mercoledì 15 febbraio 2017

Dai sensi al Bon Ton: al via a Parma il Master sul vino promosso da ARGA





Dai sensi al Bon Ton: al via a Parma il Master sul vino promosso da ARGA

Tutti i mercoledì di marzo il Corso di 5 lezioni per imparare a degustare e servire il nettare di Bacco 

Degustare il vino è vivere un’esperienza polisensoriale. Per imparare tutti i segreti della bevanda degli dei, è in partenza il 1° marzo 2017 il Master di cinque serate aperto a tutti e promosso da ARGA Emilia Romagna – Associazione che raggruppa i giornalisti specializzati nell'informazione dei settori agricoltura, alimentazione, ambiente, energie rinnovabili, boschi, foreste, caccia, pesca e territorio – e condotto da Pier Luigi Nanni, docente di scuola alberghiera, sommelier e giornalista ARGA di Bologna. 

Cultori e appassionati di vino potranno partecipare ogni mercoledì (1 - 8 - 15 - 22 e 29 marzo) dalle 20.30 alle 23.00 a lezioni teorico pratiche della durata di 2 ore e 30 ciascuna, che si terranno nella sala delle botti di Agirò in via Gramsci, 5 a Parma



Gli argomenti affrontati saranno ogni volta diversi e coinvolgenti: 

1^ lezione: Organi di senso - Terminologia - Tecniche di degustazione 

2^ lezione: Cenni di viticoltura - La spumantizzazione 

3^ lezione: Il servizio di sala, ovvero come servire il vino - La decantazione - Attrezzature di sala 

4 ^ lezione: Abbinamenti cibo/vino: i principi e le regole 

5^ lezione: Bon Ton a tavola: cosa fare e cosa evitare 

Ogni serata si degusteranno 3 diverse tipologie di vino di selezionate cantine locali e nazionali in abbinamento a sfiziosi e gustosi stuzzichini. 

Compresa nella quota di iscrizione sarà consegnata una dispensa completa sugli argomenti trattati. 

A conclusione del corso, se verrà frequentato almeno il 75% delle lezioni, sarà rilasciato l’attestato di partecipazione

Quote di iscrizione: 

- Associati ARGA: € 105 

- Non associati: € 135 

- Possibilità di seguire la singola lezione (posti permettendo) al costo di € 35 

Iscrizioni fino ad esaurimento posti chiamando il numero 338 5219408. Richiesto acconto all'iscrizione di € 65. 

martedì 14 febbraio 2017

A Parma nuova edizione di "Eccellenze in Digitale" , il progetto di Google e Unioncamere per avvicinare le PMI al Web

Al via la nuova edizione di "Eccellenze in Digitale", il progetto di Google e Unioncamere per avvicinare le PMI al Web
 

Giovedì 16 febbraio, alle 10.15, primo incontro con il "tutor digitale"
  
"Le opportunità del web: come coglierle e massimizzarle"
Camera di commercio di Parma - via Verdi 2
 
Raccontare la cultura dell’innovazione attraverso le novità dell’industria 4.0, aiutare le aziende a sviluppare competenze digitali e avviare un dialogo sulle opportunità economiche della rete. Questi gli obiettivi della nuova edizione di “Eccellenze in digitale”, il progetto promosso da Google in collaborazione con Unioncamere che prende il via, alla Camera di commercio di Parma, il prossimo 16 febbraio.

"Eccellenze in digitale" si svilupperà in 8 incontri formativi grazie ai quali gli imprenditori potranno conoscere le migliori strategie per essere online. Al termine di ciascun seminario il relatore sarà inoltre a disposizione per ulteriori sessioni personalizzate che aiutino le imprese ad avviare un percorso digitale concreto. Tutti i seminari e gli approfondimenti sono gratuitiIl primo è in programma il prossimo 16 febbraio, dalle 10.15 alle 13

Il "tutor digitale" - cioè colui che accompagnerà le imprese in un percorso sia informativo che formativo, si chiama Salvatore Trotta. Laureato in International Business and Economics ed esperto di marketing e tecnologie digitali, ha già lavorato nelle precedenti edizioni di "Eccellenze in Digitale" alla Camera di commercio di Pavia.

Nel corso degli  incontri verranno affrontati e sviluppati soprattutto questi temi:
- La presenza on line (Le opportunità delle rete - Come costruire la presenza on line)
- Piattaforme e app per l'efficienza gestionale (Il Cloud; i principali tools on line)
- Fare pubblicità e farsi trovare on line
- E-commerce e analisi dei dati on line
- Il mondo del "mobile"
- Come utilizzare i Social network
- Introduzione a Internet 4.0

In allegato il programma del 16 febbraio. Per iscrizioni CLICCA QUI

Per informazioni: Ufficio Promozione - tel. 0521 210243.246 - promozione@pr.camcom.it

Servizio Affari economici
Camera di commercio di Parma
tel. 0521 210243.246


lunedì 13 febbraio 2017

Bofrost: calo delle vendite telefoniche, crescita e assunzioni nel tradizionale. "Gli esuberi nel call center scelta dolorosa ma necessaria"

L’azienda cresce del 2% e assorbe una perdita nella telefonia di 4 milioni di euro (-6,3%)

Il commento dell’azienda di surgelati sugli esuberi annunciati per i call center gestiti da Overtel: 30 a San Vito al Tagliamento e 40 negli altri siti italiani. 
 
Complessivamente Bofrost cresce, trainata dalla tradizionale vendita porta a porta.


«L'assioma che nessuna azienda è in grado di garantire il posto di lavoro e che solo il cliente lo può fare è sempre più vero, specie in questi anni di crisi economica e di riduzione dei consumi».  

Gianluca Tesolin, amministratore delegato di Bofrost Italia, inquadra così la sofferta ma necessaria decisione di ridurre le risorse dedicate al proprio call center, che ha portato Overtel, azienda che gestisce il call center di Bofrost, ad annunciare 30 esuberi tra i 115 dipendenti del sito di San Vito al Tagliamento ed altri 40 negli altri siti italiani, come riportato oggi dal Messaggero Veneto.

«Negli anni abbiamo fatto investimenti in formazione, in tutela e in qualità del lavoro delle nostre operatrici del call center, tutte dipendenti, e questo ci è riconosciuto anche dai sindacati. Ma nonostante l’impegno e tutti gli sforzi fatti in questi anni per tenere alto il modello di business della vendita al telefono, la realtà è che le vendite tramite call center stanno da tempo segnando il passo -riprende Tesolin-. Già a settembre scorso, annunciando i dati della semestrale 2016, spiegavamo come nei primi sei mesi dell’anno abbiamo registrato nel comparto un calo del 5,1%, pari a 1,5 milioni di euro in meno rispetto all’anno precedente. E questo a fronte della crescita della vendita tradizionale, ossia quella fatta porta a porta dai venditori ai clienti, dove le assunzioni sono continue, e che nel primo semestre 2016 ha costituito oltre il 76% del fatturato (88.870.000 euro), registrando una crescita del 6.5% (pari a 5,4 milioni di euro) rispetto al 2015. Nel secondo semestre dell'anno il trend non si è invertito e, pur in assenza del dato annuale, sappiamo che a fronte di una crescita complessiva dell'azienda di circa il 2%, la perdita nella telefonia si aggira sui 4 milioni di euro (pari al -6,3%), aumentando ulteriormente il divario con il settore di vendite tradizionali».

Scelta obbligata, dunque, quella di Bofrost, di ridurre il comparto che viene fortemente penalizzato dai clienti e dal mercato. «Siamo nati tradizionalmente suonando il campanello nelle case, ma l'altra strada che abbiamo seguito negli ultimi 10 anni è stata quella delle telefonate -spiega Edoardo Roncadin, presidente di Bofrost Italia e amministratore delegato di Bofrost Europa-. Dieci anni fa funzionava bene, perché c'eravamo solo noi a seguire questa strada. Poi hanno cominciato a farlo tutti e il legislatore ha messo le barriere, aumentando la stretta sulla privacy telefonica. Oggi in Europa non si può telefonare senza il consenso del cliente. Per questo Bofrost sta soffrendo l'importante perdita di performance nella telefonia che ci obbliga a scelte dolorose ma necessarie per l'azienda».

«Di più -riprende Tesolin-. La flessione sul fronte delle vendite telefoniche è un fenomeno evidente già da un paio d’anni e che riflette un cambiamento della società: il telefono fisso viene usato sempre di meno e quindi la ricerca di nuovi clienti diventa sempre più difficile. Inoltre il numero delle telefonate che arrivano dai vari call center è aumentato in modo significativo creando disagio ai potenziali nuovi clienti che rifiutano la chiamata a priori senza sapere neppure chi li sta chiamando, pur magari essendo interessati ad acquistare le specialità surgelate di Bofrost. Per contro, la vendita diretta a domicilio continua a piacere sempre di più: per il cliente il passaggio del venditore Bofrost diventa un’abitudine e una ritualità che è molto apprezzata. Il nostro punto di forza, assieme alla qualità dei prodotti, è proprio la cura del servizio, con la comodità della consegna a casa».


bofrost* Italia – È la più importante azienda italiana della vendita diretta a domicilio di specialità alimentari surgelate senza nessuna interruzione della catena del freddo. Vi lavorano 2.400 persone in tutta Italia. Le sede centrale si trova a San Vito al Tagliamento (PN). A oggi, sono oltre un milione le famiglie italiane che apprezzano e conoscono i prodotti di bofrost* Italia. La qualità, il gusto e un eccellente servizio rappresentano i fattori di successo di questa azienda. www.bofrost.it

Amazon: nuovi uffici corporate a Milano per accelerare crescita e assunzioni





Amazon sposterà i suoi uffici a Milano in una nuova sede di 17.500 mq per sostenere la crescita e accelerare il ritmo di assunzioni in Italia

La nuova sede di Amazon sarà in Viale Monte Grappa 3, nel cuore del “business district” di Porta Nuova, e sarà pienamente operativa nel corso di quest’anno.
 Il nuovo edificio ospiterà gli uffici per gli oltre 400 dipendenti corporate delle società Amazon in Italia e garantirà all’azienda spazio sufficiente per ospitare più di 1.100 lavoratori.



Milano, 13 febbraio 2017 - Amazon annuncia oggi che nel 2017 aprirà i nuovi uffici direzionali nel cuore di Milano. Amazon sposterà la propria sede italiana in un nuovo edificio di oltre 17.500 mq in viale Monte Grappa 3. Le nuove strutture saranno il luogo di lavoro per tutti gli oltre 400 dipendenti corporate attualmente impiegati a Milano dalle società del Gruppo e forniranno spazio sufficiente per ospitare un totale di oltre 1.100 dipendenti.
L’eCommerce continua a crescere a un ritmo sostenuto, con sempre più famiglie italiane che scelgono Amazon.it come il proprio negozio online preferito. Per garantire loro un servizio di prima qualità e continuare a lanciare nuove modalità di shopping ancora più comode e semplici stiamo effettuando investimenti importanti e continuando a creare nuovi posti di lavoro”, ha dichiarato François Nuyts, Country Manager di Amazon in Italia e Spagna. “Da quando abbiamo lanciato Amazon in Italia nel 2010, abbiamo investito più di 450 milioni sul territorio creando più di 2.000 posti di lavoro. Abbiamo inoltre annunciato un piano di investimenti di oltre 210 milioni di euro per costruire due nuovi Centri di Distribuzione a Passo Corese, in provincia di Rieti, e a Vercelli. Oggi celebriamo un nuovo passaggio chiave per Amazon in Italia. Siamo felici che questo eccezionale edificio diventi la nuova sede per il nostro talentuoso team attuale e per tutti coloro che si uniranno a noi in futuro”.
La nuova sede direzionale di Amazon sarà situata in viale Monte Grappa 3. La posizione nell’emergente quartiere d’affari di Porta Nuova garantirà ai team di Amazon un facile collegamento con le principali linee di trasporto pubblico e un accesso privilegiato ai tantissimi servizi offerti nella zona. Il nuovo edificio sarà il frutto del restauro di uno dei centri direzionali più rappresentativi di Milano degli anni Settanta, simbolo per decenni della Marie Tecnimont. Tra le opere più importanti di restauro è da evidenziare la nuova facciata a vetri che migliora e amplifica la trasparenza e l'illuminazione degli interni.
Il complesso è costituito da due edifici simmetrici collegati a tutti i livelli da un blocco centrale che ospita i quattro ascensori principali. Tra le altre caratteristiche peculiari della struttura vi sono la piazza interna coperta da una grande volta e le ampie terrazze panoramiche situate ai piani superiori di entrambi gli edifici.
L’immobile, di proprietà di Antirion SGR, offre caratteristiche di sostenibilità dal punto di vista degli impianti e delle rifiniture e punta ad ottenere la certificazione Leed Platinum. Advisor dell’operazione per la proprietà è stata Colliers International Italia.
Amazon ha accelerato il ritmo di assunzioni in Italia. L’azienda attualmente impiega oltre 2.000 persone tra gli uffici corporate di Milano, il Centro di Distribuzione di Castel San Giovanni e il Customer Service di Cagliari. Per gli uffici corporate, Amazon è alla ricerca di professionisti altamente motivati in diversi settori di attività. Le persone interessate a un impiego in Amazon possono candidarsi su www.amazon.jobs
  
Sei anni in Italia
Dal 2010 al 2015 Amazon ha investito in Italia più di 450 milioni di euro, creando oltre 2.000 posti di lavoro in diversi luoghi, da Torino a Cagliari, e in diverse strutture come i Centri di Smistamento, i Centri di Distribuzione e il Customer Service. Per maggiori informazioni, è possibile cliccare qui.
Gli uffici corporate di Amazon si trovano attualmente nei pressi della Stazione Centrale, nello storico Palazzo delle Poste.
In precedenza, nel 2011, Amazon aprì il suo primo Centro di Distribuzione in Italia, che fu poi sostituito da una struttura più grande nel 2013 sempre nella città di Castel San Giovanni (PC). Il Centro oggi occupa una superficie di più di 100.000 mq, l'equivalente di 14 campi da calcio. Nel 2017 verranno costruiti altri due Centri di Distribuzione, uno a Passo Corese (RI), l’altro a Vercelli: creeranno fino a 1.800 posti di lavoro nei prossimi 3 anni.

Nel 2013, Amazon ha aperto anche il suo Customer Service a Cagliari per fornire assistenza in lingua italiana ai clienti di Amazon.it e per gestire le richieste degli stessi, incluso il supporto tecnico per Amazon Kindle, per i negozi digitali di eBook, mp3, applicazioni, e per Amazon Drive. Il servizio clienti ha creato 400 posti di lavoro in 4 anni.

Nella scorsa estate, Amazon ha anche annunciato il nuovo Centro di Sviluppo di Torino, focalizzato sulla messa a punto delle capacità di apprendimento automatico di Alexa, l’assistente vocale basata su cloud di Amazon, che supporta Amazon Echo, Echo Dot, Amazon Fire TV e Amazon Tap.
Il nuovo Centro ospiterà 10 ingegneri che si occuperanno di sviluppare il  riconoscimento vocale e la comprensione del linguaggio naturale.

###

Amazon.com
Amazon è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione verso la concorrenza, passione per l’innovazione, impegno per un’eccellenza operativa e visione a lungo termine. Le recensioni dei clienti, lo shopping 1-Click, le raccomandazioni personalizzate, Prime, Logistica di Amazon, AWS, Kindle Direct Publishing, Kindle, i tablet Fire, Fire TV, Amazon Echo e Alexa sono alcuni dei prodotti e dei servizi introdotti da Amazon.

domenica 12 febbraio 2017

ARCHITETTI CT, CONFRONTO TRA DESIGN DI IERI E DI OGGI

Ieri a Catania evento formativo di Ordine e Fondazione dedicato alla figura di Pierluigi Spadolini ARCHITETTI: DESIGN E PROFESSIONE TRA PASSATO E PRESENTE   

L'Ordine e la Fondazione degli Architetti di Catania hanno ricordato, attraverso un incontro che si è svolto ieri pomeriggio (10 febbraio) nella propria sede, l'opera di uno dei grandi maestri italiani dell'architettura contemporanea e del design, Pierluigi Spadolini. U

n cognome che richiama alla mente anche la figura del fratello Giovanni, storico ministro e senatore della Repubblica, e che continua a risuonare nel panorama culturale del nostro Paese grazie all'attività dell'omonima Fondazione.  

La testimonianza dell'esempio professionale, ma anche umano, dell'architetto Spadolini è stata portata al pubblico catanese direttamente dalla viva voce dei figli Maria Donata e Tommaso, i quali hanno voluto trasmettere il messaggio di «rispetto ed educazione verso la professione e il suo valore sociale, che passa anche attraverso gli oggetti architettonici e di design, il cui ambito oggi è troppo spesso inquinato da forme esasperate».   

«Siamo certi che riproporre in chiave didattica il pensiero e le opere dei maestri del passato, sia un'eccezionale fonte di ispirazione e stimolo per i professionisti del nostro presente», ha affermato la presidente della Fondazione Architetti Catania Paola Pennisi, affiancata dal vicepresidente dell'Ordine Salvo Fiorito. 

Intervallati dalla visione del docufilm "Pierluigi Spadolini" di Alberto De Cintio e dalla moderazione di Lucia Coniglione, consigliere della Fondazione, sono intervenuti inoltre: il docente dell'Università di Catania Sebastiano D'Urso, il docente dell'Ateneo di Palermo Alberto Sposito, che fu alunno di Spadolini, e la consulente strategica Antonella Leonardi. 


--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 9 febbraio 2017

Amazon e #IJF17 per gli studenti europei: al via il concorso di video-giornalismo


Amazon annuncia il terzo premio annuale del Festival Internazionale del Giornalismo per studenti universitari in Europa
 

La Stampa, DWDL.de, El Pais e Vice sono i media partner che pubblicheranno le 5 video notizie vincitrici sul tema "Una storia di trasformazione grazie alla digitalizzazione e alle nuove tecnologie".

Amazon premierà i 5 studenti universitari vincitori con un viaggio a Perugia che consentirà loro di prendere parte al Festival Internazionale del Giornalismo.


Lussemburgo, 9 febbraio 2017 – Amazon annuncia oggi, per il terzo anno consecutivo, il concorso della scholarship del Festival Internazionale del Giornalismo (IJF). Gli studenti provenienti da tutta Europa, di età compresa tra i 18 e i 25 anni, si sfideranno nell'inviare una video notizia della durata massima di due minuti sul tema "Una storia di trasformazione grazie alla digitalizzazione e alle nuove tecnologie".

I cinque studenti vincitori vedranno le proprie video notizie pubblicate su La Stampa, DWDL.de, El Pais e Vice durante la settimana del Festival e Amazon coprirà il rimborso di tutti i costi di trasporto e alloggio per assistere al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia (5-9 aprile).

Il concorso inizia oggi e il termine ultimo per la consegna sarà il 6 marzo 2017. I video saranno valutati da Amazon e da giornalisti de La Stampa, DWDL.de, El Pais e Vice in base alla pertinenza al tema, allo stile giornalistico della video notizia e alla sua capacità di informare, ispirare e coinvolgere lo spettatore. Le video notizie vincitrici saranno pubblicate online sui siti web dei media-partner. Per conoscere i vincitori della scorsa edizione è possibile cliccare qui.

"Siamo lieti di avere Amazon per il quarto anno consecutivo come main sponsor del Festival Internazionale del Giornalismo", ha dichiarato Arianna Ciccone, che assieme a Chris Potter ha fondato IJF nel 2006.  "Amazon, che ha significato una rivoluzione nel consumo dei contenuti digitali, gioca un ruolo cruciale nella diffusione della conoscenza. La terza edizione della scholarship creata da Amazon in collaborazione con IJF e con il sostegno di importanti testate europee avrà come oggetto la trasformazione digitale. La tematica di quest'anno ci sta molto a cuore, dato che rispecchia la storia del Festival Internazionale del Giornalismo, nato 11 anni fa e cresciuto con e grazie a Internet, che ci ha permesso di diffondere i contenuti dell'evento in tutto il mondo, rendendoli accessibili a chiunque in qualsiasi momento, e di creare una community attiva unita dalla passione per il giornalismo, la condivisione del sapere e l'innovazione"

"La Stampa ha nella propria identità la ricerca dell'innovazione nell'editoria e nel giornalismo" afferma Maurizio Molinari, direttore de La Stampa. "Siamo particolarmente orgogliosi di continuare questa partnership con Amazon e con il Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia, proprio nell'anno che ci vede festeggiare i 150 anni del nostro quotidiano".

"Siamo orgogliosi di essere lo sponsor principale di questa edizione del Festival Internazionale del Giornalismo e di poter offrire agli studenti provenienti da tutta Europa la possibilità di trarre ispirazione dagli esperti per lo sviluppo delle proprie carriere future", dichiara Alessio Santarelli, Director dei Contenuti Kindle per Amazon EU. "Non vediamo l'ora di conoscere le interessanti storie realizzate dagli studenti su trasformazioni ottenute grazie alle nuove opportunità offerte dalla digitalizzazione e dalle nuove tecnologie."

Gli studenti possono presentare la propria candidatura alla scholarship del Festival Internazionale del Giornalismo compilando il modulo presente nella pagina web della scholarship del Festival www.amazon.it/ijf-scholarship. Per partecipare gli studenti devono includere il link al video caricato su Amazon Drive.

Il termine ultimo per la consegna è il 1° marzo 2017. I vincitori saranno annunciati a fine marzo.  Maggiori informazioni e il regolamento completo sono disponibili all'indirizzo www.amazon.it/ijf-scholarship

Amazon sarà per il quarto anno consecutivo sponsor del Festival. L'undicesima edizione del Festival, il più grande evento dedicato ai media in Europa, con decine di sessioni quotidiane e centinaia di relatori, avrà luogo dal 5 al 9 aprile a Perugia. Amazon e il Festival Internazionale del Giornalismo credono che il lettore venga prima di tutto e vogliono aiutare i creatori di contenuti, tra cui giornalisti e autori, a raggiungere, con canali nuovi e diversi, più lettori.

Grazie al supporto di Amazon, il Festival rafforzerà il suo ruolo di laboratorio di idee. In una full-immersion di 5 giorni, i giornalisti potranno scambiare opinioni con i lettori e altri giornalisti, sulle implicazioni dei profondi cambiamenti che stanno toccando il mondo della conoscenza e delle notizie (libri, giornali) trasformate da un giorno all'altro da formato fisso a flusso libero: un mondo nuovo che apre possibilità apparentemente illimitate.

 

# # #

 

Amazon.com

Amazon è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione verso la concorrenza, passione per l'innovazione, impegno per un'eccellenza operativa e visione a lungo termine. Le recensioni dei clienti, lo shopping 1-Click, le raccomandazioni personalizzate, Prime, Logistica di Amazon, AWS, Kindle Direct Publishing, Kindle, Fire Phone, i tablet Fire, Fire TV, Echo e Alexa sono alcuni dei prodotti e dei servizi introdotti da Amazon.

 

 


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 8 febbraio 2017

Avnet offre il programma di Formazione Lenovo a livello globale

Cinisello Balsamo (Mi) - 8 febbraio 2017 - Avnet Technology Solutions (NYSE: AVT), uno dei principali distributori globali di soluzioni IT, ha annunciato oggi una partnership con Lenovo per l'erogazione della formazione sui prodotti Lenovo System x e Flex, corsi che si inseriscono nell'offerta training della divisione Avnet Academy per i partner e i loro clienti in tutto il mondo. 

Avnet continua a investire nella certificazione e formazione IT, principalmente sulle tecnologie più innovative che sono in linea con
l'approccio specialistico  adottato da Avnet. 


Lenovo è un fornitore strategico per Avnet e questo accordo supporterà ulteriormente i partner e gli utenti finali nello sviluppo, implementazione e gestione delle soluzioni aziendali che si basano sulla tecnologia Lenovo.

"Stiamo fornendo ai nostri partner gli strumenti e le conoscenze necessarie per offrire training altamente qualificati ai clienti finali", dichiara Stephen Ennis, director Education Services di Avnet Technology Solutions EMEA. 


"Con il percorso di formazione Lenovo, continueremo a guidare i professionisti dell'Information Technology assicurandoci che dispongano di competenze e certificazioni necessarie per gestire gli ambienti IT di nuova generazione."

Alex M. Badia, director Data Center Group Services Training di Lenovo, ha sottolineato: "In qualità di specialista di soluzioni leader a livello mondiale, Avnet con il lancio di questo programma, aiuta il canale a sviluppare le conoscenze e a elevare il livello della loro professione accelerando ulteriormente il loro successo."

Avnet UK e Germania eseguiranno programmi pilota per i partner con l'obiettivo di promuovere una crescita accelerata dei servizi di formazione in tutta l'area EMEA.

Secondo IDC*, i professionisti dell'IT certificati seguono la formazione in una percentuale di gran lunga maggiore rispetto ai loro colleghi non certificati. Lo studio ha rilevato che i professionisti certificati sono:

 
- Quasi tre volte più disposti a seguire corsi di formazione in aula
- Sette volte più disposti a seguire corsi e-learning personalizzati
- Dieci volte più disposti a seguire corsi Live Online condotti da istruttori.
* Fonte: Training Buyer Perception Survey, IDC, novembre 2015

Tutti i marchi e le denominazioni commerciali sono marchi di fabbrica o marchi registrati e sono di proprietà dei rispettivi titolari. Avnet declina qualsiasi interesse proprietario in marchi di terzi.

Avnet Inc.Dai componenti al cloud e progettazione allo smaltimento dei dati, Avnet, Inc. (NYSE: AVT) accelera il successo dei suoi clienti che costruiscono, vendono e utilizzano la tecnologia a livello globale, fornendo loro una gamma completa di prodotti, soluzioni e servizi innovativi. 


--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 7 febbraio 2017

Master RIDEF 2.0 Reinventare l'energia: borse di studio e agevolazoni

A DISPOSIZIONE OLTRE 80.000€: BORSE DI STUDIO A COPERTURA TOTALE e AGEVOLAZIONI ALLA FREQUENZA


Il Master Universitario di II livello RIDEF 2.0,  erogato da Politecnico di Milano e Università degli Studi di Milano, nasce nel 2003 sulla base dell'intuizione dei notevoli cambiamenti che si profilavano nel sistema energetico nazionale e globale. 


A partire da quell'anno ha collezionato 12 anni di successi e la formazione di professionalità qualificate inserite nelle realtà pubbliche e private che stanno gestito le radicali trasformazioni del panorama energetico del Paese.

Sono oltre cento i docenti provenienti dal mondo accademico, industriale e pubblico che partecipano attivamente alle attività didattiche, e oltre 300 i diplomati RIDEF, (provenienti da percorsi di ingegneria, architettura, economia, fisica, scienze ambientali, giurisprudenza e scienze politiche) che, una volta conseguito il Master, hanno dato il loro contributo nel panorama energetico di questi anni, con un tasso di collocazione lavorativa immediata molto elevato (superiore all'90%), grazie anche agli stage di alto livello che il RIDEF ha saputo offrire.

Le iscrizioni al bando della XIII edizione del Master resteranno aperte fino al 17 febbraio 2017, mentre i colloqui si svolgeranno il 20 e 21 febbraio.

Per questa nuova edizione del Master sono a disposizione degli studenti oltre 80.000 € sotto forma di agevolazioni alla frequenza (riduzioni parziali o totali alla quota di iscrizione) – rese possibili dagli sponsor Eurizon Capital, Fondazione AEM, Rookwool, RetiPiù e Comieco – e borse di studio a copertura totale offerte da INPS a favore dei figli e orfani di dipendenti o pensionati delle Pubbliche Amministrazioni.

La didattica avrà inizio nel mese di marzo e anche quest'anno sarà strutturata sia in ore di didattica frontale sia in attività di laboratorio, esercitazioni e lavori di gruppo, vero motore del corso e strumento privilegiato per permettere agli studenti di mettersi in gioco e simulare momenti fondamentali della attività lavorativa.

L'articolazione didattica prevede due parti comuni a tutti gli iscritti dedicate a Contesto, tecnologie, mercati e policy e Pianificazione energetica territoriale e gestione dei centri urbani; e due percorsi paralleli a scelta: Generazione sostenibile di energia, reti e mercati e Edifici ad alte prestazioni e a energia quasi a zero; oltre a due ulteriori moduli, sempre a scelta, dedicati ai temi di Management dei servizi di pubblica utilità ed Efficienza energetica nell'industria.



Per ulteriori informazioni: www.ridef2.com- info@ridef.it - 800.760.999


--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 4 febbraio 2017

ANSYS INCENTIVA LA SIMULAZIONE PER TUTTI GLI INGEGNERI CON LA RELEASE 18

La nuova generazione della piattaforma di simulazione ANSYS migliora ulteriormente le capacità degli strumenti, la loro velocità e la semplicità d'uso, per favorirne l'adozione ad ogni livello in azienda



Grazie alla nuova release ANSYS® 18 gli ingegneri, dal principiante al più esperto, possono ora utilizzare il software di simulazione per l'intero ciclo di vita del prodotto. Questa nuova generazione di sofisticate soluzioni di simulazione a marchio ANSYS (NASDAQ: ANSS) si basa su decenni di tecnologia d'avanguardia e dà luogo ai più completi e accurati prototipi digitali in tutti i settori: dall'analisi fisica, all'elettronica, al software embedded.

Questa release, ricca di funzionalità, estende i confini della simulazione dalle prime fasi del processo di sviluppo per l'esplorazione digitale fino ai digital twin, i "gemelli digitali" che portano la simulazione in ambito operation e di manutenzione dei prodotti.

Le industrie moderne stanno assistendo ad una importante trasformazione per quanto riguardaproduzione e sviluppo di prodotto. I trend attuali qualiInternet of things, additive manufacturing e machinelearning contribuiscono sempre più alla fusione tra mondi fisici e digitali, dando luogo a un ritmo di innovazione senza precedenti. L'opportunità è immensa, ma crea anche incredibili livelli di complessità attraverso l'intero ciclo di vita del prodotto.

"Le tecnologie emergenti e le mutate aspettative dei clienti stanno favorendo una profonda trasformazione nel modo in cui i prodotti vengono fabbricati e immessi sul mercato. In tale contesto la simulazione ricopre un ruolo fondamentale poiché offre agli ingegneri gli strumenti necessari per innovare e trasformare i prodotti attraverso l'intero ciclo di vita", ha dichiarato Ajei Gopal, Presidente e CEO di ANSYS. "Grazie adANSYS 18, i clienti possono utilizzare la simulazione già nella prima fase del processo di sviluppo per poter valutare rapidamente eventuali modifiche da apportare al progetto e - successivamente - per effettuare analisi in tempo reale dei dati operativi, offrendo alle aziendeinformazioni rivoluzionarie per favorire innovazione, efficienza operativa, qualità del prodotto, riduzionre dei costi e time to market". La nuovissima interfaccia ANSYS AIM è stata infatti pensata per automatizzare molte fasi della simulazione, consentendo anche ai progettisti e agli analisti meno esperti di accedere con semplicità e attraverso workflow guidati a tutto il processo di verifica del progetto. Il tutto senza compromessi sulla velocità e sulla affidabilità dei solutori multifisici.

La simulazione consente agli ingegneri di "immaginare" più opzioni, una tendenza che ANSYS definisce simulazione "pervasiva". L'aumentata facilità di utilizzo della simulazione ANSYS consente ad un maggior numero di utenti di usufruirne già nelle prime fasi del processo di progettazione. Inoltre, la sua maggiore scalabilità permette di valutare rapidamente migliaia di scelte per una progettazione ottimale. ANSYS 18 si integra anche con piattaforme di Internet of things per simulare i digital twin degli asset operativi.

Le decisioni di progetto iniziali rappresentano lamaggior parte dei costi di un prodotto. Grazie alle funzionalità di esplorazione digitali presenti in ANSYS 18, gli utenti possono inizialmente testare centinaia di concept e valutare rapidamente le performance dei prodotti, ottimizzando la corrispondenza con le specifiche tecniche quali robustezza, potenza, calore, pressione, e molti altri. Attraverso questa esplorazione digitale, i progettisti e gli ingegneri saranno in grado di identificare le combinazioni ottimali, esplorando ed eliminando alternative di progetto non efficaci erisparmiando quindi tempo e denaro.

Le aziende leader stanno inoltre estendendo l'utilizzodella simulazione alle operation con la creazione dei digital twins, rappresentazioni virtuali di asset operativi individuali le cui performance e produttività possonoessere migliorate attraverso la tecnologia di simulazione. I sensori sulla macchina trasmettono dati di funzionamento specifici, quali temperatura, vibrazioni, impatto e loading ai digital twin. Questo feedback continuo, supportato dalla simulazione numerica che viene eseguita in tempo reale, aiuta gli ingegneri ad ottimizzare il funzionamento di una macchina o di un sistema e consente di prevedere condizioni avverse molto prima che accadano, risparmiando moltissimo sui costi di produzione e ottimizzazione della manutenzione. ANSYS 18 - in combinazione con applicazioni di partner quali GE Predix e PTC ThingWorx - consente agli utenti di creare i digital twins e applicare analisi predittive per ottimizzare le prestazioni e l'operatività del prodotto sul campo.

L'Internet industriale consente di ottenere maggioriinformazioni e controllo e di ottimizzare i processidecisionali legati all'operatività e - in questo contesto – la simulazione ricopre un ruolo significativo", ha dichiarato John Magee, chief marketing officer diPredix, GE Digital. "Grazie alla collaborazione con ANSYS possiamo disporre di funzionalità di modellazione e simulazione che ci permettono di raccogliere dati e offrire ai nostri clienti migliori strumenti decisionali. La combinazione dei tool di simulazione ANSYS con la piattaforma Predix di GE ci consente di offrire al mondo industriale una soluzione ancora più solida e sofisticata".







ANSYS, Inc.

ANSYS è leader globale nella simulazione. Offre chiarezza e comprensione in merito alle sfide progettuali più complesse dei propri clienti, grazie ad un'ampia gamma di strumenti di simulazione, veloci, precisi e affidabili. La tecnologia di ANSYS consente alle aziende di tutti i settori di immaginare progetti di prodotti innovativi e sostenibili e di alta qualità, con un time-to-market accelerato. Fondata nel 1970 e consede a sud di Pittsburgh, U.S.A., ANSYS possiede oltre 75 uffici strategici e di sviluppo in tutto il mondo con una rete di partner di canale in più di 40 paesi.


ANSYS vanta inoltre una forte presenza sui principali canali social. 

ANSYS e qualsiasi marchio, prodotto o servizio caratterizzato dal brand ANSYS, tra cui loghi e slogan, sono marchi registrati o marchi di fabbrica di ANSYS, Inc. o delle sue affiliate negli Stati Uniti o in altri paesi. Tutti gli altri marchi, prodotti, servizi o nomi appartengono ai rispettivi proprietari.


--
www.CorrieredelWeb.it

BDO Italia lancia il Premio “Mario Unnia – Talento & Impresa” dedicato all’imprenditoria di talento in Italia


Annunciata la 1a edizione del Premio "Mario Unnia – Talento & Impresa" promosso da BDO Italia, in collaborazione con Borsa Italiana e altri partner autorevoli, per individuare le aziende operative sul territorio italiano più talentuose

Le candidature per la partecipazione al Premio sono aperte dal 6 febbraio al 31 maggio 2017

La partecipazione alla 1a Edizione del Premio "Mario Unnia Talento & Impresa" è gratuita ed è aperta a imprese di tutte le dimensioni e settori, comprese le start-up, che abbiano i requisiti stabiliti nel regolamento del premio.
BDO Italia - in collaborazione con Borsa Italiana, il contributo di Ambienta e Quaeryon e il supporto scientifico di ANDAF, Di.Sea.De. e GIDP - ha dato ufficialmente il via alla prima edizione del Premio "Mario Unnia – Talento & Impresa", ideato per dare visibilità alle realtà imprenditoriali più talentuose in Italia.

Il riconoscimento intende nello specifico premiare le aziende che coniugano quotidianamente capacità innovative e predittive, che valorizzano il proprio patrimonio di risorse alla ricerca di un successo duraturo e costante nel tempo: ovvero quelle imprese che fanno del termine "talento" la propria visione, che mostrano crescita creando valore per il territorio e per il Paese.

La manifestazione si pone conseguentemente l'obiettivo di portare a conoscenza di un pubblico, anche internazionale, le imprese eccellenti italiane e contribuire ulteriormente al loro percorso di crescita e visibilità.

Il più importante criterio di valutazione di questi progetti sarà l'impatto positivo generato dalle imprese candidate nella società e nell'imprenditoria italiana, in linea con i contenuti del regolamento del Premio.

"Il Premio "Mario Unnia" si pone l'obiettivo di valorizzare il talento, nelle diverse forme declinate nelle categorie in gara, che è radicato nelle imprese eccellenti italiane." - ha dichiarato Simone Del Bianco, Managing Partner di BDO Italia - "Una categoria in particolare ha lo scopo di conferire visibilità anche a realtà ancora poco note, quali PMI e start-up, che si impegnano costantemente per la crescita, nonostante il protrarsi del periodo congiunturale, con ricadute positive sull'economia".
Queste le categorie in cui si articolerà la 1a Edizione del Premio Mario Unnia:
1. ALLENATORI DI TALENTI - Dedicata alle aziende che sanno individuare e valorizzare i talenti nella propria organizzazione
2. INNOVAZIONE SOSTENIBILE - Dedicata alle aziende che investono nello sviluppo di prodotti o servizi volti a ridurre l'impatto ambientale e a migliorare l'efficienza nell'utilizzo delle risorse naturali
3. VERSO PIAZZA AFFARI - Dedicata alle aziende con potenzialità di apertura del capitale
4. IMPRESA SENZA CONFINI - Dedicata alle aziende che fanno dell'internazionalizzazione la propria dimensione critica
5. DNA ITALIA - Dedicata alle aziende che non delocalizzano, facendo del "Made in Italy" la propria forza propulsiva
6. INVESTIRE PER CONOSCERE - Dedicata alle aziende che investono nella ricerca e sviluppo almeno il 3% del proprio fatturato
7. IDEE E FUTURO - Premio speciale Marco Artiaco* Dedicata alle start-up e alle PMI innovative (*Marco Artiaco, Partner BDO prematuramente scomparso pochi mesi fa, con la sua esperienza di oltre 25 anni attività di advisory finanziario e strategico, ha affiancato e supportato la nascita e lo sviluppo di molteplici realtà aziendali).
Le aziende insignite del Premio "Mario Unnia – Talento & Impresa" saranno quelle che eccellono in almeno una o più delle categorie sopra elencate. Per ciascuna categoria verrà premiata una azienda eccellente. Il "Vincitore Assoluto" del Premio 1a edizione 2017 verrà selezionato dalla Giuria tra le 7 aziende vincitrici di categoria del Premio.

Tutte le imprese interessate a partecipare al Premio "Mario Unnia – Talento & Impresa" potranno farlo online a partire dal 6 febbraio attraverso la scheda d'iscrizione reperibile nella specifica sezione dedicata al premio sul sito bdo.it, che dovrà pervenire in formato elettronico entro il 31 maggio 2017 all'indirizzo
premiomariounnia@bdo.it oppure via posta alla sede di BDO Italia.

 
BDO è tra i principali network internazionali di revisione e consulenza aziendale con circa 67.000 professionisti altamente qualificati in più di 158 paesi. In Italia BDO è presente con oltre 700 professionisti e 20 uffici, una struttura integrata e capillare che garantisce la copertura del territorio nazionale.

IL PREMIO - La scelta di intitolare il premio a Mario Unnia è sintetizzata nelle parole di Gianfranco Fabi su Il Sole 24 Ore all'indomani della sua scomparsa nel gennaio 2016: "Sociologo, politologo, economista d'impresa, scrittore, intellettuale curioso, vivace e provocatore". Mario Unnia ha avuto un'esistenza prolifica, nel corso della quale ha spaziato dall'insegnamento alla ricerca, dai libri storici ai racconti, dalle analisi sociali a quelle più strettamente politiche.

L'esperienza a cui tuttavia ha dimostrato di tenere di più è stata quella della formazione aziendale, ove si muoveva lungo due punti di fondo: la dimensione della persona da una parte, nella sua capacità di relazione e quindi di organizzazione, e l'importanza del contesto esterno dall'altra nelle molteplici relazioni con l'imprenditore e con la sua l'impresa, sempre considerata un soggetto capace di muoversi, di interagire, di diventare essa stessa protagonista.

Traducendone il pensiero, ossia come unire proficuamente il talento e l'impresa in un connubio vincente, BDO ha deciso di organizzare questo premio e dedicarlo all'autorevole personaggio.

Regolamento e ulteriori dettagli reperibili presso il sito www.bdo.it (sezione dedicata al premio).

LA PREMIAZIONE E LA COMUNICAZIONE - La premiazione si svolgerà entro la fine del mese di giugno 2017.





--
www.CorrieredelWeb.it

Studenti italiani, in amore e sesso sono i più tradizionalisti d'Europa - Ricerca Uniplaces

Trionfano romanticismo e cavalleria.

È forse questa la chiave dell'intramontabile fascino italiano, confermato dai giovani europei?

Milano, 4 febbraio 2017  San Valentino si avvicina, l'amore è nell'aria: ma come lo interpretano i giovani di oggi, in un mondo sempre più tecnologico e globalizzato? 
I corridoi delle università sono ancora il luogo in cui sbocciano le passioni piùtravolgenti oppure sono stati rimpiazzati dalle varie piattaforme tecnologiche nate negli ultimi anni? 
Quanto conta l'amore e quanto il sesso? Se lo è chiesto Uniplaces, il brand leader nel settore degli affitti per studenti universitari, che ha intervistato oltre 3.000 giovani in tutta Europa per capire cosa pensano di Cupido e delle sue frecce.
Niente app o siti di incontri: l'approccio migliore è di persona
Come si rimedia un appuntamento? Amicizie comuni (35%) e incontri avvenuti uscendo la sera (29%) sono le modalità piùtipiche con cui i ragazzi italiani conoscono il futuro partner. 
Anche l'università viene considerata un buon luogo di incontro, secondo il 23% degli intervistati. 
Gli studenti italiani snobbano invece app e siti dedicati agli appuntamenti online, indicati come buoni strumenti per trovare un partner solo nel 2% dei casi. 
È la percentuale più bassa in Europa, segno che per gli italiani niente può sostituire meglio di un buon approccio diretto.
Ciò non toglie però che le nuove tecnologie abbiano fornito ai ragazzi nuovi modi per conoscersi meglio e approfondire i rapporti: sotto questo punto di vista, lo strumento principe è Facebook (secondo il 38% dei ragazzi italiani). 
Chiedere l'amicizia su Facebook a una persona conosciuta da poco risulta molto meno invadente che chiederne il numero di telefono, ma è un modo altrettanto efficace per conoscere un potenziale partner. 
Si può interagire facilmente senza esporsi troppo e, se l'interesse è reciproco, si può passare facilmente dal like all'appuntamento galante. Seguono poi Whatsapp(29%) e Instagram (14%).
Parlando di appuntamenti, è ovvio che il primo sia un banco di prova importantissimo. Che si tratti di una cena, un aperitivo o un film al cinema il dubbio è sempre lo stesso: chi paga in questa occasione? 
Gli studenti italiani in questo sono i piùall'antica di tutta Europa: il 35% sostiene infatti che sia l'uomo a dover pagare, una percentuale ben più alta di quelle riscontrate negli altri paesi europei. 
Va detto che, in tutta Europa, sono soprattutto i ragazzi a dichiararsi favorevoli ad offrire anche per la propria ragazza al primo appuntamento: il 40% dei ragazzi intervistati lo considera infatti un irrinunciabile gesto di cavalleria. 
Le ragazze invece non sono d'accordo e preferiscono un trattamento alla pari: solo il 24% si aspetta infatti che il ragazzo paghi per loro.
Il romanticismo esiste ancora?
Quando è il momento giusto per fare sesso? Molti studenti italiani pensano che sia opportuno farlo solo quando si è in una relazione seria (39%): l'Italia si conferma quindi caposaldo del romanticismo, in contrasto con un'Europa sempre meno tradizionalista (la media europea di chi crede che il sesso vada fatto solo in una relazione seria è infatti del 28%). 
Certo anche in Italia non manca chi afferma che ogni momento è quello giusto per fare sesso: si tratta soprattutto dei ragazzi, che evidentemente farebbero volentieri a meno di aspettare.
Un popolo di latin lover e donne fatali
Gli italiani, tradizionalmente considerati affascinanti, possono stare tranquilli. I giovani europei non hanno cambiato idea: per loro gli italiani sono il popolo più sexy, lo dichiara il 14% degli intervistati. 
Il verdetto è unanime e trova d'accordo ragazzi e ragazze. I nostri maggiori estimatori si trovano in Portogallo e Spagna, ma anche la Gran Bretagna ci regala soddisfazioni. Riscuotiamo invece pochissimi consensi in Germania: solo il 7%. 
E agli italiani chi piace? Gli italiani si piacciono molto! Il 17% degli intervistati dichiara infatti che il nostro è il popolo più sexy. Anche chi afferma di preferire altre nazionalità punta in modo deciso sulla bellezza mediterranea.
Che fare dunque se per questo San Valentino non avete una dolce metà? L'idea migliore è forse quella di fare un bel viaggio in Portogallo o in Spagna, avendo cura di ostentare il vostro accento italiano quando parlate!

Uniplaces
Uniplaces, sin dal suo lancio avvenuto nel 2013, si propone come brand di riferimento per tutto ciò che riguarda prenotazioni online di alloggi per studenti universitari.

Questa ambizione è stata supportata da una rapida e costante crescita che ha reso Uniplaces il portale di riferimento per tutto ciò che riguarda prenotazioni online di alloggi per studenti.

Rivestendo un duplice ruolo nel mercato dello studenthousingUniplaces aiuta anche i proprietari di casa ad affittare le proprie strutture in maniera rapida e sicura realizzando una rendita spesso superiore rispetto alla media degli affitti in quella determinata destinazione.

Il portale, in costante crescita, può contare su investimenti da parte di partner finanziari di assoluto spessore inclusi: Octopus Investments, Atomico ed i fondatori di Zoopla and LOVEFiLm.


--
www.CorrieredelWeb.it
Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI