e di leggendario della famosissima pagina bianca e dell’altrettanto mitico blocco dello scrittore.

Ecco, i giochi di parole e i giochi linguistici, spesso possono aiutare a sbloccare la situazione e ad aprire la mente alla ricerca di nuove idee di scrittura. Acrostici ed anagrammi sono i più famosi fra i giochi di parole, tuttavia ogni schema ludico che ha a che fare con le parole è perfetto per migliorare la propria scrittura ed aprire il proprio vocabolario mentale oltre i pochi termini che vengono utilizzati quotidianamente.

Qualche esempio? Provate a prendere delle parole che non c’entrano nulla l’una con l’altra e provate a creare una storia con queste parole che abbia un suo senso, anche se fantastico. E’ un gioco di parole o un esercizio di scrittura creativa? E’ entrambi e vi permette di uscire dai soliti schemi mentali per aprirvi alle porte delle opportunità narrative che possono così nascondersi anche dietro quello che solo apparentemente è un gioco banale.

Buona scrittura a tutti, sulla rete e anche sulla carta.

martedì 12 aprile 2011

Lamp&Rilamp 11: Trieste conclude la mostra sul riciclo delle lampade a basso consumo esauste



A Trieste l'ultima tappa del mostra Lamp&Rilamp 2011

Trieste ospita l'ultima tappa della mostra polisensoriale di Ecolamp volta a sensibilizzare cittadini e scuole sulla raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste

Da martedì 12 aprile a domenica 17 aprile - dalle ore 9.00 alle 19.00 – Piazza Borsa

Ingresso libero


Milano, 11 aprile 2011 - Da martedì 12 aprile fino a domenica 17 aprile, Trieste ospiterà l'ultima tappa della mostra polisensoriale Lamp&RiLamp edizione 2011 promossa dal Consorzio Ecolamp, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dello Sviluppo Economico, nonché del Comune di Trieste, che si terrà in Piazza Borsa, dalle ore 9.00 alle ore 19.00 con ingresso libero. Trieste segna la fine della terza edizione della mostra che dopo undici tappe in giro per l'Italia, tra cui Lamezia, Agrigento, Palermo, Cagliari, Sassari, Cuneo, Aosta, Novara, Trento e Udine, si conclude accrescendo il successo delle passate edizioni e raggiungendo così oltre 40.000 visitatori complessivi di cui quasi 14.000 studenti.

La mostra ha come obiettivo quello di informare l'opinione pubblica sull'importanza di portare le lampadine esauste integre all'isola ecologica più vicina, dove si trovano gli appositi contenitori Ecolamp, o di restituirle presso un punto vendita al momento dell'acquisto di quelle nuove, così come previsto dal DM "uno contro uno", in vigore dal18 giugno 2010.

L'esposizione interattiva prevede il coinvolgimento diretto dei visitatori: cinque moduli illustrano la storia dell'illuminazione, i numeri, le caratteristiche e il perché della necessaria raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, ma anche le fasi successive di trattamento, che permettono di recuperare sino al 95% dei materiali e di mettere in sicurezza le sostanze pericolose, tra cui il mercurio. Alla fine del proprio ciclo di vita, infatti, le lampadine fluorescenti non devono essere gettate nel sacco dei rifiuti indifferenziati o nei contenitori per il vetro.

"Si tratta di un'importante occasione informativa – sottolinea l'assessore allo Sviluppo Economico e Turismo del Comune di Trieste, Paolo Rovische ben si inserisce nell'ambito della campagna di comunicazione sulla raccolta differenziata a Trieste. I Triestini sono sempre attenti e rispettosi delle regole, oltre ad aver maturato una spiccata sensibilità ambientale. Lamp&Rilamp avrà quindi il successo che merita".

Nella sola provincia di Trieste dal 2008 a fine 2010 Ecolamp ha raccolto 76.783 chilogrammi di lampade esauste (tra lampadine a basso consumo e tubi fluorescenti), che equivalgono a circa 3 lampadine per ogni abitante.

"La terza edizione della mostra Lamp&Rilamp ha ripetuto e superato il successo delle scorse edizioni e questo è indice di come le amministrazioni comunali e in particolare i cittadini, le famiglie e i ragazzi siano sempre più sensibili al tema del riciclo e del trattamento delle lampadine a risparmio energetico" afferma Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp. "Nostro intento sarà quello di continuare a promuovere una cultura basata sull'eco sostenibilità affinché sempre più persone possano conoscerla, apprezzarla e fare di questa un modus vivendi".


Sito dedicato: Lamp&RiLamp Press Area: www.ecolamp.it/comunicazione/

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Desiree Ferrari, dferrari@concadelachi.com Tel. 02/48193458

Marketing & Comunicazione Ecolamp: Andrea Pietrarota, pietrarota@ecolamp.it     Mob. 348/5988469

Martina Cammareri, cammareri@ecolamp.it  Tel. 02/37052936

 




Corso di Formazione sulla Gestione delle Risorse Umane, Venerdì 15 Aprile 2011 - Riccione


Perugia 12 aprile 2011 – La Scuola "Io Venditore" di Formazione S.r.l. organizza per venerdì 15 Aprile, all’Hotel Corallo di Riccione, un Corso di Formazione sulla Gestione delle Risorse Umane.

L’importanza delle risorse umane, in particolare nei contesti non produttivi, è risaputa e poter disporre di collaboratori adeguatamente preparati può essere determinante. Diviene allora importante sviluppare le capacità di far crescere i collaboratori, di agire il ruolo di sviluppatore dei loro talenti, di porsi come acceleratore dei processi di trasformazione e sviluppo, nonché riflettere sulle proprie modalità di gestione delle risorse umane. In questo corso sarà approfondito in modo adeguato il tema su come riuscire a conoscere e valutare le risorse umane del proprio team, così da ottimizzare la produttività ed il lavoro.

Verrà, inoltre, introdotto e spiegato il metodo Success Insights® ottimo sistema di autovalutazione e definizione del collaboratore ideale ( www.eventimarketing.it/risorseumane ).

Obiettivo del corso


Il corso si propone di sviluppare le competenze di sviluppo dei collaboratori.

In particolare si intende:

  1. Sviluppare e accrescere la capacità di rilevazione e mappatura delle competenze possedute dai propri collaboratori;
  2. Aumentare la consapevolezza dei partecipanti rispetto ad alcune delle proprie modalità di gestione delle risorse umane;
  3. Favorire l’acquisizione delle competenze necessarie per accrescere e valorizzare i contributi delle persone in azienda.

Destinatari del corso

Il corso è rivolto a tutti coloro che occupano ruoli di alta responsabilità, ruoli decisionali ai direttori e responsabili commerciali, ai venditori o semplicemente a tutti coloro che vogliono apprendere nuove modalità di lavoro.

Relatore e ideatore del corso è Paolo Bomparola uno dei massimi esperti in formazione aziendale, tecniche di vendita, Coaching e strategie di marketing: ideatore e creatore delle cinque fasi del Metodo del Sì® e accreditato all’insegnamento del Success Insights® - sistema di autovalutazione e definizione del collaboratore ideale.

Il corso è supportato dalla Scuola Io Venditore di Formazione S.r.l. prima scuola di formazione del Centro Italia interamente dedicata all'impresa. La scuola è specializzata in Consulenza Aziendale nel settore Marketing e Commerciale e, soprattutto, è altamente qualificata nell’organizzazione di Corsi sulle Tecniche di Vendita e Risorse Umane.

Il Lavoro di Consulenza permette alle aziende che ricevono tale servizio di individuare le cause e le soluzioni per il miglioramento e la crescita ( www.iovenditore.com ).

Le attività della Scuola sono:

- Corsi di formazione (tecniche di vendita, risorse umane, success insights)

- Videocorsi

- Strategie e sviluppo marketing

- Web marketing

- Valutazione e gestione delle risorse umane

- Gestione rete vendita

- Marketing turistico.

Paolo Bomparola inizia la sua carriera come venditore alla 3F Italia, società di informatica, in poco tempo diventa primo venditore d’Italia pluripremiato per ben 3 anni consecutivi e nel 2003 viene, inoltre, premiato per aver portato un gruppo commerciale primo in Europa nella vendita di servizi. Ben presto però si rende conto di voler insegnare agli altri ciò che sa nel campo della vendita e del marketing, per questo nel 2005 crea la Scuola Io Venditore di Formazione S.r.l e inizia, quindi, la sua carriera di formatore. Sono ormai centinaia le aziende che hanno partecipato ai suoi corsi e alcune di queste (Agrivita, Amadio Vini, Castel di Marca e Sinergica) hanno scelto Paolo Bomparola come Direttore Commerciale della propria azienda così da poter istituire e formare una valida e solida rete commerciale. Nel 2010 Paolo Bomparola è tra i cinque consulenti autorizzati in Success Insights®, sistema di autovalutazione e definizione del collaboratore ideale. Questo strumento viene impiegato da La Scuola "Io Venditore" di Formazione S.r.l. anche nei processi di selezione, reclutamento e valutazione di potenziali candidati.

Per maggiori info contattare la Dr.ssa Patrizia Ciano Tel: 075.5058428

e-mail: ufficiostampa@iovenditore.com

" Vendere….. diventa più efficace con il giusto Entusiasmo! "


Perugia 12 aprile 2011 – La Scuola "Io Venditore" di Formazione S.r.l. organizza il corso sulle tecniche di vendita “Vendere….diventa più efficace con il giusto Entusiasmo!”, un ciclo di lezioni interamente dedicato all’insegnamento delle giuste strategie sulle tecniche di vendita.

Formare le persone e, quindi, i venditori che fanno della comunicazione lo strumento principale della propria attività lavorativa, all’utilizzo di modalità comunicative naturali, ma efficaci per imparare ad entrare in sintonia emotiva con i propri interlocutori, trasformare le situazioni negative in vantaggio. E’ questo il fine di “Vendere….diventa anche tu più efficace con il giusto Entusiasmo!” il cui primo appuntamento si terrà a Pomezia (RM) venerdì 6 maggio all’Hotel Enea -Via del Mare, 83.

Linea guida di questo corso è L’Entusiasmo. Diversamente dai vecchi tempi, quando una vendita dipendeva da una buona parlantina e da qualche barzelletta spinta davanti a un paio di bicchieri, oggi ci vuole ben altro per convincere i clienti. Qualità come l’Entusiasmo e la Fiducia hanno un grande peso nella conclusione di un affare e nello stabilire una relazione duratura con gli acquirenti. Il corso, basandosi proprio su queste linee guida, fornisce gli strumenti necessari per rendere il venditore più efficace nella vendita, di ogni genere di prodotto o servizio. A tal proposito la Scuola Io Venditore ha messo a punto un metodo ad hoc basato sulle cinque fasi del Metodo del Sì® studiato e ideato da Paolo Bomparola direttore della scuola (www.corsodivendita.it ).

Destinatari del corso:

Tutti coloro che esercitano un lavoro al pubblico, che vendono prodotti o servizi oltre a tutti i professionisti che vogliono guidare una rete vendita ed impartire un metodo.

Obiettivi del corso:

Conoscere la giusta Metodologia che ti permette di gestire la trattativa e chiudere una vendita con successo. Come ritrovare l’Entusiasmo.

Prossime date:

  • Milano 13 maggio
  • Napoli 20 maggio
  • Palermo 27 maggio

Relatore e ideatore del corso è Paolo Bomparola uno dei massimi esperti in formazione aziendale, tecniche di vendita, coaching e strategie di marketing: ideatore e creatore delle cinque fasi del Metodo del Sì® e accreditato all’insegnamento del metodo Success Insights® - sistema di autovalutazione e definizione del collaboratore ideale.

Il corso è supportato dalla Scuola Io Venditore di Formazione S.r.l. prima scuola di formazione del Centro Italia interamente dedicata all'impresa. La scuola è specializzata in Consulenza Aziendale nel settore Marketing e Commerciale e, soprattutto, è altamente qualificata nell’organizzazione di Corsi sulle Tecniche di Vendita e Risorse Umane.
Il Lavoro di Consulenza permette alle aziende che ricevono tale servizio di individuare le cause e le soluzioni per il miglioramento e la crescita ( www.iovenditore.com ).

Paolo Bomparola inizia la sua carriera come venditore alla 3F Italia, società di informatica, in poco tempo diventa primo venditore d’Italia pluripremiato per ben 3 anni consecutivi e nel 2003 viene, inoltre, premiato per aver portato un gruppo commerciale primo in Europa nella vendita di servizi. Ben presto però si rende conto di voler insegnare agli altri ciò che sa nel campo della vendita e del marketing, per questo nel 2005 crea la Scuola Io Venditore di Formazione S.r.l e inizia, quindi, la sua carriera di formatore. Sono ormai centinaia le aziende che hanno partecipato ai suoi corsi e alcune di queste (Agrivita, Amadio Vini, Castel di Marca e Sinergica) hanno scelto Paolo Bomparola come Direttore Commerciale della propria azienda così da poter istituire e formare una valida e solida rete commerciale. Nel 2010 Paolo Bomparola è tra i cinque consulenti autorizzati in Success Insights®, sistema di autovalutazione e definizione del collaboratore ideale. Questo strumento viene impiegato da La Scuola "Io Venditore" di Formazione S.r.l. anche nei processi di selezione, reclutamento e valutazione di potenziali candidati.

Per maggiori info contattare la Dr.ssa Patrizia Ciano Tel: 075.5058428

e-mail: ufficiostampa@iovenditore.com

giovedì 7 aprile 2011

CORSO PER RESPONSABILE TECNICO AMBIENTALE A ROMA

Hai un’impresa che gestisce e trasporta rifiuti? Per l’iscrizione all’Albo dei Gestori Ambientali è necessario nel tuo organico il Responsabile Tecnico per la Gestione dei Rifiuti, il manager ambientale.
Come si diventa Responsabile Tecnico della Gestione dei Rifiuti? Per diventare Responsabile Tecnico della Gestione dei Rifiuti è necessario essere in possesso di diploma o laurea e avere esperienza in azienda del settore o frequentare un Corso specializzato organizzato dalla Regione o da un Ente riconosciuto dalla stessa. La frequentazione di un Corso per Responsabile Tecnico per la Gestione dei Rifiuti è necessaria ai sensi dei D.M. 406/98 e D.Lgs. 152/06, parte IV.
Molti i corsi attivati per qualificare questa nuova figura professionale. L’Angri, Ente di formazione accreditato e riconosciuto, organizza nella sua sede di Roma un Corso per Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti ai sensi del D.M. 406/98. Il Corso è strutturato in moduli a seconda dalla specializzazione tecnica che si intende conseguire, (contenuti didattici previsti ai sensi della delibera Albo Gestori Rifiuti n. 3 del 16 luglio 1999), e rilascia un attestato di competenza, che consente di ricoprire il ruolo di RT per l’iscrizione all’Albo Gestori Rifiuti. Dall'11 aprile 2011 si avvierà il modulo base, obbligatorio e propedeutico per la specializzazione e, a seguire, gli altri moduli per le diverse categorie. 
Per maggiori informazioni e per scaricare il modulo di iscrizione al corso:   www.borsarifiuti.com / e-mail info@garwer.com

Etica e sostenibilita’ della Supply Chain. Bologna, Martedi 12 aprile 2011


ETICA E SOSTENIBILITA' DELLA SUPPLY CHAIN:

UNA SFIDA PER LE IMPRESE, UNA RICHIESTA DEI CONSUMATORI,

UN'OPPORTUNITÀ PER IL MADE IN ITALY

Esperti e imprese del Csr Manager Network si incontrano per parlare di strategie innovative e casi di imprese eccellenti

Bologna, Martedi 12 aprile ore 10 – c/o SCS Azioninnova Consulting - Via M. Emilio Lepido, 182/3

Rendere trasparente il processo produttivo e commerciale dell'impresa e quindi il dove e come si arriva al prodotto finale garantendo standard socio-ambientali rigorosi da parte dei propri fornitori lungo tutta la filiera. E' questa oggi la vera sfida per l'azienda eticamente all'avanguardia. Non a caso, come testimonia anche una recente indagine di Gfk Eurisko per Fondazione Sodalitas, il 76% degli italiani ritiene ormai molto importante che un'impresa garantisca la sostenibilità della propria filiera e oggi già un quarto dei consumatori sceglie quali prodotti acquistare anche in base all'eticità della filiera. Dal canto loro, oltre un terzo delle imprese considera molto importante la sostenibilità di filiera, in particolare le PMI e le aziende che operano sui mercati esteri, con il 60% di queste che valuta i fornitori anche in base a criteri di sostenibilità, spesso riconoscendo un premium price ai partner con maggiori garanzie.

Questo impegno assume un valore ancora più strategico per il nostro Made in Italy dove la sostenibilità può essere un asset di valore aggiunto per posizionarsi sui mercati internazionali. Basti pensare ai risvolti che le tematiche di CSR possono avere in alcuni comparti di punta come il tessile o l'alimentare parlando di sicurezza dei luoghi di lavoro e del prodotto; rispetto dei diritti umani e dei lavoratori, garanzie di standard ambientali, fino al tema più recente dell'equità economica nel trattamento dei lavoratori stranieri operanti in Italia.

Al complesso rapporto tra responsabilità sociale d'impresa e filiera sostenibile è dedicato l'incontro di martedi 12 aprile organizzato a Bologna dal Csr Manager Network, l'Associazione che riunisce i responsabili delle politiche ambientali e sociali delle maggiori imprese italiane promossa da ALTIS (Alta Scuola Impresa e Società dell'Università Cattolica di Milano) e ISVI (Istituto per i valori d'impresa). Obiettivo dell'iniziativa è approfondire che tipo di strategie ed interventi stanno sviluppando le imprese, a partire da una serie di best practice, e come indirizzarle verso un approccio quanto più possibile innovativo, rigoroso e strategico per misurare, monitorare e tenere sotto controllo in via preventiva la catena di fornitura e produzione. In questo senso diviene fondamentale un protagonismo nuovo e attivo dei propri stakeholder, a cominciare dalle ONG.

L'incontro prenderà il via con un saluto della Presidente del Csr Manager Network, C. Torcia, a cui seguiranno gli interventi di V. Fedeli, Vice segretario di Filctem-Cgil e Presidente del sindacato europeo del Tessile con una panoramica, anche internazionale, sullo stato dell'arte della responsabilità delle imprese e di R. Ravagli, Csr Manager di Gucci, che illustrerà l'esperienza dell'azienda e il ruolo da apripista nel settore del lusso. I lavori saranno strutturati in 2 Tavole Rotonde. La prima, coordinata da Ravagli, indagherà il ruolo delle ONG e delle Associazioni per una supply chain responsabile. Interverranno: C. Campione di Greenpeace; M. R. Cutillo, segretario di Valore Sociale, che riunisce le maggiori ong italiane impegnate sul tema diritti umani e responsabilità sociale; D. Lucchetti della Clean Clothes Campaign, una della maggiori ong attive nel settore tessile con progetti molto innovativi; E. Rotta di Fondazione Sodalitas. La seconda Tavola Rotonda, moderata da C. Strasserra di Bureau Veritas, sarà dedicata alle best practice di impresa con testimonianze di:

§ A. Adriani per Illycaffè, che ha ottenuto la certificazione della sostenibilità della catena di fornitura Responsible Supply Chain Process

§ F. Cappelli (Responsabile SA8000) per Coop, tra le realtà italiane e della cooperazione più all'avanguardia su questi temi

§ P. di Rubbo (Csr Manager) per Techinip, che ha adottato un innovativo sistema di rating dei fornitori

***********
Ufficio stampa Csr Manager Network: Caterina Banella,
caterina.banella@fastwebnet.it – 338 8768154


Il CSR Manager Network è l'associazione che dal 2006 riunisce i professionisti che in ogni tipo di organizzazione si dedicano alla gestione delle problematiche socio-ambientali e di sostenibilità. Gli iscritti sono principalmente Responsabili CSR di aziende italiane e multinazionali http://www.csrmanagernetwork.it/?fuseaction=pagina&id=3 ma sono presenti anche fondazioni d'impresa, società professionali, PA ed enti non profit. Nata per volontà di ALTIS (Alta Scuola Impresa e Società dell'Università Cattolica di Milano) e ISVI (Istituto per i Valori d'Impresa) è oggi il punto di riferimento per la professione e le istituzioni. Ogni anno svolge un'intensa attività di ricerca, education e divulgazione anche a livello internazionale, tra cui 5 workshop tematici a porte chiuse, 2 convegni aperti al pubblico e 1 ricerca annuale. Presidente è Caterina Torcia di Vodafone Italia http://www.csrmanagernetwork.it

Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI