martedì 7 marzo 2017

Salute: GE Healthcare Italia è tra i "Great Place to Work", le migliori aziende in cui lavorare nel nostro Paese

·         La "ricetta" di GE: attenzione alla diversity di genere ed età; progetti per il benessere psico-fisico dei dipendenti; smart working e iniziative rivolte alle donne, come ecografie e visite senologiche gratuite

 

Milano, 7 Marzo 2017 – General Electric Healthcare Italia è tra i "Great Place to Work", le migliori aziende in cui lavorare in Italia. La divisione medicale di General Electric si è infatti posizionata 12esima tra le "large companies" (500 o più collaboratori) nella classifica annuale di "Great Place to Work", la società internazionale di consulenza che tutti gli anni pubblica le classifiche dei migliori ambienti di lavoro in Italia e nel mondo, relativamente a leadership, equità, ambiente e formazione, dopo un'attenta analisi condotta su decine di aziende.

 

Con oltre 600 dipendenti coordinati dalla sede centrale di Milano, GE Healthcare è leader in Italia nella fornitura di soluzioni per la tutela della salute: dai più avanzati sistemi di diagnostica per immagini e di gestione dei dati del paziente, a soluzioni per ricerca e produzione farmacologica.

Secondo le motivazioni di Great Place to Work, i dipendenti di GE Healthcare Italia sono orgogliosi di far parte di un'azienda impegnata nel settore sanitario con prodotti all'avanguardia in grado di migliorare la vita delle persone, caratterizzata da un ambiente stimolante e da un alto livello di responsabilizzazione nel lavoro. I dipendenti apprezzano inoltre l'elevata eticità e correttezza del management, la valorizzazione della diversità nonché i benefit e servizi messi a loro disposizione.

 

La "ricetta" di GE Healthcare Italia

Ma come si diventa uno dei migliori ambienti lavorativi in Italia? GE Healthcare ha puntato sull'attenzione al benessere dei dipendenti, sia dal punto di vista fisico che psicologico, ad una miglior conciliazione famiglia-lavoro, e a innovative politiche per armonizzare le diversità a diversi livelli.

 

  • Benessere psico-fisico dei dipendenti: General Electric ha lanciato "HealthAhead", programma internazionale per promuovere abitudini salutari dei dipendenti in diversi ambiti, dalla nutrizione alla lotta contro la dipendenza dal fumo. GE Healthcare Italia ha lanciato programmi per la riduzione dello stress – uno dei principali ostacoli al benessere dei lavoratori – con consulenze psicologiche ad hoc per i dipendenti e programmi di attività fisica mirata. Programmi specifici sono dedicati alle dipendenti, con ecografie periodiche e visite senologiche gratuite.

 

  • Smart working: porta a una miglior conciliazione tra lavoro e vita privata, e a una maggior efficienza del lavoratore. GE Healthcare Italia ha lanciato un programma di smart working per tutti i dipendenti, e il lavoro flessibile: la possibilità, quindi, di lavorare più ore in alcuni giorni "guadagnando" così un giorno libero a settimana.

 

  • Responsabilizzazione e collaborazione: i lavoratori si sentono responsabilizzati, sentono che i capi hanno fiducia in loro e questo aiuta a sentirsi parte di un'organizzazione. Per migliorare la cooperazione tra i dipendenti, inoltre, GE Healthcare ha lanciato il progetto "Collaboration", affiancando per quattro giorni due colleghi operanti in diversi settori dell'azienda, perché possano mettersi nei panni dell'altro e capire procedure (e difficoltà) con cui ognuno deve misurarsi.

 

  • Innovazione: GE Healthcare progetta e produce strumenti diagnostici innovativi, ad alto contenuto di ricerca e sviluppo, in un settore di grande importanza per la vita delle persone come quello medicale. Questo porta i dipendenti ad essere orgogliosi di lavorare in azienda e a condividerne i traguardi. L'innovazione non si ferma ai prodotti: GE Healthcare ha lanciato un progetto ad hoc per incentivare i dipendenti ad approcciarsi più agevolmente agli strumenti digitali.

 

  • Valorizzazione delle diversità: da quella anagrafica – nel 2015 è stato avviato un progetto per integrare dipendenti di tre diverse generazioni – alle pari opportunità. L'azienda ha introdotto nel 2016 un programma per estendere i diritti dei propri dipendenti senza distinzione di orientamento sessuale: congedo matrimoniale e permesso per gravi motivi di assistenza e cura del coniuge sono riconosciuti a tutte le coppie, anche dello stesso sesso. Particolare attenzione è riservata alla parità di genere, con la valorizzazione dei talenti al femminile.

 

  • Politiche per la famiglia: con la "Fondazione educazionale GE Healthcare Italia Onlus", l'azienda si impegna per garantire il diritto allo studio per i figli di ex dipendenti deceduti. Con il progetto "Orientation at GE", inoltre, GE Healthcare offre servizi di orientamento per i figli dei dipendenti dai 15 ai 26 anni, organizzando incontri con manager e referenti universitari.

 

  • Sicurezza sul lavoro: dai corsi di guida sicura a formazione continua per i tecnici impegnati nella manutenzione dei dispositivi medici, l'azienda punta sulla componente culturale per migliorare la sicurezza dei propri dipendenti sul luogo di lavoro, ovunque esso sia.

 

"Siamo orgogliosi di essere tra i 'Best Place to Work' in Italia: è il risultato del lavoro di tutti i dipendenti, che con il loro impegno e i loro suggerimenti hanno reso la nostra azienda uno dei luoghi migliori in cui lavorare" ha commentato Alessia La Croce, Responsabile HR di GE Healthcare Italia. "Per noi è un traguardo importante, ultima tappa delle tante politiche di welfare aziendale messe in campo da GE Italia in questi anni".




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI