CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Lavoro e Formazione

Cerca nel blog

venerdì 24 gennaio 2020

Odontoiatria pediatrica: tre diplomi, tra i primi in Italia

Odontoiatria pediatrica: l'Insubria diploma tre specialisti, tra i primi in Italia

Varese e Como, 24 gennaio 2020 – L'Università dell'Insubria ha consegnato i suoi primi tre diplomi in Odontoiatria pediatrica, disciplina istituita nel 2016: in Italia sono state attivate solo sedici scuole, di cui tre in Lombardia, e dunque gli specialisti dell'ateneo di Varese e Como sono di fatto tra i primi ad affacciarsi nel panorama nazionale.

La cerimonia si è svolta oggi a Varese, nella Sala Campiotti della Camera di Commercio, alla presenza del rettore Angelo Tagliabue, del presidente della Scuola di medicina Giulio Carcano e del direttore del dipartimento di Biotecnologie e scienze della vita Luigi Valdatta. Nel discorso di Lucia Tettamanti, direttrice della Scuola di specializzazione in Odontoiatria pediatrica, un ricordo sentito del professor Aldo Macchi a cui è seguito l'applauso del pubblico presente.

Hanno ricevuto il diploma: Vittorio Maurino, 36 anni di Gallarate, Andrea Alain Orsina, 32 anni di Stresa, e Jacopo Padalino, 29 anni di Legnano, tutti e tre laureati con lode in Odontoiatria e protesi dentaria all'Insubria.

La scuola di specializzazione in Odontoiatria pediatrica ha sede a Velate e conta attualmente 11 specializzandi divisi nei tre anni di durata del corso, durante il quale vengono affrontate tutte le problematiche legate alla salute del cavo orale del bambino. In particolare, si maturano conoscenze relative alla fisiologia della crescita, dello sviluppo psicologico, sociale e intellettivo del soggetto in età evolutiva, e alla fisiopatologia, clinica, terapia e prevenzione delle malattie specialistiche odontostomatologiche in età pediatrica.

«L'Odontoiatria si conferma eccellente nel nostro ateneo ­– spiega Lucia Tettamanti – e la nascita della scuola di specializzazione in Odontoiatria pediatrica nel 2016 ne è una conferma: siamo stati tra i pochi atenei in Italia a poterla attivare al momento della sua istituzione da parte del Ministero. E questo grazie all'alto numero di prestazioni effettuate in un decennio nell'ambulatorio riservato ai bambini nell'ambito dell'Odontostomatologia dell'Asst-Settelaghi. Oggi la Scuola coniuga perfettamente la formazione specialistica con i livelli essenziali di assistenza richiesti in ambito odontostomatologico; fare della buona odontoiatria pediatrica è fare prevenzione a 360 gradi».



--
www.CorrieredelWeb.it

CONFINDUSTRIA PREMIA GRUPPO CAP COME MIGLIORE AZIENDA LOMBARDA GUIDATA DA UN MANAGER UNDER 40

Confindustria premia Gruppo CAP CoME migliorE aziendA lombardA guidata da un MANAGER Under 40

Unica utility pubblica tra le 58 premiate, il Premio Industria Felix- L'Italia che compete è stato consegnato ad Alessandro Russo, 38enne alla guida del Gruppo da 6 anni

 

Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, è la migliore impresa "under 40" della Regione Lombardia per performance gestionale e affidabilità finanziaria. Questa è la motivazione con cui ieri Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato dell'unica utility pubblica premiata, ha ricevuto il Premio Industria Felix - L'Italia che compete, giunto alla sua quarta edizione.

 

Organizzato dal trimestrale Industria Felix Magazine, in collaborazione con Cerved, Università Luiss Guido Carli, Regione Lombardia, A.C. Industria Felix, con il patrocinio di Confindustria e Confindustria Lombardia, il riconoscimento è stato assegnato ieri 23 gennaio a Milano all'Auditorium Testori di Palazzo Lombardia alla presenza del Vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala.

 

"Sono orgoglioso di ricevere questo premio a nome di tutte le persone che rappresento, collaboratori, Comuni, cittadini che ogni giorno ricevono l'acqua che Gruppo CAP da oltre 90 anni porta nelle abitazioni dei 134 Comuni della Città metropolitana di Milano, ha dichiarato Alessandro Russo. Con una governance gestionale industriale all'avanguardia, rappresentiamo "il pubblico che innova", con un primato nazionale di 100 milioni di euro di investimenti nel 2019".

 

"Imprese competitive, affidabili e sostenibili. In una parola resilienti": sono circa 32.000 imprese di cui sono 58 le aziende premiate, su un campione di 32mila bilanci relativi al 2018, le società di capitali lombarde con fatturato sopra i due milioni di euro. Di cui solo 2.000 hanno un amministratore delegato "under 40". Aspetto singolare al di là della retorica, "l'azienda dei Comuni" si rivela essere un'azienda eccellente per performance gestionale e affidabilità finanziaria.

 

Da 6 anni alla guida dell'azienda, Alessandro Russo, che ha assunto la carica a soli 32 anni, rappresenta la generazione di giovani manager under 40 che rivestono un ruolo importante nel rinnovare i settori dell'impresa e dell'industria italiani. Russo dal 2018 è Vicepresidente di Utilitalia (Federazione che riunisce le Aziende operanti nei servizi pubblici dell'Acqua, dell'Ambiente, dell'Energia Elettrica e del Gas), con delega al Settore Idrico, e dal 2015 è portavoce di Water Alliance, la rete delle 8 aziende lombarde dell'acqua che presidiano un bacino di oltre 5 milioni di cittadini. Dal 2014 al 2019 è stato Vicepresidente di Ape, associazione europea che raggruppa i gestori interamente pubblici del servizio idrico. Nel 2018 è stato eletto presidente di Confservizi Lombardia.

 

Con 326.950.00 di euro di fatturato, e un utile di 31.945.000, l'azienda che gestisce il servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano porta ogni anno 200 milioni di metri cubi di acqua a 200 comuni della Lombardia. Con un patrimonio di 810 milioni di euro Gruppo CAP, si pone tra le più importanti monoutility nel panorama nazionale, grazie a una lungimirante strategia di governance sostenibile.

 

Una realtà che ha fatto della sua natura pubblica una vera e propria leva per innovare ed efficientare il sistema idrico integrato e il territorio dei Comuni presidiati in ottica di economia circolare, grazie agli ingenti investimenti in Ricerca & Sviluppo che hanno sede al Centro Ricerche Salazzurra, polo dell'innovazione per la gestione sostenibile dell'acqua che ospita start up e progetti di simbiosi industriale tra i più avanzati. Ne è esempio concreto CE4WE, la cui definizione ufficiale è Circular Economy for Water and Energy, tra i 33 progetti vincitori del bando "Call Hub Ricerca e innovazione", fiore all'occhiello della strategia di Open Innovation della Regione Lombardia.



--
www.CorrieredelWeb.it

Lavoro: AMC Italia cerca 300 persone su tutto il territorio nazionale

AMC SEMPRE PIÙ PRESENTE IN ITALIA:  

OGGI ALLA RICERCA DI 300 NUOVI COLLABORATORI

Leader nella vendita diretta di sistemi di cottura di altissima qualità, AMC Italia cerca nuovi incaricati alla vendita : i prerequisiti sono la voglia di fare, di stare a contatto con le persone e l'interesse generale per cucina,  cibo e benessere . Età, sesso e nazionalità non hanno importanza, così come le esperienze professionali precedenti.

 

Milano, gennaio 2020 AMC Italia, azienda leader della vendita diretta dei sistemi di cottura di alta qualità per un'alimentazione salutare, è alla ricerca di 300 nuovi collaboratori in tutta Italia da inserire all'interno della squadra dedicata alla vendita diretta,. Gli incaricati vendite che saranno selezionati andranno ad affiancarsi alla squadra di  1.700 professionisti in Italia ed oltre 10.000 nel mondo.   

 

"I nostri collaboratori sono fondamentali per noi e per far comprendere al meglio e nel dettaglio ai clienti l'alta qualità e il funzionamento del prodotto" dichiara Antonio Albano general manager di AMC Italia"Grazie soprattutto al lavoro dei nostri consulenti abbiamo chiuso l'anno raggiungendo un traguardo molto importante: fatturato pari a 50 milioni di euro e conincrementi del 15% negli ultimi tre anni. Questo nonostante la crisi del settore e l'avvento dell'e-commerce." 

 

AMC offre un'opportunità lavorativa unica in un ruolo strategico e fondamentale per l'azienda. L'incaricato AMC, infatti, è chiamato a lavorare non come un semplice venditore, ma come un vero e proprio consulente della sana e gustosa alimentazione e come punto di riferimento per i clienti della sua areaLa figura dell'Incaricato consente di instaurare un rapporto più stretto con il consumatore, che non si esaurisce nel momento dell'acquisto. 

 

Uno degli aspetti fondamentali è che i consulenti decidono autonomamente quanto tempo vogliono dedicare al proprio lavoro: se vogliono ottenere guadagni extra con un lavoro part-time o desiderano invece fare carriera e dedicarsi full-time. Gli unici prerequisiti sono la voglia di fare, di stare a contatto con le persone e l'interesse generale per cucina e cibo. Età, sesso e nazionalità non hanno importanza, così come le esperienze professionali precedenti. I nuovi consulenti ricevono formazione e supporto a titolo gratuito e non devono sostenere alcun investimento. 

 

Si tratta, infatti, di un lavoro di relazioni interpersonali e di assistenza costante. Forniscono ai propri clienti informazioni importanti sui temi quali salute, corretta alimentazione e cucina. Attraverso l'organizzazione dei party i consulenti dimostrano come è possibile realizzare ogni ricetta in modo semplice e perfetto con il Sistema di cottura Premium AMC invitando gli ospiti (solitamente da 3 a 4 coppie) a cimentarsi dietro i fornelli con i prodotti AMC nelle proprie case. 

 

 

E' un lavoro indipendente e vario che può essere d'interesse per moltidonne che vogliono rientrare nel mondo del lavoro, mamme che hanno bisogno di bilanciare lavoro e famiglia, uomini e donne sopra i 50 anni che hanno perso il posto di lavoro o che vogliono svolgere una professione anche dopo lapensione.

 

 

 

 

 

AMC Italia - "Mangiare meglio. Vivere meglio." è la filosofia di AMC Alfa Metalcraft Corporation Spa, azienda di vendita diretta leader mondiale nei sistemi di cottura di alta qualità in acciaio inossidabile. Dal 1963 AMC offre prodotti per cucinare in modo sano e gustoso e si dedica alla cultura del sano piacere. In Italia dal 1970, è presente in più di 35 paesi del Mondo con una rete vendita di oltre 18.000 collaboratori e distributori e più di 12 milioni di clienti. 



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 23 gennaio 2020

La classifica Top Job 2020 ha eletto Gruppo Caviro tra i migliori datori di lavoro in Italia

CAVIRO premiata con Top Job 2020,

il riconoscimento ai migliori datori di lavoro in Italia

 

Cavirola più importante cooperativa agricola italiana, è stata premiata come uno tra i migliori datori di lavoro secondo la classifica Top Job 2020 che ha visto coinvolte 2.000 aziende italiane

Il riconoscimento, assegnato dall'Istituto tedesco qualità e finanza (ITQF) in media partner con il quotidiano La Repubblica, è stato reso noto nell'ambito dello studio sulle eccellenze di welfare aziendale e carriera in Italia che, dall'analisi delle 2.000 aziende con il maggior numero di dipendenti, ha poi elaborato una classifica finale dove ha inserito le realtà che si sono distinte dal punto di vista economico e qualitativo del lavoro. Caviro si è classificata al 5° posto nel settore Bevande

Questo riconoscimento conferma con coerenza e successo la mission del Gruppo Caviro, che dopo aver presentato il Bilancio di Sostenibilità 2019, tiene fede all'impegno preso nella direzione della sostenibilità sociale e ambientale. Con oltre 36.500 ettari di superficie vitata, 31 soci di cui 29 cantine, 12.800 viticoltori localizzati in 7 regioni d'Italia ( Veneto, Emilia – Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo, Puglia e Sicilia ) e una produzione annua di 728 mila tonnellate di uva, la Cooperativa agricola leader in Italia attesta il proprio impegnonell'incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un'occupazione piena e produttiva ed un lavoro dignitoso per tutti, così come il Goal n° 8 dell'Agenda 2030 - lavoro dignitoso e crescita economica - incoraggia a fare. 

Per stilare la classifica l'ITQF, che ha coinvolto nella ricerca anche aziende come Ikea, Nespresso Italia e Barilla, ha utilizzato il metodo del social listening, ossia la pratica di "ascolto" sul web di tutte le "conversazioni" che fanno riferimento al datore di lavoro negli ultimi 12 mesi, successivamente analizzate per misurare i dati di interesse.

«Il senso di responsabilità verso le persone, la comunità e l'ambiente è parte stessa del nostro operare sin dalla nascita, avvenuta ormai 53 anni fa - commenta Carlo Dalmonte, presidente di Caviro -. Una responsabilità precisa verso il personale, che è una parte fondamentale di Caviro, il vero"cuore pulsante" della cooperativache si manifesta nella tendenza al miglioramento continuo delle condizioni di lavoro, nel rispetto dei tempi di conciliazione, nella scelta di puntare a offrire opportunità di realizzazione, crescita ma anche benessere sul luogo di lavoro».

Caviro è un'azienda certificata SA8000 sulla Responsabilità sociale d'impresa e si è impegnata a collaborare con fornitori e partner affinché anche questi si orientino verso le stesse logiche operative.



--
www.CorrieredelWeb.it

GTCI 2020: ITALIA 36° PAESE AL MONDO PER ATTRAZIONE TALENTI. SCALATA DI MILANO TRA LE CITTA', DAL 73° AL 41° POSTO

GTCI 2020: ITALIA 36° PAESE AL MONDO PER CAPACITÀ

DI ATTRARRE TALENTI MA MILANO SCALA LA CLASSIFICA DELLE CITTÀ E PASSA DAL 73° AL 41° POSTO

 

Paesi: la Svizzera si conferma in testa alle 132 Nazioni analizzate per la loro capacità di attirare, coltivare e fidelizzare i talenti. L'Italia guadagna due posizioni rispetto allo scorso anno e si colloca 36°, alle spalle di Cile e Lituania.

 

Città: tra i 155 centri urbani presi in esame, grande ascesa di Milano, che entra nella top 50 (41° posto), guadagnando 32 posizioni rispetto allo scorso anno. In calo Roma (da 64° a 70°) e Bologna (da 71° a 74°), crollo verticale di Torino (da 79° a 99°)

 

Davos, 22 gennaio 2020 – L'era dell'Intelligenza Artificiale sta ampliando il digital divide, dando ai Paesi ad alto reddito un vantaggio competitivo ancora maggiore nella corsa ai migliori talenti. Lo riportano i principali risultati del Global Talent Competitiveness Index (GTCI) 2020, presentato a Davos da INSEAD, The Adecco Group e Google. Nella settima edizione dello studio che analizza la capacità delle singole nazioni di attrarre i migliori talenti a livello globale risalta la 36° posizione dell'Italia, in leggera risalita rispetto al 38° posto dello scorso anno.

 

La Svizzera si conferma ancora una volta saldamente al comando della classifica ed è seguita da Stati Uniti e Singapore. Nella top ten figurano ben quattro Paesi scandinavi: Svezia (4°), Danimarca (5°), Finlandia (7°) e Norvegia (9°). Olanda (6°), Lussemburgo (8°) e Australia (10°) completano la lista delle prime dieci posizioni del ranking.

 

I Paesi ad alto reddito continuano dunque a occupare i primissimi posti della graduatoria, ma emerge un nuovo fattore, un tema centrale dello studio di quest'anno: l'Intelligenza Artificiale, che se utilizzata con le giuste modalità può rappresentare un'opportunità rilevante per i mercati emergenti e aiutarli a compiere quel salto in avanti nella competizione verso i migliori talenti.

 

Analizzando nel dettaglio la performance dell'Italia, anche in questa edizione il punto debole è rappresentato dalla scarsa capacità di attrarre nuovi talenti, a causa di un basso livello di mobilità sociale e di minori opportunità professionali per le donne rispetto agli altri Paesi. Se prendessimo in considerazione solo questo indicatore, l'Italia occuperebbe addirittura il 67° posto a livello globale. L'aspetto positivo è invece, ancora una volta, la capacità di fidelizzare i talenti che abitano già la Penisola, merito principalmente di uno stile di vita di ottima qualità. L'Italia è poi piuttosto in ritardo anche nei risultati basati sul nuovo indicatore utilizzato nel report, che fa riferimento all'utilizzo delle tecnologie. Il Paese si posiziona 59° sia per "Utilizzo della tecnologia" che per "Investimenti in nuove tecnologie", mentre fa registrare un positivo 8° posto per la presenza di robot nel suo panorama industriale.

 

Nel ranking relativo alle singole città, l'impatto dell'intelligenza artificiale nella dinamica della crescita dei centri urbani porta ad un'accelerazione di quelli più avanzati dal punto di vista tecnologico anche nella competizione globale per arrivare ai migliori talenti. In questa competizione le città dei Paesi ad alto reddito risultano avvantaggiate. Milano si attesta come la migliore tra le italiane: il capoluogo lombardo guadagna ben 32 posizioni rispetto al report dello scorso anno piazzandosi al 41° posto. Trend negativo invece per le altre città della Penisola: Roma passa dal 64° al 70° posto, Bologna perde tre posizioni e si attesta alla 74° piazza mentre crolla verticalmente Torino, che scende di ben 20 gradini e si posiziona 99°. A livello globale New York ha il primato e precede Londra e Singapore.

 

"Mentre le nuove tipologie di collaborazione tra uomo e tecnologia sono già diventate realtà e l'AI ha cominciato a permeare le economie e le società, la competizione per l'attrazione dei talenti è diventata una gara tra i Paesi che meglio riescono a sfruttare i benefici della rivoluzione tecnologica che stiamo vivendo", ha commentato Andrea Malacrida, Amministratore Delegato di The Adecco Group Italia. "È proprio per questo motivo che riteniamo fondamentale che i principali player istituzionali e privati del nostro Paese collaborino sinergicamente per migliorare il grado di innovazione tecnologica e l'occupabilità delle persone. Due concetti che sono strettamente connessi, perché la prima rappresenta il filo conduttore dell'economia del futuro ed è legata alla nascita di nuove organizzazioni e business model inediti, mentre la seconda rappresenterà il concetto chiave per la carriera dei professionisti di successo nei prossimi anni".



--
www.CorrieredelWeb.it

UNITRE Milano Lezione magistrale - Il viaggio nell'immaginario artistico

UNITRE MILANO Lezione magistrale del 24 Gennaio 2020

"Il viaggio nell'immaginario artistico" 


Venerdì 24 Gennaio 2020 dalle ore 15:00 alle ore 17:00 presso l'Auditorium UNITRE Milano in via San Calocero 16, si terrà la lezione magistrale su "Il viaggio nell'immaginario artistico", incontro di approfondimento organizzato dall'Università delle Tre Età, UNITRE MILANO, nell'ambito delle attività di carattere extraaccademico per l'anno 2019/2020.

A presentare la lezione magistrale, a ingresso libero, sarà il prof. Marco Marinacci dell'Università eCampus e UNITRE MILANO, che approfondirà la tematica del viaggio ricorrente in molti ambiti soprattutto in quello artistico dove il viaggio viene visto come un pellegrinaggio verso la scoperta di se stessi e del mondo.

I convegni, le conferenze e i seminari organizzati da UNITRE MILANO rappresentano un'occasione di apprendimento e confronto su argomenti di interesse che abbracciano diversi punti di vista e approcci multidisciplinari. Possono parteciparvi liberamente tutti coloro che desiderano approfondire le proprie conoscenze nelle tematiche proposte, senza vincoli di età o di titolo di studio.

Per l'anno accademico 2019/2020, l'Università delle Tre Età UNITRE MILANO ha ampliato la propria offerta attivando oltre mille corsi e laboratori in tutti i campi d'interesse. Un fitto programma ricco di incontri, eventi e convegni sui più svariati ambiti culturali alimenta l'interesse verso materie tradizionali e contemporanee con un occhio di riguardo all'impiego del tempo libero. Accanto alle lezioni tradizionali non mancano momenti significativi di carattere extraaccademico quali conferenze, seminari, manifestazioni, rappresentazioni teatrali, musicali, artistiche, gite culturali, visite guidate, attività sociali-turistiche e di tempo libero, orientamento e counseling psicologico. Tutti gli eventi si svolgono a Milano nella sede di UNITRE Milano in via Ariberto 11 oppure nell'Auditorium in via San Calocero 16.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 20 gennaio 2020

Formazione, Flessibilità e Miglioramento. I professionisti di AMC svelano gli ingredienti per la ricetta del loro successo.

Formazione, flessibilità e miglioramento

 

I professionisti di AMC svelano gli ingredienti per la ricetta del loro successo

fatto di entusiasmo e passione dietro l'acciaio dei suoi prodotti

 

Pentole, coperchi, coltelli, il mondo AMC è fatto di materiali prestigiosi, assemblati con maestria grazie a un intenso lavoro di ricerca e sviluppo. Dietro l'acciaio però batte un cuore di dipendenti e collaboratori che con la formula del party plan, incontrano famiglie e coppie che sperimentano in prima persona la facilità e tutti i pregi dei prodotti AMC e della sua cucina: veloce, pratica e gustosa.

 

I tempi di preparazione sono abbattuti grazie agli esclusivi prodotti e brevetti e bastano 10 minuti per piatti deliziosi come un ricco arrosto. 10 minuti sono giusto il tempo di conoscere Enrico, Emilia e Stefano, i protagonisti del mondo AMC che raccontano la ricetta del loro successo e svelano i tre ingredienti segreti alla base della loro soddisfazione professionale.

 

 

Per Enrico Casagrande, per due anni consecutivi al vertice delle classifiche mondiali del reclutamento, gli ingredienti segreti sono appunto il RECLUTAMENTO E LA FORMAZIONE.

Veneto di 32 anni, in AMC da 5, Enrico si è trasferito in Lombardia per lavorare come Responsabile di Zona all'inizio di quest'anno. Entusiasta per natura, Enrico racconta che l'organizzazione di AMC è in grado di fornire un'ottima base di partenza alle nuove leve, grazie a una struttura solida fatta di funzioni e ruoli, dove soprattutto all'inizio dell'inserimento in azienda, viene dedicato moltissimo tempo alla formazione con affiancamenti attivi. Inoltre, per valorizzare le potenzialità delle persone, i manager affiancano i nuovi arrivati, generando un circolo virtuoso dove la formazione è convertita in fiducia e delega all'interno della squadra, senza trascurare il sostegno.  

La buona formazione ha reso il gruppo di Enrico sempre più numeroso e coeso, dove non c'è il timore di chiedere aiuto nei momenti di difficoltà.

Formazione e sostegno sono gli ingredienti della ricetta di Enrico, ma il gruppo AMC è in grado di offrire molto anche a profili in cerca di equilibrio tra vita professionale e familiare.

 

È il caso di Emilia Mosca, 39 anni di Napoli e madre di 3 bambini, che senza dubbio indica la FLESSIBILITÀ come suo ingrediente segreto.

Con 3 figli di cui occuparsi, il dubbio di riuscire a conciliare lavoro e famiglia era legittimo, ma è stato chiaro fin dal suo ingresso in azienda nel 2014 che non solo è possibile essere una mamma lavoratrice, ma anche fare carriera, realizzando un sogno che credeva impossibile qualche anno fa: lavorare rispettando i suoi tempi senza rinunciare a raggiungere importanti soddisfazioni professionali e una buona indipendenza economica.

 

MIGLIORAMENTO costante è invece l'ingrediente segreto di Stefano Raco, Responsabile di Zona in Piemonte. In AMC dal 2014, anche Stefano ha sperimentato in prima persona le dinamiche vincenti dell'azienda, grazie alle quali è riuscito in poco tempo a fare carriera grazie a impegno continuo e entusiasmo. Oltre al miglioramento del singolo, in azienda è valorizzata anche la crescita dell'intero gruppo che Stefano, in qualità di responsabile, tocca con mano ogni giorno.

Una squadra, coesa e unita che lavora intensamente, rappresenta da sempre una fonte di ispirazione ed è motivo di grande soddisfazione se si considera il livello di intesa che un gruppo di estranei riesce a raggiungere in poco tempo.

Per Stefano è importante non cadere nell'illusione di sentirsi arrivato, "sedersi" e smettere di lavorare con impegno, in questo senso il miglioramento è alleggerito dalla sua componente di stress e visto come motore di spinta positiva.

 

AMC è sempre alla ricerca di nuove risorse da inserire all'interno del suo organico che conta già 1.700 consulenti in Italia e oltre 10.000 consulenti nel mondo, offrendo loro non solo l'opportunità di crescita professionale, ma anche un ambiente di lavoro stimolante dove ottenere formazione, flessibilità e miglioramento costante come hanno raccontato Enrico, Emilia e Stefano. 

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *