mercoledì 30 marzo 2011

Scrittura: formazione quotidiana gratis online

La scrittura creativa non serve solo per scrivere un racconto o un romanzo e quindi non è solo destinata agli scrittori emergenti o a chi sogna di pubblicare il prossimo best seller di successo. La scrittura creativa è di più: è tutto quell’insieme di tecniche che permettono di sviluppare la propria capacità espressiva comunicando attraverso la parola scritta.

E’ per questa ragione che è nato Appunti di scrittura creativa, una risorsa che fa della scrittura creativa un’opportunità per tutti e che ogni giorno propone risorse gratuite dalla rete (perché spendere in laboratori di scrittura e corsi di scrittura centinaia di euro senza potersi prima nemmeno mettersi alla prova gratis?) per scrivere meglio e comunicare. Non solo sulla pagina bianca e su carta ma anche sul web dove la scrittura creativa può dare una mano.

Ecco allora che oltre a proporre concorsi di poesia, esercizi di scrittura, giochi di parole ed esempi ed esperienze di laboratori di scrittura, Appunti di scrittura racconta anche come si scrive sul web, per il lettore, per i motori di ricerca e per l’occhio che deve saper intuire su uno schermo.
In mezzo infine anche video sulla scrittura, i caratteri, la calligrafia e tutto quanto è scrittura e professionalità. Buona scrittura a tutti!

lunedì 28 marzo 2011

Trento. Lamp&Rilamp, mostra interattiva sulle lampadine a basso consumo

LAMP & RILAMP
mostra itinerante sul recupero delle lampadine


Arriva a Trento martedì 29 marzo in Piazza Fiera Lamp&Rilamp 2011, la mostra interattiva sulle lampadine a basso consumo volta a sensibilizzare cittadini e scuole sulla raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, L'esposizione interattiva prevede il coinvolgimento diretto dei visitatori: cinque moduli illustrano la storia dell'illuminazione, i numeri, le caratteristiche e il perché della necessaria raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, ma anche le fasi successive di trattamento, che permettono di recuperare sino al 95% dei materiali e di mettere in sicurezza le sostanze pericolose, tra cui il mercurio. Alla fine del proprio ciclo di vita, infatti le lampadine fluorescenti non devono essere gettate nel sacco dei rifiuti indifferenziati o nei contenitori per il vetro.

La mostra ha come obiettivo primario, dunque, quello di informare l'opinione pubblica sull'importanza di portare le lampadine esauste integre all'isola ecologica più vicina, dove si trovano gli appositi contenitori verdi Ecolamp oppure di restituirle presso un punto vendita al momento dell'acquisto di quelle nuove, così come stabilito dal DM "Uno contro Uno" entrato in vigore il 18 giugno 2010.

"Con il 2011, dopo il successo delle due edizioni passate, arriveremo ad toccare ben 30 città, da Nord a Sud, isole comprese. – afferma Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp – La mostra Lamp&RiLamp è nata per informare e sensibilizzare i cittadini verso le nuove raccolte differenziate, che sono ormai necessarie per far fronte alla mole crescente di rifiuti elettrici ed elettronici (Raee), tra cui le lampade a basso consumo di energia. Istituzioni, aziende, consumatori, tutti abbiamo il dovere di applicare comportamenti virtuosi e avere nuova consapevolezza dei nostri doveri per salvaguardare l'ecosistema così come la salute pubblica".

L'impegno di Ecolamp nella comunicazione segue quello nelle attività operative: in poco più di due anni in Italia il Consorzio ha raccolto oltre 1.270 tonnellate di sorgenti luminose esauste da cui sono stati recuperati più di 1.100 tonnellate di vetro, 51 di plastiche, 64 di metalli e 50 di mercurio e altre sostanze tossiche sono state sottratte alla dispersione nell'ambiente.


Area Stampa: www.ecolamp.it/comunicazione

mercoledì 23 marzo 2011

Perché FIAT ha scelto PROFINET? La risposta al PROFIBUS & PROFINET Day 2011

Dopo l’enorme successo della scorsa edizione, indicata da molti come “L’evento dell’anno nel mondo dell’automazione”, torna l’appuntamento con il PROFIBUS & PROFINET Day, la giornata convegnistica organizzata da Consorzio PNI in programma il prossimo 13 aprile nella splendida cornice di Palazzo Gambara, dimora storica della provincia di Brescia, a pochi chilometri dal lago di Garda.

La domanda è attualissima e il convegno sarà volto a rispondere a questa ed altri quesiti sui più diffusi protocolli di comunicazione industriale al mondo. Ad esempio:dopo tanti anni di impiego, PROFIBUS è ancora adeguato alle esigenze di oggi? Perché AIDA (l’associazione che raggruppa i maggiori costruttori di automobili tedeschi) ha richiesto lo sviluppo di PROFIenergy? Oppure, ancora: è vero che con PROFINET due PLC diversi possono gestire lo stesso dispositivo da campo? Cosa offre in più un’interfaccia IO Link rispetto a un semplice sensore on/off?

La nuova edizione dell’evento che da anni riunisce a Brescia i rappresentanti delle principali realtà aziendali del settore, vedrà la partecipazione di FIAT come testimone d’eccezione delle potenzialità e dei possibili vantaggi ottenibili con l’adozione di PROFINET negli impianti industriali.

Al termine dei lavori, per il consueto momento celebrativo dell’apertura dell’anno congressuale, Consorzio PNI sarà lieto di offrire ai suoi ospiti una degustazione di vini di importanti etichette del territorio.

La partecipazione all’evento è gratuita, fino ad esaurimento posti, previa iscrizione su: www.profi-bus.it.

Con ‘xplore New Automation Award’ Phoenix Contact premia l’ingegno

Phoenix Contact torna con “xplore New Automation Award“, l’iniziativa a livello internazionale rivolta agli studenti degli Istituti Tecnici e delle Facoltà universitarie ad indirizzo Tecnologico/ Ingegneristico.

Il progetto ha l’obiettivo di premiare i migliori talenti e le idee più creative in ambito di automazione industriale e consiste nella progettazione e realizzazione di soluzioni innovative di automazione attraverso l’impiego della tecnologia e dei prodotti Phoenix Contact, messi a disposizione dei partecipanti.

Una commissione composta da illustri protagonisti del mondo industriale, accademico ed associativo selezionerà 100 progetti che accederanno alla fase di sviluppo. Di questi, i primi 30 classificati verranno presentati pubblicamente dagli studenti stessi presso la Casa Madre di Phoenix Contact a Blomberg (Germania), mentre la premiazione ufficiale avrà luogo in occasione della Fiera di Hannover 2012.

Tutti gli interessati, singoli o gruppi, avranno tempo fino a maggio 2011 per iscriversi all’iniziativa e presentare il loro progetto, che verrà assegnato ad una delle sette categorie previste, ovvero: Education, Buildings, Environmental, Factory, Net, Recreation e Twins.

Giunto ormai alla quinta edizione, xplore New Automation Award è patrocinato dal Ministero tedesco per l’Economia e la Tecnologia e dal Ministero tedesco per gli Affari Esteri ed ha assunto nel tempo una forte connotazione globale, come testimoniato anche dalla partecipazione, all’ultima edizione, di squadre provenienti da ben 21 Paesi.

Per avere maggiori dettagli sull’iniziativa e conoscere le modalità di iscrizione e partecipazione, è possibile collegarsi al sito www.xplore.org , oppure contattare la filiale Italiana di Phoenix Contact all’indirizzo info_it@phoenixcontact.com.

domenica 20 marzo 2011

Laboratori creativi per bambini: scrittura creativa a cura di Davide Nonino a Pordenone

Sabato 2 aprile alle ore 17.00 presso Baobab, libreria dei ragazzi Porcia (via dei serviti 35) si terrà un laboratorio di scrittura creativa aperto a tutti i bimbi e ragazzi (dalla quarta elementare alla terza media) che vorranno mettersi in gioco con le parole per creare una storia tutta loro. Il laboratorio sarà tenuto da Davide Nonino, autore del manuale di scrittura creativa per giovani scrittori Chi ha visto CenerOntola? e docente di scrittura creativa per ragazzi nelle scuole primarie e secondarie.

Il programma del laboratorio di scrittura prevede giochi di parole e lavori di gruppo, creazione dei personaggi e sviluppo delle ambientazioni e dei contesti narrativi. L’obiettivo è quello, tramite le tecniche di scrittura creativa, di dare massimo sfogo alla libertà espressiva e alla creatività dei ragazzi. L’ingresso al laboratorio è gratuito. Si richiede carta, penna e l’entusiasmo giusto per sconfiggere una volta per tutte il problema del foglio bianco e del blocco del (giovane) scrittore.

Al laboratorio (della durata di un’ora e mezza circa) potranno partecipare anche adulti che vorranno ascoltare accompagnando i propri bimbi e insegnanti e educatori per prendere spunti per eventuali attività didattiche sul tema scrittura da applicare in classe. Al termine Davide Nonino, papà della principessa più XXL che ci sia, sarà a disposizione per domande e approfondimenti in tema scrittura ma anche editoria, sulla stesura di un libro e sul percorso editoriale che porta alla pubblicazione.

Per informazioni libreriabaobab@gmail.com, tel 0434924234, webhttp://libreriabaobab.wordpress.com/

Per info sulla scrittura creativa e aggiornamenti ecco gli Appunti di scrittura creativa

Ecco in video un esempio dei laboratori creativi di scrittura per bambini e ragazzi tenuti da Davide Nonino

sabato 19 marzo 2011

3° Festival del Cortometraggio “I Corti sul Lettino – Cinema e Psicoanalisi” a Napoli



Sono aperte le iscrizioni per la terza edizione del Festival del Cortometraggio “I Corti sul Lettino - Cinema e Psicoanalisi”, a Napoli, diretto dallo psichiatra e critico cinematografico Ignazio Senatore ed organizzato da Pietro Pizzimento. Si rinnova un appuntamento che in breve tempo è diventato un evento nazionale tra i più ambiti per i filmaker italiani e stranieri. Nelle due precedenti edizioni, le giurie, presiedute dai registi Roberto Faenza e Giuseppe Piccioni, avevano selezionato e premiato il migliore cortometraggio, regista, sceneggiatore, attore protagonista, attrice protagonista, documentario e colonna sonora. Con questa nuova edizione saranno introdotte ben quattro novità: il premio del pubblico, che avrà la possibilità di votare il corto preferito, quello per il miglior corto d’animazione, il miglior corto straniero - con i sottotoli in italiano - e la migliore fotografia. Per regolamento ogni opera deve avere una durata massima di 60 minuti, inclusi i titoli di testa e di coda e sono ammessi anche i cortometraggi già presentati o già premiati in altri concorsi.

L'iscrizione al 3° Festival del Cortometraggio “I Corti sul Lettino - Cinema e Psicoanalisi” è gratuita e la data di scadenza è il 31 maggio 2011.

L’evento ad ingresso gratuito si svolgerà il 5 e 6 settembre 2011 dalle ore 21.00 alle 24.00, nell’ambito della rassegna "accordi @ DISACCORDI" – XII Festival del Cinema all’Aperto, presso il Parco del Poggio a Napoli.

I partecipanti dovranno inviare alla segreteria del concorso una copia digitale del cortometraggio e la scheda di adesione al bando che si può scaricare dal sito www.cinemaepsicoanalisi.com
Informazioni : igsenat@tin.it

venerdì 18 marzo 2011

Il guadagno sul web per imparare a fare soldi online

Scopri come fare soldi online con il guadagno in rete
Il nuovo blog dedicato alla formazione e al guadagno sul web ti insegna come fare per imparare a fare soldi online: le migliori risorse gratuite e a pagamento per avere una formazione a 360° e conoscere tutte le possibilità di guadagno e di profitto sul web.

Se il tuo obiettivo è cercare qualche tipico e incredibile motivo per cominciare a lavorare su internet da  casa, fermati qui perché il guadagno online con i nuovi corsi per guadagnare è subito plausibile e qualunque persona può afferare ottimi  stratagemmi per fare euro e lavorare online.

Comincia subito a guadagnare con Google su internet, fare euro agilmente e produrre un provento automatico  di soldi, perpetuo e quieto sul web.

I migliori modi per assimilare a lavorare in rete e diventare un professionista del web, anche se non hai nessuna  conoscenza sul mondo di internet e dei motori di ricerca.

In questo rivoluzionario video corso sono inclusi tutti i concetti di cui hai bisogno per comincia re a guadagnare sul web:  per acquisire grandissimi trucchi con un corso consacrato, sicuramente dovresti versare più di 2000 euro in  corsi di formazione dal vivo.

Senza sperperare molte quantità di soldi avrai un grande video corso che ti aiuterà a allargare ora  le tue capacità e i tuoi metodi professionali, senza possedere bisogno di altri insegnamenti: avrai quindi la  possibilità di percepire i punti chiave ogni volta che vorrai grazie a un modo magistrale.

Potrai percepire il video corso agevolmente sul tuo personal computer, senza ricercare e versare tempo e soldi per  partecipare a costosi corsi in aula. Il rivoluzionario materiale contenuto nel video corso ti guiderà passo dopo passo  per acquisire tutti i passaggi necessari per avviare nuovi affari a guadagnare online.

Sicuramente esistono immensi modi per acquisire un mestiere, ma noi crediamo che il metodo migliore  sia quello di identificare e arricchire gli stessi passaggi di chi già conosce tramite un procedimento magistrale il guadagno  online: in maniera così è cosi plausibile possedere grandissimi trucchi per lavorare online in piena autonomia.

Potrai acquisire tutti gli strumenti disponibili sul web che ti servono per afferare, proteggere e  conservare il tuo guadagno, in maniera così da essere sempre aggiornato delle novità sul web. Inoltre  conoscerai il rivoluzionario metodo per acquisire a distinguere i business più redditizi per lavorare online,  garantendoti un grande futuro con moltissimi guadagni e un grande risultato.

Cosa aspetti? Scarica subito il rivoluzionario video corso per guadagnare con Google AdSense e comincia ora a applicare i migliori metodi e ottimi  stratagemmi presenti sul web per lavorare e fare euro online. Scarica subito l’ebook e ottieni subito il successo che hai sempre desiderato!

Scarica e impara a guadagnare con Google

lunedì 14 marzo 2011

Aosta ospita Lamp&Rilamp, mostra sul riciclo delle lampadine fluorescenti esauste

Arriva ad Aosta il truck Lamp&Rilamp 2011

Aosta ospita la settima tappa della mostra polisensoriale di Ecolamp volta a sensibilizzare cittadini e scuole sulla raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste

Da martedì 15 marzo a domenica 20 marzo - dalle ore 9.00 alle 19.00 – Piazza Chanoux

Ingresso libero

Milano, 14 marzo 2011 - Da martedì 15 marzo fino a domenica 20 marzo, Aosta ospiterà il truck 2011 della mostra polisensoriale Lamp&RiLamp promossa dal Consorzio Ecolamp, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dello Sviluppo Economico, nonché del Comune di Aosta, che si terrà in Piazza Chanoux, dalle ore 9.00 alle ore 19.00 con ingresso libero. Dopo il successo ottenuto nei precedenti anni con oltre 25.000 visitatori, nella terza edizione il tour toccherà nuove undici tappe, dopo Lamezia, Agrigento e Palermo, Cagliari, Sassari, Cuneo e Aosta passerà per Novara, Trento, Udine e Trieste.

La mostra ha come obiettivo quello di informare l'opinione pubblica sull'importanza di portare le lampadine esauste integre all'isola ecologica più vicina, dove si trovano gli appositi contenitori Ecolamp, o di restituirle presso un punto vendita al momento dell'acquisto di quelle nuove, così come previsto dal DM "uno contro uno", in vigore il 18 giugno 2010.

L'esposizione interattiva prevede il coinvolgimento diretto dei visitatori: cinque moduli illustrano la storia dell'illuminazione, i numeri, le caratteristiche e il perché della necessaria raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, ma anche le fasi successive di trattamento, che permettono di recuperare sino al 95% dei materiali e di mettere in sicurezza le sostanze pericolose, tra cui il mercurio. Alla fine del proprio ciclo di vita, infatti, le lampadine fluorescenti non devono essere gettate nel sacco dei rifiuti indifferenziati o nei contenitori per il vetro.

«Abbiamo aderito con entusiasmo all'iniziativa – afferma l'assessore all'Ambiente del Comune di Aosta, Delio Donzel in quanto, come ben sanno i nostri concittadini, abbiamo sempre posto al centro dell'agenda politica il tema della raccolta differenziata, operando per incrementarla, dapprima con l'introduzione della raccolta "porta a porta" e, successivamente, attraverso costanti attività di sensibilizzazione e campagne informative rivolte alla popolazione».

«Auspichiamo – commenta l'assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Aosta, Andrea Edoardo Paron - una forte partecipazione della popolazione alla mostra, in particolare delle scolaresche. Tra gli obiettivi che l'Amministrazione comunale si pone, infatti, rientra quello di operare per fare di giovani e giovanissimi futuri cittadini consapevoli e rispettosi non solo delle regole comuni ma anche dell'ambiente naturale che li circonda, abituandoli a preservarlo per le future generazioni».

Dall'inizio dell'operatività (metà 2008) Ecolamp ha raccolto nella Provincia di Aosta quasi 3,7 tonnellate di lampade esauste (tra lampadine a basso consumo e tubi fluorescenti).

"Anche quest'anno Ecolamp torna per il terzo anno consecutivo nelle piazze italiane proseguendo nel progetto di sensibilizzazione sul tema del riciclo e del trattamento delle lampadine a risparmio energetico rivolto alle famiglie, ai ragazzi e alle amministrazioni cittadine." - afferma Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp - "I risultati delle scorse edizioni sono stati molto positivi e i dati di raccolta sono in continuo aumento, ma la strada da fare è ancora lunga. Ecco perché continuiamo nel nostro impegno di sensibilizzare i cittadini, perché siamo consci dell'importanza di promuovere una cultura sull'eco sostenibilità".

Sito dedicato: Lamp&RiLamp Press Area: www.ecolamp.it/comunicazione/

Ufficio Stampa Ecolamp: Conca Delachi – Sara Gentile, sgentile@concadelachi.com Tel. 02/48193458 Mob. 339/6043118

Marketing & Comunicazione Ecolamp: Andrea Pietrarota, pietrarota@ecolamp.it Mob. 348/5988469

Martina Cammareri, cammareri@ecolamp.it Tel. 02/37052936

venerdì 11 marzo 2011

QOS 24 Marzo 2011: Lecture Metropolis.Digital.Art. di Giacomo Costa


Terzo appuntamento di Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar con la lecture Metropolis.Digital.Art. di Giacomo Costa - Tra pittura e fotografia: le nuove possibilità di interpretare e descrivere il mondo. A seguire: Presentazione della 12ma edizione del Master in Hypergraphics, percorso formativo completo di modellazione, texturing e animazione 3D complessa basato su Maya, a cura di Antonio De Lorenzo. Giovedì 24 marzo dalle ore 18:00 presso la sede dell'Istituto in Via Nizza 152 a Roma.




Costantemente alla ricerca di un modo per intervenire sulla realtà fotografica con una libertà creativa simile a quella del pittore, Giacomo Costa scopre che l’uso del computer gli offre una libertà assoluta sulla materia.
Attraverso l'utilizzo delle nuove sofisticate tecnologie digitali in uso nel cinema, infatti, è possibile andare a ricreare immagini fotorealistiche completamente svincolate dal soggetto reale: il risultato è che diventa possibile dipingere in qualità fotografica.

Questo percorso, a metà tra la pittura e la fotografia, dà la possibilità all'artista di confrontarsi con mondi inesistenti nella realtà ma perfettamente presenti nella sua mente e nella sua immaginazione. Si apre quindi il dibattito su cosa sia oggi la fotografia e sulle nuove possibilità di interpretare e descrivere il mondo.






QOS 2011
La lecture di Giacomo Costa è il terzo appuntamento di Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar 2011, la risposta dell’Istituto Quasar all’attuale tendenza evolutiva nel lavoro, nell’arte e nella vita, che sta rendendo sempre più incerto il concetto tradizionale di professione. QOS coinvolge i principali protagonisti del panorama artistico contemporaneo, tra cui designers, grafici, architetti, fotografi, artisti e studiosi, che ne esplorano i limiti ampliandone senso e potenzialità.


Il prossimo ospite di QOS 2011 sarà Vito Campanelli: la sua lecture sulla net.art.media.activism. si svolgerà il 21 aprile 2011.







Giacomo Costa
Nato nel 1970, viaggia e coltiva numerosi interessi fino a quando la passione per la fotografia lo riconduce a Firenze dove apre uno studio fotografico. Attraverso lo studio della figura umana e del paesaggio, prima montano poi urbano, sente sempre più pressante il desiderio di intervenire sulla fotografia con una libertà creativa simile a quella del pittore. Grazie all’incontro con il fotografo spagnolo Richard Nieto, impara ad usare una particolare tecnica per illuminare il soggetto con un punto di luce mobile, che diventa un vero e proprio pennello.
Nel 1994 conosce il critico Maria Luisa Frisa che lo introduce nel mondo dell’arte e così progressivamente abbandona la fotografia commerciale per dedicarsi dal 1996 completamente alla ricerca artistica. Attualmente vive e lavora a Firenze e si dedica al soccorso su ambulanze.

Tra le ultime mostre collettive: 53ma Biennale di Venezia (Padiglione Italiano, Venezia, 2009), Festival della Creatività (Fortezza da Basso, Firenze, 2009), Art Italien (Marlborough Gallery, Monaco, 2008), C-Photo (Phillips De Pury, New York, 2007), Les peintres de la vie moderne (Centre Pompidou, Parigi, 2006).




Ideazione e Coordinamento QOS Quasar OuterSpace / / / Prof. Carlo Prati





Info e Prenotazioni: 06.8557078 - www.istitutoquasar.com





Istituto Quasar Design University Roma
Via Nizza 152 - 00198 Roma
+ 39 06 8557078 - eventi@istitutoquasar.com
www.istitutoquasar.com

giovedì 10 marzo 2011

Vinci una settimana di corso d'Inglese alla St George International di Londra

La St George International è tra le più importanti scuole di inglese a Londra.

Il personale insegnanti è altamente qualificato e preparato a venire incontro alle esigenze di differenti studenti. La sede della scuola si trova nel cuore di Londra, in una zona molto tranquilla ma vicinissima a zone di interesse turistico come Oxoford Street. La posizione della SGI è di fondamentale importanza perchè consente di visitare agevolmente la città e conoscere da vicino la cultura multirazziale londinese.

La St George International sta promuovendo un concorso in inglese che mette in palio una settimana di corsi di inglese a Londra, presso la sua sede.

Per poter vincere bisogna rispondere al quiz che contiene una serie di domande abbastanza semplici che non richiedono grandi competenze.

La scadenza è fissata al 14 marzo 2011 ed il vincitore sarà estratto tra tutti i partecipanti che avranno dato le risposte corrette.

Chiunque può partecipare e a maggior ragione se si vuole migliorare l'inglese, superare l'esame IELS, imparare la conversazione del Business english. Questa è una possibilità aggiuntiva per poter provare questa scuola di altissimo livello.

La partecipazione è totalmente gratuita e se non si vince, si potrà sempre partecipare ad uno dei prossimi concorsi che sicuramente la St George International proporrà.

Tutte le informazioni necessarie per partecipare al concorso per vincere un corso di inglese a Londra, sono sul sito della SGI; nelle news verrà anche pubblicato il nome del fortunato vincitore.

lunedì 7 marzo 2011

A Cuneo il truck Lamp&Rilamp 2011

Cuneo ospita la sesta tappa della mostra polisensoriale di Ecolamp volta a sensibilizzare cittadini e scuole sulla raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste

Da martedì 8 marzo fino a domenica 13 marzo, Cuneo ospiterà il truck 2011 della mostra polisensoriale Lamp&RiLamp promossa dal Consorzio Ecolamp, con il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dello Sviluppo Economico, nonché del Comune di Cuneo, che si terrà in Piazza Europa, dalle 9 alle 19 con ingresso libero.

Dopo il successo ottenuto nei precedenti anni con oltre 25.000 visitatori, nella terza edizione il tour toccherà nuove undici tappe, dopo Lamezia, Agrigento, Palermo, Cagliari, Sassari e Cuneo passerà per Aosta, Novara, Trento, Udine e Trieste. La mostra ha come obiettivo quello di informare l'opinione pubblica sull'importanza di portare le lampadine esauste integre all'isola ecologica più vicina, dove si trovano gli appositi contenitori Ecolamp, o di restituirle presso un punto vendita al momento dell'acquisto di quelle nuove, così come previsto dal DM "uno contro uno", in vigore il 18 giugno 2010. L'esposizione interattiva prevede il coinvolgimento diretto dei visitatori: cinque moduli illustrano la storia dell'illuminazione, i numeri, le caratteristiche e il perché della necessaria raccolta differenziata delle lampade fluorescenti esauste, ma anche le fasi successive di trattamento, che permettono di recuperare sino al 95% dei materiali e di mettere in sicurezza le sostanze pericolose, tra cui il mercurio. Alla fine del proprio ciclo di vita, infatti, le lampadine fluorescenti non devono essere gettate nel sacco dei rifiuti indifferenziati o nei contenitori per il vetro.

"Desidero esprimere il mio più vivo apprezzamento - dichiara Guido Lerda, Assessore all'Ambiente del Comune di Cuneo – e la più completa condivisione degli intenti che animano l'iniziativa, in quanto capaci di creare la giusta consapevolezza sul corretto smaltimento delle lampadine a basso consumo e sulla possibilità di un loro riutilizzo. Auguro all'iniziativa il miglior successo." Nella sola provincia di Cuneo nel 2010 Ecolamp ha raccolto 850 chilogrammi di lampade esauste (tra lampadine a basso consumo e tubi fluorescenti), mentre la raccolta del Consorzio nella Regione Piemonte è stata pari a 35.336 chilogrammi.

Queste le quantità ritirate nelle altre province: Alessandria 2.910, Asti 2.190, Biella 1.200, Novara 7.670, Torino 17.755, Verbania 2.036, Vercelli 625 chilogrammi "Anche quest'anno Ecolamp torna per il terzo anno consecutivo nelle piazze italiane proseguendo nel progetto di sensibilizzazione sul tema del riciclo e del trattamento delle lampadine a risparmio energetico rivolto alle famiglie, ai ragazzi e alle amministrazioni cittadine" - afferma Fabrizio D'Amico, Direttore Generale di Ecolamp -. I risultati delle scorse edizioni sono stati molto positivi e i dati di raccolta sono in continuo aumento, ma la strada da fare è ancora lunga. Ecco perché continuiamo nel nostro impegno di sensibilizzare i cittadini, perché siamo consci dell'importanza di promuovere una cultura sull'eco sostenibilità".

Press Area: www.ecolamp.it/comunicazione/

martedì 1 marzo 2011

Danilo Bonato: Alla ricerca del Pianeta Verde. Presentazione libro, Milano 8 Marzo ore 18.30


Presentazione del volume
"
Alla ricerca del Pianeta Verde
" di Danilo Bonato

Milano 8 Marzo ore 18.30

Libreria Feltrinelli, Corso Buenos Aires 33 Milano (MM1 Lima).


Un bel libro per "parlare ai ragazzi dei problemi ambientali, cercando di farlo in modo serio ed approfondito ma allo stesso tempo avvincente e divertente".

Come fare a spiegare ai ragazzi il funzionamento e i problemi dell'ambiente che ci circonda?

Uno dei modi migliori è il racconto. Una storia movimentata e fantastica che riesce ad attraversare con leggerezza le principali questioni del nostro tempo. E le restituisce così come sono, piene di difficoltà e di errori ma anche di idee e invenzioni, perché l'avventura più affascinante è quella di capire i meccanismi straordinari che regolano il mondo in cui viviamo.

Il libro è la storia dell'incontro, dei battibecchi e poi della strana amicizia tra uno scienziato deluso e un super-eroe pieno di ingenua vitalità. Lo scienziato vuole andarsene dalla Terra, perché pensa che il pianeta sia ormai troppo danneggiato.

Il super-eroe è disposto ad aiutarlo, ma vuole prima capire se i danni sono davvero così gravi e se non c'è una via d'uscita. Comincia così una lunga serie di viaggi, incontri, discussioni su dati sorprendenti, storie di stupidità e di intelligenza, attraversando i paesaggi e gli stili di vita dei luoghi più disparati del mondo.

Per capire alla fine che è inutile andarsene, perché molte cose si possono fare per questo nostro unico e prezioso Pianeta Verde.

È forse la prima volta che un testo per ragazzi, mantenendo i ritmi e lo stile richiesti per questo pubblico, tenta la sfida di non fermarsi soltanto su una questione ambientale ma di intrecciarle tutte, spostando l'attenzione dal singolo problema al meccanismo – "complesso" ma non "complicato" – che regola l'equilibrio dei diversi fattori.

Si incontrano i temi della popolazione e del cibo, dell'acqua e dell'inquinamento, del cambiamento climatico e della povertà, dell'energia e dei rifiuti, cercando in continuazione il bandolo della matassa per uscire dal giro vizioso che li lega inestricabilmente l'uno all'altro.

E si vede che con un piccolo ragionamento, alla portata anche di un goffo super-eroe, si può farcela.

Il meccanismo narrativo è pensato per dar spazio contemporaneamente a due pubblici diversi.

Per i ragazzi è soprattutto un libro bello e divertente. Per gli adulti – gli insegnanti o i genitori – il testo è un repertorio estremamente ricco di occasioni per parlare con gli allievi o i figli.

Per approfondire o fare ricerca a scuola (approfittando di un tessuto coordinato di idee dal quale si può estrarre un tema senza impoverirlo) oppure per dar spazio a quello che ciascun adulto può aggiungere a quanto trova in queste pagine, riappropriandosi così del proprio ruolo nei confronti di una generazione che dovrà superare una transizione tutt'altro che facile.

Vorresti consultare alcune pagine?

Vai sul link: http://issuu.com/edizioniambiente/docs/bonato_alla_ricerca_del_pianeta_verde



Titolo: Alla ricerca del Pianeta Verde

Sommario

Istruzioni per l'uso

Per avvertire il lettore di tutto quello che c'è di vero all'interno di questa fantastica storia

1. Il misterioso piano del Professor Green

Il Professor Theodorus Green, nato 62 anni fa nell'Illinois, era uno scienziato di fama mondiale.

Ma da qualche anno si è trasferito dagli Stati Uniti in Italia, dove sta potando avanti un progetto

segreto. Per realizzare il suo piano, chiama un super-eroe, Capitan Saetta. Ma il Capitano decide

di aiutarlo a patto che il Professore gli spieghi per bene cosa sta succedendo su questo pianeta.

2. Come su una spiaggia a ferragosto

Negli ultimi cento anni la Terra è diventata un posto veramente affollato. Il Professor Green è

molto preoccupato, perché siamo davvero in tanti e continuiamo a crescere, e per mostrare il

problema a Capitan Saetta organizza un viaggio nel centro del Sudan.

3. Una pericolosa caccia al tesoro

L'aria, l'acqua, le piante, gli animali e l'equilibrio della natura sono un patrimonio senza il quale

la nostra civiltà non potrebbe esistere. Ma in che stato si trovano queste risorse? Il Professore e il

Capitano discutono animatamente viaggiando tra America del sud e Isola di Pasqua.

4. Mille milioni di pance vuote

Secondo i calcoli del Professor Green, sono circa un miliardo le persone nel mondo che non hanno

acqua e cibo a sufficienza. Perché succede tutto questo? Da Haiti alla Spagna, fino alle rive del

lago Ciad, una lunga trasvolata sulla parte povera del mondo.

5. Se i polmoni si sgonfiano

Quali sono i polmoni della Terra? Le grandi foreste tropicali. Respirano davvero e producono

ossigeno, ma vengono tagliate con grandissima rapidità per fabbricare legname. Il professor Green

spiega alcuni concetti scientifici che sono molto meno complicati di quel che sembrano, soprattutto

se nel frattempo si fa un viaggio nella foresta amazzonica.

6. Che fine ha fatto il Dodo?

Da qualche tempo molte specie viventi, animali e vegetali, sono in serio pericolo e corrono il

rischio di estinguersi. Capitan Saetta prima si annoia un po', ma poi incontra l'affascinante

Dottoressa Wilcox e capisce di colpo in cosa consiste il segreto della biodiversità.

7. Quante storie per un grado o due!!

Nel laboratorio si discute su come sta cambiando il clima del nostro pianeta e quali sono i terribili

guai che potrebbero arrivare da un momento all'altro. E intanto si viaggia, dal Polo Nord a

Milano, fino ad arrivare in cima a una montagna per vedere qualcosa che non c'è.

8. Ma da dove arriva tutta questa spazzatura?

Ma quante cose buttano via gli abitanti della Terra! Tutta roba che, in un modo o nell'altro,

rimane intorno a noi. Molti di questi rifiuti si vedono benissimo, ma certe volte diventano quasi

invisibili, come l'enorme discarica fantasma in mezzo all'oceano dove si tuffa Capitan Saetta.

9. I prigionieri del Circolo Vizioso riescono a fuggire

Problemi, problemi e problemi. A guardarli uno per uno si capisce che ogni volta c'è qualcosa di

sbagliato, che fa ricominciare tutto da capo e peggiora la situazione. Dov'è l'errore? Perfino il

Professor Green comincia ormai a farneticare, ma Capitan Saetta ha un'idea semplice e geniale, e

decide di prendere in pugno la situazione.

10. Un miliardo di differenza

Con l'arrivo di Capitan Sostenibile anche il Professor Green diventa più ottimista e guarda le cose

da un altro punto di vista. Se ci si mette d'impegno si può fare quasi tutto, anche rallentare la

crescita della popolazione prima che ci sia un miliardo di troppo. Qual è la soluzione? Viaggiando

tra India, Yemen e laboratorio si scopre che il nemico da combattere è la povertà.

11. Una grande Muraglia Verde

Una scoperta: i terreni, trattati con cura, possono produrre molto di più, soprattutto se si fermano i

deserti con una meravigliosa Muraglia Verde. Ma la vera sorpresa sta nelle tantissime cose buone

che potrebbero succedere in giro per il mondo se noi mangiassimo meno carne e molte più verdure.

12. Abbassiamo la febbre della Terra

La Terra è un po' malata e ha la febbre perché continuiamo a succhiarle fuori in mille modi le

energie che si sono accumulate al suo interno. Se si usa meno petrolio, meno gas e meno carbone,

si riesce a fermare l'aumento della temperatura del pianeta. E molti ci riescono già oggi.

13. Niente di più comodo del sole!

Capitan Sostenibile non ci aveva mai pensato, ma tutte le energie che esistono al mondo

provengono in un modo o nell'altro sempre dal sole. E allora, invece di scavare nei magazzini della

terra, si può prendere al volo l'energia mano a mano che arriva. Un viaggio dalla Cina al Nord

europa guardando le straordinarie invenzioni per usare la forza del sole e vivere tranquilli per

qualche milione di anni.

14. Molto di più con meno spreco

La tecnologia può fare un mucchio di cose. Apparecchi che con poco sforzo fanno un grande

lavoro, o case che riescono a produrre energia invece che consumarla. Girando per il laboratorio

del Professor Green e visitando un supermercato si vede che con l'efficienza energetica non si deve

rinunciare a niente, tranne che a delle vecchie e cattive abitudini.

15. Prendiamo un supersecchio e un superspazzolone

Non è per niente facile rimettere ordine dopo duecento anni di baldoria. Tutto il pianeta è sporco e

arruffato. Ma il Professor Green conosce le formule e le soluzioni per rimettere a nuovo le piante,

l'acqua e i territori più disastrati. Come se da domani cominciasse a lavorare una super impresa di

pulizie.

16. Dal Colosseo alla città del futuro

Nelle città tutto è concentrato: le chiese e i grattacieli, le automobili e i parchi gioco. I monumenti

di Roma antica sono a due passi da un'enorme discarica. Capitan Sostenibile ha molti dubbi che

sarà mai possibile vivere bene in mezzo a tante cose così diverse, ma gli basta un viaggio che dal

nord Europa lo porta al mare della Liguria per cambiare idea.

17. Per non fare come la rana bollita

Ma perché molti non si accorgono di quello che sta succedendo? Cosa bisogna fare per convincere

la gente a cambiare idea? A Parigi un collega del Professor Green racconta i meccanismi della

stupidità e come si riesce a combatterli usando gli strumenti adatti, e perfino facendo la spesa.

18. Tutti ai posti di combattimento!

Prima di salutarsi i due amici ripassano le istruzioni perché ognuno faccia la sua parte: il

Professor Green che ritorna a fare lo studioso, Capitan Sostenibile che ritorna a fare il supereroe e

tutti gli altri che si rimboccano le maniche per questo unico e straordinario Pianeta Verde.

Caratteristiche tecniche

Formato cm 13,5 x 18,5 – pagine 256, stampato a 4 colori – circa 160 illustrazioni – legatura in

cartone rigido – carta uso mano bianca, riciclata.

Edizioni Ambiente

via N. Battaglia 10, 20127 Milano

tel. 02 45487277 fax 02 45487333

Partita IVA 11069170154

www.reteambiente.it


Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI