giovedì 6 ottobre 2016

Lavoro, su campione 1.000 giovani 86% insoddisfatto da politiche occupazione

Informati, sfiduciati, ma pronti a reinventarsi: il "senso" del lavoro per i giovani italiani

La Fondazione Paoletti presenta i risultati dell'indagine "I giovani e il lavoro, prospettive e ricerca di senso" condotta su mille ragazzi di 18-34 anni

            Roma, 6 ottobre 2016 – Molto informati e critici sulle politiche del lavoro, ma altrettanto sfiduciati nei confronti delle istituzioni, intenzionati a raggiungere una competenza specializzata e personalizzata e consapevoli dell'importanza delle reti relazionali come punto di riferimento anche nella progettualità lavorativa, con al primo posto la famiglia.

            Sono queste le caratteristiche principali del profilo emerso dall'indagine "I giovani e il lavoro, prospettive e ricerca di senso" condotto su un campione di mille ragazzi italiani tra i 18 e i 34 anni a cui è stato chiesto di rispondere a 6 quesiti sul loro rapporto con il lavoro, con la politica, con il desiderio di autorealizzazione e con il senso di vita collegati al proprio futuro professionale.

            La ricerca, presentata oggi all'Università La Sapienza di Roma, è stata condotta dalla Fondazione Patrizio Paoletti, ente nazionale di ricerca riconosciuto dal MIUR (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca).

            Il dato più rilevante è la sfiducia nelle istituzioni: l'86% dei giovani intervistati, infatti, si dice "per niente" o "poco soddisfatto" di come le istituzioni rispondono alla questione dell'occupazione giovanile. In particolare, le donne tra i 18 e i 26 anni mostrano maggiore sfiducia, con una tendenza a non evidenziare cambiamenti effettivi derivati dalla governance politica. 

            Il lavoro non è percepito esclusivamente come un mezzo per mantenersi, ma per molti giovani è l'espressione dello scopo della propria vita. Il 45,7% di loro, infatti, considera il lavoro "un modo per esprimere le proprie capacità", una percentuale di poco inferiore (33,9%) lo vede come "una scelta che si collega al senso e allo scopo della mia vita", mentre la minoranza (9,7%) considera "non importante dare un senso al proprio lavoro".

La necessità di partire da sé, attingendo al proprio mondo interno e ai propri valori, sostiene il giovane alle prese con le sfide dei tempi attuali. Per i giovani, infatti, realizzarsi professionalmente significa sentirsi coerenti con le proprie aspirazioni e i propri valori (28,5%) e cercare di formarsi e lottare per un lavoro che piace veramente senza comunque rinunciare alla progettualità futura (27,2%).

            I più, inoltre, sono pronti a rispondere alla precarietà con adattabilità e processi di reinvenzione di se stessi, mettendo in campo specifiche competenze. Riguardo ai fattori che consentono di realizzarsi professionalmente, infatti, il 31% sceglie "essere orgogliosi dei propri successi e considerare gli insuccessi come tappe per crescere e migliorarsi", il 23,9% "tenersi pronti sia a nuove opportunità che a nuovi ostacoli" e il 20,6% "sviluppare nuove competenze professionali e tenersi aggiornati".

            Altro campo interessante che emerge dallo studio è l'impiego da parte dei giovani delle reti relazionali come risorsa per raggiungere i propri obiettivi. Per la maggioranza degli intervistati il punto di riferimento principale è la famiglia, scelta dal 46%. Al secondo posto (17,2%) gli insegnanti e i formatori e al terzo (15,8%) gli amici. Questo dato conferma, per le istituzioni e le agenzie educative, l'importanza di sostenere le figure genitoriali nel delicato ruolo di guida e orientamento alle nuove generazioni.
           
            "Il fatto di occuparci del nostro mondo interiore è divenuto un'imperante necessità non solo per i giovani ma anche per gli adulti che preparano i giovani al mondo e che creano condizioni e contesti adeguati a livello sociale ed economico" commenta Patrizio Paoletti, fondatore e presidente dell'omonima Fondazione. "L'obiettivo di quanti si occupano di fornire strumenti di cambiamento è trasformare il disorientamento e l'incertezza in una più profonda ricerca sul senso e sul significato della propria vita. È infatti la consapevolezza delle proprie intime aspirazioni e delle domande di senso che darà ai giovani la possibilità di cambiare nel mondo che cambia creando nuove regole di vita e di condivisione".


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI