mercoledì 18 ottobre 2017

Trovare lavoro. I risultati dell'Osservatorio CornerJob sul mercato del lavoro per il Q3 2017 e le previsioni per il Q4.

Risultati immagini per find job
I RISULTATI DELL'OSSERVATORIO CORNERJOB SUL MERCATO DEL LAVORO PER IL TERZO TRIMESTRE 2017 E LE PREVISIONI PER I TRE MESI CONCLUSIVI DELL'ANNO. QUALCHE SEGNALE DI RIPRESA MA TROPPO TIMIDO E LEGATO ALLA STAGIONE PER POTER PARLARE DI PUNTO DI SVOLTA.

Milano, 16 ottobre 2017 - CornerJob, l'app leader nel settore della ricerca del lavoro attraverso dispositivi mobili, ha pubblicato oggi i risultati dell'Osservatorio sul Mercato del Lavoro per il terzo trimestre 2017 e le previsioni per il quarto.

In lieve discesa la ricerca dell'occupazione fra i giovani (ma non fra i giovanissimi)
Secondo quanto rilevato da CornerJob la percentuale dei giovani alla ricerca del lavoro nella fascia 18-24 annirimane ancora alta (sopra il 55% e in aumento di quasi 15punti percentuali rispetto al secondo trimestre 2017). Maquesto dato non è così preoccupante. Per la maggior parte di essi (oltre l'80%) stiamo infatti parlando di ragazzi ancora alle prese con lo studio. Per i quali quindi il lavoro più che l'inizio di un percorso professionale è un "tampone" finanziario nel corso delle vacanze estive. Un timido segnale di ripresa appare invece dalle rilevazioni in fascia 25-30, dove i giovani alla ricerca di un impiego scendono dal 18% del trimestre precedente al 16%. Ma due punti percentuali, soprattutto nella stagione estiva, non bastano a giustificare l'ottimismo. Questa diminuzione deriva dal fatto che molti approfittano, in estate, dell'offerta di occupazioni stagionali, in mancanza di migliori opportunità, ma sono ben consci che a settembre ricomincia la caccia al tesoro. Il dato viene confermato anche dalla presenzafemminile al lavoro (di oltre 10% più alta rispetto agli uomini)Le donne, spesso, proprio in questa stagione di scuole chiuse, accettano occupazioni a breve termine o part time. In modo da equilibrare un work-life balance più complicato. Nella fascia over 30 invece la situazione è ancora preoccupante con una percentuale di chi cerca lavoro che supera il 30%. "È proprio questo segnale l'ago della bilancia" - commenta Mauro Maltagliati, Co Fondatore e CEO Italia di CornerJob"Perché si riferisce a quella fascia socioeconomica che ha la necessità di intraprendere un percorso professionale vero. Non stiamo più parlando degli stagisti o di giovani in "esplorazione", ma di persone ormai molto profilate spesso con almeno tre esperienze precedenti alle spalle e che ora vogliono qualcosa di più solido di un'occupazione con contratto trimestrale. Intendiamoci, la parola precarietà (in questi mesi diventata quasi una parola d'ordine), non fa più così paura. È qualcosa con cui ci stiamo confrontando da quasi un decennio ormai. II problema è la crescente instabilità a fronte di un'offerta che, da una parte chiede flessibilità, ma che strutturalmente si fa sempre più rigida"

La Lombardia e il Lazio si confermano alla guida del mercato del lavoro. Al terzo posto la Campania.
La Lombardia conferma il suo ruolo di regione-guida del mercato del lavoro catalizzando quasi il 23% delle offerte (ma subendo una flessione di 9 punti rispetto al trimestre precedente)Al secondo posto, ma a meno quattro punti percentuali, si posiziona il Lazio che totalizza oltre il 19delle offerte di lavoro. La Campania regge al terzo posto a quota 11,5% (in leggero aumento rispetto al secondo trimestre), seguita da Piemonte, Emilia Romagna, Toscana e Veneto sostanzialmente stabili con un ex-aequo a quota 6%. 

(Ri)cercarsi agenti immobiliari e di commercio
Dopo il boom del turismo dei primi sei mesi 2017, il settore immobiliare e, più in generale le ricerche di agenti di commercio, tornano in primo piano, catalizzando oltre il 45% delle offerte di lavoro e oltre il 27% delle offerte. Anche questo dato riflette il ritmo stagionale che vede l'occupazione turistica crescere molto nei primi sei mesi dell'anno (quando cioè si prepara la stagione estiva) per poi registrare una battuta d'arresto"Tuttavia", commenta Mauro Maltagliati, "questo boom immobiliare del terzo trimestre è abbastanza diverso rispetto a quello dell'anno scorso. Ed è in parte legato al turismo. Mi riferisco alla "Airbnb economy", ovvero al mondo degli affitti a breve termine. Un settore in forte crescita, destagionalizzato soprattutto in Italia, così ricca di città d'arte e di grandi eventi. Un settore di fatto gestito – oltre che dalle piattaforme on-line – dalle agenzie immobiliari sul territorio, in grado anche di seguire l'hospitality a 360° e in assenza dei proprietari degli appartamenti".  Seguono a oltre 30 punti percentuali di distanza, i servizi alla vendita e la ristorazione. 


Focus sul quarto trimestre 2017bene, ma non benissimo.

L'aspetto più importante è l'inversione di tendenza. Dopo un anno, finalmente, anche limitandoci ai dati che rileviamo sulla piattaforma di CornerJob (che chiaramente hanno un valore indicativo), vediamo un'offerta d'impiego più movimentata e un numero di candidati sulla fascia d'età più popolosa (quella degli under 30) in leggera flessione. Ed è un dato significativo. Perché il mercato del lavoro si basa sulle aspettative e le aspettative si formano sulla percezione del presente. Quindi il fatto che gli indicatori economici siano passati al segno "+" è segnale di ottimismo cauto ma in crescita, nonostante gli imprenditori lamentino ancora l'assenza di interventi strutturali più decisi a livello sia fiscale, sia, più in generale, di politica economica. "Osservando i trend dei dati in nostro possesso", osserva Mauro Maltagliati, "per i prossimi mesi ci aspettiamo una crescita più decisa soprattutto nelle capitali economiche: Milano, Torino e Roma e nei distretti industriali del Nord-Est, che sembrano aver superato con maggior vigore il guado. Passando ai settori, posso prevedere una crescita delle assunzioni nell'HoReCa, nella distribuzione e nel turismo in generale. Ma terranno molto bene anche l'immobiliare e i servizi alla vendita".

"Detto questo"conclude Maltagliati, "l'ago del barometro si posiziona ancora sul "variabile". Per vari motivi. In primis, è vero che quantitativamente l'occupazione è aumentata, ma non si può dire lo stesso sotto il profilo qualitativo. I contratti a brevissimo termine (tre mesi) sono aumentati e destinati ad aumentare. Così come sono in aumento (e lo saranno, soprattutto per il settore del commercio) i contratti temporanei (meno di un mese). E infine, con l'autunno, risorge l'offerta del cosiddetto lavoro "low cost": il mercato degli stage. Che di per sé non è un fattore negativo, se non fosse per il permanere del significato che questo tipo di posizione ha assunto negli anni della crisi. Passando cioè da momento di "tirocinio" (e quindi lavoro in cambio di formazione) a reperimento di manodopera a costo quasi zero. Quindi il fatto che i numeri dell'occupazione siano in aumento, per il momento coincide solo in parte con l'aumento del numero di occupati. Io ritengoanche sulla base delle altre realtà in cui CornerJob opera, come Francia e Spagna, che la vera ripresa non possa che passare attraverso la modernizzazione del concetto di lavoro. Parlo di smart working, di organizzazioni collaborative, di digitalizzazione del recruitment. E non ne parlo solo io: il dibattito in Italia è aperto da molti mesi. Spero pertanto (ma non sono molto ottimista) di sorprendermi, nell'ultimo trimestre dell'anno. Nel caso di un passaggio un po' più deciso di queste parole d'ordine dai tavoli dei convegni a quelli degli HR manager".

   
  
A PROPOSITO DI CORNERJOB
CornerJob è una piattaforma per dispositivi mobili dedicata alla ricerca di lavoro nata dall'intuito visionario di Mauro Maltagliati, Co-fondatore e CEO Italia della piattaforma, oggiattiva in Italia, Francia, Spagna e Messico. Tra i clienti in Italia vediamo nomi del calibro di Adecco, RandstadEataly, Geox, Amnesty International, Generali, Manpower e Angelini.  Con sede principale a Barcellona, CornerJob è stata fondata da Miguel Vicente, Gerard Olivé (già fondatori di Wallapop), David Rodriguez (CEO) e Mauro Maltagliati (Country Manager per l'Italia). E nel 2016 è entrata nella top ten delle app più scaricate su AppStore e al primo posto delle app nella sezione "economia" di AppStore e Google Play.


--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 17 ottobre 2017

Univerò 2017 a Verona il festival che insegna il futuro ai ragazzi

UNIVERÒ 2017, A VERONA IL FESTIVAL CHE INSEGNA IL FUTURO AI RAGAZZI 

All'Università di Verona, dal 24 al 26 ottobre, tre giorni di Festival dell'Orientamento per studenti, laureandi e laureati

Tre giorni dedicati al placement, all'orientamento post universitario, al mondo del lavoro e delle professioni. 

Tre giorni, da martedì 24 a giovedì 26 ottobre, raccolti in un unico evento, UniVerò 2017.

UniVerò è il festival dell'orientamento voluto da Università di Verona e da Esu di Verona, giunto alla sua terza edizione, che si sviluppa, in particolar modo, nel polo universitario scaligero di Santa Marta. 

Un format dedicato ai giovani e unico a livello nazionale.

Univerò è un progetto che congiunge e supera iniziative simili pensate per l'orientamento. Non il tradizionale career day (che comunque ci sarà), oltre alle conferenze e agli incontri con i responsabili risorse umane di aziende top italiane e internazionali, UniVerò è un vero festival dell'orientamento, unico nel suo genere.

Tre giornate, decine di eventi ogni giorno, di incontri, colloqui e esperienze

UniVerò permetterà ai giovani di avere un'idea un po' più precisa sul mondo del lavoro, di quali sono le professioni di cui c'è bisogno e i percorsi formativi migliori da intraprendere. 

Durante il festival, infatti, si potranno seguire sessioni di orientamento a una efficace ricerca del lavoro, workshop di approfondimento sul tema delle professioni e dell'autoimprenditorialità. 

Sarà possibile incontrare testimonial di grandi e piccole aziende, seguire le presentazioni aziendali e lasciare il proprio curriculum nel corso del recruiting day o partecipare all'open day dei corsi post laurea e perfezionamento dell'ateneo.

Una delle novità di quest'anno saranno inoltre gli eventi serali, in programma il 23 e 24 ottobre e aperti a tutta la città. 

Dialogheranno fra loro i protagonisti del mondo della cultura che racconteranno il ruolo delle professionalità impegnate nella valorizzazione del patrimonio culturale del territorio.

Tanti gli ospiti e testimonial presenti in questa terza edizione: si comincia martedì con il presidente di Enea Federico Testa che parlerà delle nuove professioni create e ricercate dalla Green Economy; sempre martedì mattina si affronterà il tema del turismo e delle professionalità ad esso legate e ci sarà un focus di approfondimento, nel tavolo istituzionale con il sottosegretario Pier Paolo Baretta, sull'Industria 4.0. 

Sarà poi la volta delle professioni legate alla cultura e ai beni culturali: interverranno tra gli altri Christian Greco, Direttore del Museo Egizio di Torino, e Massimo Bray, Direttore Generale Treccani. 

Il giorno seguente sarà dedicato al Legal Day: si parlerà del professionista in ambito legale e finanziario e del percorso da seguire per specializzarsi nei diversi settori. Inoltre saranno presenti alcune grandi aziende che con i propri responsabili HR racconteranno il passaggio dal locale a globale. 

Imprenditorialità nelle start up e carriere internazionali saranno al centro degli eventi di Giovedì 26, contemporaneamente, l'attrice Matilda De Angelis e il conduttore e documentarista Luca Rosini dialogheranno sull'infotainment e sulle professioni a esso legate.

La giornata conclusiva di UniVerò vedrà fra i testimonial i medici di Medici Senza Frontiere che racconteranno le loro esperienze e porteranno #MilionidiPassi Experience un'installazione multimediale ed esperienziale dedicata alle persone in fuga: indossando visori di ultima generazione, sarà possibile vedere scene a 360  gradi per una totale immersione negli estenuanti viaggi via terra e via mare, realizzata per poter "vivere" la realtà di milioni di persone che oggi nel mondo sono costrette a lasciare i loro paesi a causa di guerre, violenze, povertà.

Durante l'ultima giornata ci saranno due eventi paralleli: la finale della StartCup Veneto, il concorso per le migliori idee imprenditoriali innovative che ha l'obiettivo di sostenere la ricerca e l'innovazione tecnologica finalizzata allo sviluppo economico e un momento dedicato allo sport e alle professioni ad esso legate, interverrà fra gli altri Damiano Tommasi, dell'Associazione Italiana Calciatori.

Dichiarazione NICOLA SARTOR, RETTORE UNIVERSITA' DI VERONA
"Dopo il successo delle prime due edizioni, il nostro Ateneo torna ad ospitare UniVerò, un modo non convenzionale di fare placement, costruendo eventi e occasioni di relazioni per i nostri studenti e neolaureati. Siamo ben consapevoli che, pur essendo il tasso di occupazione dei laureati nell'Università di Verona maggiore rispetto alla media nazionale, come Ateneo occorre impegnarsi per aiutarli a chiarirsi le idee e qualificarne le scelte professionali. Siamo grati anzitutto all'Esu di Verona, che sostiene UniVerò, e ai partner aziendali e istituzionali che vi prendono parte. Mi auguro che i nostri studenti sappiano cogliere il valore e approfittino delle occasioni dentro UniVerò ".

Dichiarazione FRANCESCA ZIVELONGHI, COMMISSARIO STRAORDINARIO ESU DI VERONA
"Tra le sue mission ESU Verona ha quella di creare strumenti di orientamento per gli studenti, aiutando i laureati ad inserirsi  nel mondo del lavoro. È per questo che abbiamo rinnovato la collaborazione con l'ateneo per l'edizione 2017 di UniVerò, sostenendo i costi di realizzazione dell'evento e impegnandoci direttamente nella creazione di 4JOB, l'ufficio placement dell'ESU già operativo da settembre. 

Succede infatti che, al termine del percorso di studi, ci si possa trovare disorientati di fronte al complesso mondo del lavoro: noi vogliamo fornire gli strumenti più adeguati per accompagnare i laureati in questa fase delicata ma strategica per il loro futuro dopo l'università".



I numeri di Univerò 2017:

·       3 giorni
·       87 eventi
·       30 aziende rappresentate al Recruiting Day
·       137  fra speaker e testimonial


www.CorrieredelWeb.it

Corso Unicef - Università dell'Insubria: Le sfide dell'immigrazione









CORSO UNICEF
Università dell'Insubria: 
Le sfide dell'immigrazione

Docenti Insubria ed esperti in diritti umani insieme per educare all'accoglienza e per parlare di immigrazione e diritti di cittadinanza di minori e adolescenti

Primo incontro 25 ottobre
Aula Magna chiostro di S. Abbondio, Como


L'Università degli Studi dell'Insubria, il Comitato Provinciale per l'UNICEF di Varese e il Comitato Provinciale per l'UNICEF di Como organizzano il terzo Corso Universitario Multidisciplinare di Educazione allo Sviluppo (Corso Cumes) "Le sfide del fenomeno migratorio: chiusura o accoglienza?".

Il Corso si articola in cinque incontri in programma a Como, dal 25 ottobre al 13 dicembre nell'Aula Magna del Chiostro di S. Abbondio, alla presenza del Rettore dell'Università degli Studi dell'Insubria Alberto Coen Porisini, del Vicesindaco di Como Alessandra Locatelli e il Questore di Como Giuseppe De Angelis.
L'inaugurazione dei lavori si terrà mercoledì 25 ottobre 2017 alle ore 16.30. Interverranno il professor Antonio Maria Orecchia (Università degli Studi dell'Insubria) e la prof.ssa Barbara Pozzo (UNICEF).

Gli argomenti trattati declinano il tema dei migranti inquadrandolo dal punto di vista politico, storico giuridico ed economico, approfondendo il profilo dei diritti dell'infanzia, e in particolare la situazione dei minori non accompagnati. 

La politica dell'accoglienza viene sviluppata in ambito educativo e sociale e attraverso la presentazione di un case study.

«L'azione, in particolare di Unicef, è ispirata ai nuovi UN Sustainable Development Goals», spiega la professoressa Gilda Ripamonti, docente del Dipartimento di Diritto, Economia e Culture e coordinatrice del comitato scientifico del corso. «Il tema dell'accoglienza ha trovato storicamente primo terreno di elezione nel campo dell'integrazione scolastica ed educativacontinua la docente - ma ha assunto ormai una valenza estesa a tutti gli ambiti delle politiche sociali. Particolare interesse per gli organizzatori è dare una visione transtemporale che attraversi le diverse discipline».

I relatori saranno docenti dell'Università degli Studi dell'Insubria, esponenti dell'Unicef ed esperti esterni in diritti umani. Interverranno i professori Antonio Maria Orecchia, Barbara Pozzo, Silvia Marino, Maria Dominique Feola, Giuseppe Colangelo e Lino Panzeri dell'Università degli Studi dell'Insubria; Daniela Invernizzi, esperta di Educazione e Diritti Umani, Alessandra Borsato, Paolo Rozera, Roberto Pozzetti e Tiziana Colasanti di UNICEF.

Il corso ha un costo di 20 euro e accetta sino a 120 iscritti. La frequenza al Corso può dare diritto, a discrezione del Dipartimento e del Consiglio di Corso di riferimento, previo superamento del test conclusivo, al riconoscimento di crediti formativi per gli studenti dell'Università degli Studi dell'Insubria.

Il comitato scientifico dell'Università è formato dai professori Giuseppe Colangelo, Barbara Pozzo, Gilda Ripamonti (coordinatrice), Giulia Tiberi.

La collaborazione con la Rassegna cinematografica "Migranti - Diritto e diritti nello sguardo del cinema" organizzata dal Dipartimento di Diritto, Economia e Culture, offre l'opportunità di partecipare alla visione di film, proiettati alla fine di due dei seminari previsti e strettamente connessi con le tematiche sviluppate nel corso degli incontri. Verranno proiettati "Fuoco ammare" di Gianfranco Rosi e "Là- bas. Educazione criminale" di Guido Lombardi.

La partecipazione alla visione dei film è facoltativa, gratuita e aperta a tutti, anche a chi non si sia iscritto al corso Cumes.


Per maggiori informazioni e per iscrizioni:
www4.uninsubria.it/on-line/home/naviga-per-tema/didattica/altri-corsi/corsi-di-formazione/scheda2187.html




--
www.CorrieredelWeb.it

Recruiting. AL Lavoro, il career day organizzato da AlmaLaurea Srl, fa tappa a Roma il 19 ottobre al Palazzo dei Congressi dell'EUR

Risultati immagini per recruiting
AL LAVORO, A ROMA IL CAREER DAY DI ALMALAUREA


Il 19 ottobre al Palazzo dei Congressi dell'EUR appuntamento con l'evento di campus recruiting: laureati e neolaureati incontrano i responsabili delle risorse umane di piccole, medie e grandi aziende. 


Un'occasione per affacciarsi al mondo del lavoro.

AL Lavoro, il career day organizzato da AlmaLaurea Srl, fa tappa a Roma il 19 ottobre al Palazzo dei Congressi dell'EUR (Piazzale Kennedy, 1). Dalle 9 alle 17, laureati e neolaureati pre-registrati all'evento, incontreranno i responsabili delle risorse umane di numerose piccole, medie e grandi imprese. 


Un'occasione per farsi conoscere e affacciarsi al mondo del lavoro, un contributo concreto alla valorizzazione del capitale umano formato dalle Università e un servizio per il sistema economico-produttivo nella ricerca dei profili professionali.

Ad AL Lavoro Roma saranno presenti AbbVie, ADS, Aizoon, Allianz, Alleanza Assicurazioni, Alten, Altran, Amaris, Blue Reply, Bricocenter, Capgemini, Carrefour, ConTe.it, Decathlon, Deloitte, Double Consulting, Estèe Lauder, Eustema, EY, Fater, Fiat Chrysler Automobiles (FCA), Ferrovie dello Stato Italiane, Fincantieri, Findomestic, Generali Italia, Green Network, Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia,  GS-Automation, Gucci, Humana Italia,  INDRA, Interactive Data Kler's, Italdesign, Italkali SpA, Johnson & Johnson Family of Companies, Key Partner, LeasePlan, Leasys, Leonardo, Lidl Italia, Lottomatica, Magneti Marelli, Norauto, Ntt Data, OBI, OVS, Philip Morris Italia, Philip Morris Manufacturing&Technology Bologna, PwC, Santander Consumer Bank, Serfer, SOGEI, Techedge, Terna, Tetra Pak, Trelleborg Wheel Systems, TXT, Unicoop Firenze, Unilever, Unitec, Valagro, Vodafone, Wideside sagl.

Gli sponsor di AL Lavoro Roma sono: Lidl Italia - main sponsor, Johnson & Johnson - platinum sponsor, Unilever - platinum sponsor, Deloitte - gold sponsor, Leonardo - gold sponsor, Philip Morris Italia -  gold sponsor e Philip Morris Manufacturing&Technology Bologna - gold sponsor.

Per registrarsi ad AL Lavoro Roma è necessario aggiornare il proprio curriculum vitae su AlmaLaurea.it e poi iscriversi all'evento. 


Nella pagina di registrazione laureandi e laureati hanno inoltre la possibilità di segnalare il proprio CV alle aziende che vorrebbero incontrare per un breve colloquio: i candidati selezionati verranno ricevuti nell'area Smart Profile. 

Tutti i partecipanti potranno incontrare i recruiter, scoprire quali sono le posizioni aperte e consegnare loro il CV.

lunedì 16 ottobre 2017

DALLA FONDAZIONE ADOLFO PINI NUOVI BANDI PER L’ASSEGNAZIONE DI SEI BORSE DI STUDIO E UN ASSEGNO DI RICERCA NEI SETTORI DELLA CREATIVITA’ E DELLA PRODUZIONE ARTISTICA

Scadenza per partecipare: 20 novembre 2017

Al via i nuovi Bandi di concorso, promossi dalla Fondazione Adolfo Pini, per cinque borse di studio destinate a studenti e ricercatori nei settori dell'arte e della creatività, e per una borsa di studio rivolta a giovani studenti e laureati, per sostenere progetti inediti in ambito artistico. 

Insieme alle borse di studio quest'anno la Fondazione Adolfo Pini propone il nuovo Bando di selezione per il conferimento di un assegno di ricerca per svolgere un'attività di studio sulla nozione di casa museo e dimora storica, con particolare riguardo al caso della Fondazione Adolfo Pini.

Il progetto rientra nell'ambito della missione della Fondazione a sostegno e valorizzazione dei giovani talenti nelle diverse discipline culturali. 

Fino al 20 novembre sarà possibile proporre la propria candidatura ai Bandi secondo le modalità consultabili online al sito www.fondazionepini.it.

Più nel dettaglio, il Bando per l'assegnazione di cinque borse di studio è rivolto a studenti e ricercatori, under 35, delle università, scuole d'arte o di altri centri di competenza, di Milano che svolgano attività di alta formazione, per effettuare un periodo di formazione o di ricerca/lavoro da realizzarsi presso centri internazionali specializzati, che permetterà di approfondire l'analisi dei modelli delle attività artistiche e di crescita dei centri culturali.

La sesta borsa di studio, messa a disposizione dalla Fondazione Adolfo Pini, è invece destinata a studenti e laureati nell'anno solare 2017,under 35, con un percorso formativo in ambito artistico, iscritti a istituti di alta formazione, accademie d'arte e università, di Milano, per sostenere, promuovere e valorizzare progetti inediti a vocazione multidisciplinare. 

La borsa di studio offre l'opportunità di svolgere un'attività di ricerca presso enti nazionali e internazionali, attività finalizzata alla produzione di un progetto inedito che consiste nella realizzazione di una mostra /performance nelle sale della Fondazione Adolfo Pini.

Le sei borse di studio, del valore di 3.000 euro per l'effettuazione di un periodo di stage o di ricerca di almeno due settimane (4.000 euro per un periodo massimo di un mese), saranno erogate per un periodo di formazione/ricerca da concludersi entro il 30 aprile 2018.

Le borse di studio daranno infatti la possibilità ai vincitori di approfondire l'analisi dei modelli delle attività artistiche e di crescita dei centri culturali nazionali e internazionali nel settore creativo di riferimento (arte, comunicazione, nuovi media, design, musica ecc…), di raccogliere esperienze e best practice che possano essere di supporto ai giovani, all'arte e alla creatività oggi, e di verificare quanto stiano facendo a questo proposito i Paesi più interessanti. 

È inoltre l'occasione per sostenere l'apertura del "Sistema Milanese" alle competenze e professionalità internazionali nel settore delle arti e di riuscire a comparare le migliori pratiche attivate per la crescita delle attività artistiche.

La Fondazione Adolfo Pini propone inoltre, nel suo ampio programma di sostegno ai giovani nelle diverse discipline culturali, un Bando anche per studenti aventi una formazione in ambito artistico e storico-critico, tramite il conferimento di un assegno di ricerca rivolto a studenti, specializzandi e dottorandi, laureati nell'anno solare 2017, in Lettere e Filosofiaunder 35, di istituti di alta formazione e università, di Milano.

L'assegno di ricerca, del valore di 3.000 Euro, della durata di quattro mesi, sarà erogato per svolgere un'attività di ricerca che si svilupperà a partire dallo studio e dall'analisi della nozione di casa museo e dimora storica, fino ad arrivare al caso della Fondazione Adolfo. 

L'attività di ricerca dovrà produrre, entro i quattro mesi, contenuti di carattere scientifico presentati sotto forma di elaborato scritto.


--
www.CorrieredelWeb.it
Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI