giovedì 23 febbraio 2017

HAYS RESPONSE SVELA I 5 CONSIGLI PER EVITARE DI DIVENTARE UN WORKAHOLIC

Detox tecnologico, pianificazione delle priorità e più tempo con amici e familiari. 
Un esempio? 
Bandire le mail 2 ore prima del sonno per un corretto equilibrio tra vita professionale e vita privata. 



Milano, 23 febbraio 2017 – È sempre reperibile, porta il lavoro a casa, non stacca neppure in pausa pranzo e, peggio ancora, si lascia sopraffare dei sensi di colpa quando non si sta lavorando..è questo l'identikit del workaholic, contemporaneo stakanovista che, complici i device portatili eternamente connessiper il lavoro arriva a trascurare salute, famiglia e amici. 

E proprio in soccorso di tutti quei professionisti che sembrano avere smarrito l'orientamento e non vedono, parlano, sentono e capiscono altro che non sia lavoro, arrivano gli esperti di Hays Response, la divisione del gruppo Hays dedicata alla selezione di profili più junior, che ha individuato alcuni semplici consigli per uscire dal tunnel del workaholism.

"Trovare un giusto mix tra lavoro e attività extra-lavorative è molto difficile ma è di primaria importanza – afferma Fabio Scarcella, Hays Response Manager –. Soprattutto per i giovani professionisti che vogliono fare carriera, è comprensibile un impegno maggiore per farsi notare dal proprio responsabileAttenzione però: occorre evitare di cadere nell'eccesso oppostoNon è salutare vivere il proprio lavoro come un'ossessione o una dipendenza, ma va impostato un rapporto più equilibrato tra la sfera professionale e quella privataE per chi si sente già un po' workaholic, ecco i suggerimenti per risolvere la dipendenza".

1. PIANIFICARE MEGLIO IL TEMPO
I workaholic tendono a considerare qualsiasi attività lavorativa come urgente e si impegnano per fare tutto e subito. Per questo motivo è fondamentale stabilire delle priorità sul lavoro: la pianificazione aiuterà la produttività nel rispetto degli orari di lavoro, contrastando così la cattiva abitudine di portarsi il lavoro a casa. Un esempio concreto? Le mail: non è necessario rispondere subito a tutte le mail in "posta in arrivo", ma è più produttivo rispettare delle priorità. 

2. METTERE DA PARTE LA TECNOLOGIA ALMENO PER QUALCHE ORA
Per staccare dal lavoro conviene smettere di controllare mail e messaggi sullo smartphone almeno un paio d'ore prima di andare a dormire. "Leggere un buon libro o guardare un film ci aiuterà a dimenticare per un po' le attività e le incombenze lavorative – continua Scarcella -. Così come non giova al mattino controllare come prima cosa la posta elettronica: è sbagliato perché ci catapulta subito nel lavoro, facendo riaffiorare immediatamente lo stress. Meglio prendersi il tempo per una buona colazione, magari in famiglia o concedersi qualche minuto di pace seduti al tavolino del nostro bar preferito".

3. DEDICARSI AGLI ALTRI
Un altro consiglio per smettere di lavorare troppo? Dedicare più tempo ai propri amici e familiari. Condividere momenti piacevoli con i propri cari, aiuta a rilassarsi e a recuperare al meglio le energie. Telefonare o fare visita ad un amico, passare una serata fuori, organizzare un weekend con le persone che ci sono più vicine sono veri e propri toccasana. 

4PIÙ TEMPO PER SE STESSI
Per cercare di contrastare la dipendenza da lavoro, non bisogna perdere di vista i propri interessi e le proprie passioni. Ritagliare del tempo da dedicare a sé stessi, non è una scelta egoistica ma aiuterà a sentirsi meglio e conseguentemente anche ad essere più produttivi sul luogo di lavoro. Fare sport, mangiare sano, dormire bene, ecc.: questi sono solo alcuni esempi di come prendersi cura di se stessi, ristabilendo così l'equilibrio fra mente e corpo e staccare veramente la spina dalla frenetica vita lavorativa di oggi.

5. UNA VACANZA ALL'INSEGNA DEL DIGITAL DETOX
Dedicare parte del proprio tempo libero all'organizzazione di un viaggio o uno short break all'insegna del digital detox può essere d'aiuto per staccare la spina dall'attività lavorativa: quindi niente mail dell'ufficio sullo smartphone o sul tablet e cellulare aziendale rigorosamente spento.
Hays, società quotata al London Stock Exchange, è uno dei leader mondiali nel recruitment specializzato nell'ambito del middle e senior management. Al 30 giugno 2015 il team di Hays Worldwide conta più di 9.023 persone, distribuite in 240 uffici dislocati in 33 Paesi nel mondo. Da più di trenta anni Hays è attiva in Europa, Canada, Australia e Nuova Zelanda con consulenti che, grazie al background maturato in una delle 20 differenti divisioni, offrono ai propri clienti la garanzia di una copertura delle differenti esigenze aziendali sia a livello nazionale sia internazionale.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI