venerdì 30 settembre 2016

Master Online in Digital Marketing. 6 Top Digital Marketer italiani stanno aspettando soltanto te!




Li abbiamo cercati, li abbiamo riuniti: la Faculty del Master Online in Digital Marketing annovera i migliori professionisti italiani, per te, per il tuo futuro. 

Adesso tocca a te fare il prossimo passo: il Master Online in Digital Marketing sta per iniziare! 

Non perdere l'occasione di poter far parte di questo prestigioso percorso didattico online, che dal 12 Ottobre 2016 all'8 Marzo 2017 ti aiuterà a costruire competenze digitali concrete e richieste sul mercato.
Image
Mirko Pallera
CEO Ninja Academy
Social Media Strategist in Publisoftweb, ha lavorato per clienti come Unilever, Barilla, La7; quest'estate ha curato la comunicazione social del CONI a Casa Italia insieme agli atleti italiani delle Olimpiadi di Rio. 

Con Luca imparerai quali obiettivi concreti di marketing puoi raggiungere attraverso i Social Media e come sbloccare il potenziale dei Social con strategie, contenuti e campagne avanzate.
Chief Marketing Officer di Viralbeat, dove gestisce le relazioni con aziende, clienti e media del calibro di Louis Vuitton, Heineken, Unilever, TIM, Chicco, RCS, Acqua Sant'Anna e collabora con il Centro Studi di Etnografia Digitale. Giovanna ti insegnerà a promuovere, giustificare ad un cliente un'azione di digital PR, valutarne l'efficacia.
Founder dello studio UX Boutique, aiuta aziende ed agenzie a comprendere il reale ruolo che il Web Design ha nel facilitare il raggiungimento degli obiettivi di conversione e vendita. 

Jacopo ti insegnerà, anche se non hai un background grafico, a progettare una piacevole e funzionale Digital Experience di siti, app ed eCommerce.
Ha co-fondato TOK.tv, la piattaforma di Social TV integrata nelle app ufficiali di Barcelona, Real Madrid, Juventus e Serie A TIM. 

Un'attenta ed esperta conoscitrice delle dinamiche quali-quantitative dei Social, con Emanuela imparerai a strutturare attività di ascolto online e ad ottimizzare le strategie di Social Media Management.
Head of Social Communication & Web Analysis TIM, con il suo team gestisce il Data intelligence Department per il continuo miglioramento della Customer Experience. 

Mariano ti insegnerà a tracciare le rotte strategiche del tuo business online e ad avvicinarti ai Big Data ed alla Data Science in maniera produttiva e creativa.
Esperto di Marketing Automation, Predictive Marketing e CRM. Fondatore & CTO di Wixab, la prima soluzione italiana di Marketing Automation. 

Damiano ti farà comprendere quali procedure ed attività di marketing puoi automatizzare, sfruttando al massimo le informazioni acquisite dai canali digitali.
Ninja Academy è la scuola di formazione per i digital maker.
Hai domande? Contatta la nostra Career Consultant:
+ 39 0240042554 | info@ninjacademy.it



--
www.CorrieredelWeb.it

All'Università Niccolò Cusano l'evento "Sport for Inclusion – Special Olympics". Roma, 4 ottobre 2016


Eunice Kennedy durante gli Special Olympics
"Sport for Inclusion – Special Olympics", è il titolo del convegno organizzato dall'Università Niccolò Cusano, che si terrà a Roma, martedì 4 ottobre 2016, dalle ore 9.00 nell'Aula Magna dell'Ateneo, presso la sua sede principale, in Via Carlo Don Gnocchi 3.


Tema centrale dell'evento: le importanti ricadute sociali ed individuali delle politiche a favore dello sport unificato e quindi dell'inclusione delle persone con disabilità intellettiva.


Special Olympics è, infatti, l'organizzazione no-profit e attiva in quasi 200 Paesi di tutto il mondo, creata nel 1968 con l'obiettivo di aiutare, attraverso lo sport, le persone con disabilità intellettive.

Al convegno dell'Unicusano parteciperanno due relatori di fama internazionale come il Presidente di Special Olympics, Tim Shriver, e l’atleta parzialmente cieca Loretta Claiborne.



Tim Shriver
Il primo, Tim Shriver, è noto, non tanto perché nipote del 35º presidente degli Stati Uniti d'America John Fitzgerald e del politico statunitense Bob Kennedy, ma per il suo progetto di sviluppo e inclusione sociale e di apprendimento emotivo, che porta avanti sin dagli anni in cui lavorava come insegnante pubblico.

Di gran rilievo è la sua campagna "La parola R" volta a bandire il termine "Ritardato", non solo perché non politically correct, ma perché la parola ha implicito un contenuto fortemente discriminante e offensivo e soprattutto è altamente irrispettoso della stessa condizione umana.

Le parole, si sa, possono essere letali come armi.

Basti pensare al bullismo, triste fenomeno che si nutre di derisioni, offese e maltrattamenti verso chiunque sembri "diverso".

 
Timothy Shriver - Eunice Kennedy Shriver
In proposito, è senz'altro emblematica la sua condanna del film di Ben Stiller "Tropic Thunder", dove, la disabilità mentale, diviene oggetto di derisione e il comportamento bullista, sembra quasi diventare giustificabile.

Nel corso dell'incontro alla UniCusano Shriver presenterà il suo bestseller "Pienamente vivi", in Italia pubblicato da Itaca Edizioni, e che solo negli Stati Uniti ha già venduto 25.000 copie.

Il libro è un racconto autobiografico di un uomo che ha dedicato la propria vita alla ricerca di ciò che conta veramente.

A guidarlo, sin dall’infanzia, sono bambini e persone con disabilità intellettiva, da sempre etichettati come "ritardati, inabili e così via". Nel testo l'autore racconta la sua storia partendo dalle drammatiche vicende di sua zia Rosemary Kennedy (la terza figlia di Joseph P. Kennedy e Rose Fitzgerald), che all'età di 23 anni, nonostante fosse dotata di viva intelligenza e spiccata sensibilità, fu sottoposta a lobotomia per colpa dei suoi frequenti sbalzi di umore e di una condotta sessuale ritenuta eccessivamente libera e disinvolta.

Ma in seguito a questo trattamento disumano, la donna fu ridotta ad un vegetale, relegata su una sedia a rotelle e, soprattutto, resa incapace di esprimersi in modo comprensibile.
Una storia davvero triste.


Le "Special Olympics" nascono proprio in onore e ricordo di Rosemary, nel 1968 per volontà sua sorella Eunice Kennedy Shrivere (madre di Tim).

Rosemary e Eunice Kennedy
In "Pienamente vivi" Tim Shriver, quindi, racconta anche degli anni come insegnante a Camp, dove portò avanti il progetto di integrazione di bambini con disabilità intellettiva in uno spazio in cui potersi sia divertire sia partecipare alla vita sportiva ed artistica.

Pagine che rivelano forti emozioni ed una dura lotta contro la diseguaglianza sociale manifestata nella nostra società nelle quali si prospettano domande come: essere diversi è una debolezza od una forza?

Tim Shriver non ha dubbi: "Lo sport ha il potere di fare la differenza e le sole persone che possono accogliere, su un campo di gioco, altre persone con disabilità intellettive, sono i giovani".

Loretta Claiborne
La seconda oratrice, Loretta Claiborne, è invece un'atleta nata ipovedente e con un modesto ritardo mentale, tanto che sino all'età di quattro anni non fu in grado di parlare o camminare ma che, grazie alla sua strenue forza di volontà, è poi riuscita a diventare un'atleta multidisciplinare che è riuscita a completare addirittura 25 maratone, piazzandosi per due volte tra le prime cento donne nella maratona di Boston.

Si è quindi allenata nel pattinaggio su ghiaccio, una disciplina che le è valsa la medaglia d'argento agli Special Olympics World Games invernali del 2005.

Loretta Claiborne
Indomita, all'età di 55 anni, ha pure partecipato alle gare di singolo e di danza nei Giochi 2009.

Lo sport è stato l'occasione del riscatto per lei, che ricorda i tempi in cui i bambini si prendevano gioco di lei perché era "diversa" e come l'essere schernita l'avesse trasformata in una giovane ribelle che fu espulsa dalla scuola e cacciata dal lavoro.

La corsa, in cui riusciva molto bene, le diede un motivo di speranza: "Potevo fare qualcosa in cui nessuno mi dava nomignoli e mi stuzzicava. Potevo fare qualcosa meglio di quanto faccia la maggioranza delle persone".


Diventata la "Regina dello Special Olympics", una bandiera per tutti i disabili, nel 1996, è stata la prima atleta degli Special a entrare nel Consiglio Internazionale dell'organizzazione.

Loretta Clayborne - Eunice Kennedy Shriver
La sua incredibile forza d'animo ha ispirato il film Disney "The Loretta Claiborne Story" e l'ha portata a diventare il simbolo di tutti gli Atleti Special Olympics e delle battaglie per l'inclusione delle persone con disabilità intellettiva.

Oggi è uno dei più ricercati oratori internazionali grazie ai suoi discorsi motivazionali sul trionfo delle avversità e sul come superare la percezione negativa della disabilità.

La sua missione è diventata dimostrare che le persone con disabilità fisiche o mentali sono uguali alle altre: "Ho capito che se la mia storia fosse riuscita a far cambiare l'atteggiamento di una persona riguardo ad un'altra, o specialmente l'atteggiamento di un bambino verso un altro bambino, sarebbe stata la cosa migliore da fare per me", ha affermato. 



Il suo impegno nel Consiglio dello Special Olympics le ha consentito di spendersi per far sì che i disabili fisici o mentali possano avere delle possibilità di integrazione e successo.

E' diventata un'ispirata e convincente oratrice, parlando in convegni, in Tv, davanti al Congresso americano e allo stesso Presidente per perorare migliore assistenza e occasioni per i disabili.
 



L'appuntamento del 4 ottobre, assolutamente aperto a tutti - studenti, docenti, studiosi, Stampa - è dunque un'imperdibile occasione di confronto e riflessione sulle grandi possibilità sociali generate dallo "Sport for Inclusion – Special Olympics" e non a caso è organizzato dall'Università Niccolò Cusano, che da sempre sostiene attivamente la cultura dell'inclusione delle persone con disabilità intellettiva o fisica.



SAVE THE DATE!

"Sport for Inclusion – Special Olympics" incontra gli studenti dell'Unicusano

Università Niccolò Cusano - Aula Magna
Via Don Carlo Gnocchi 3, Roma

Martedì 4 ottobre, ore 9.00


Sarà il Prof. Fabio Fortuna, Magnifico Rettore Università Niccolò Cusano a salutare ed introdurre l’argomento ed interverranno, oltre i già citati Tim Shriver e Loretta Claiborne, il Presidente Special Olympics Italia Maurizio Romiti, il Direttore Nazionale Special Olympics Italia Alessandra Palazzotti, e l’atleta Special Olympics Filippo Pieretto.


 
#####


L'Università degli Studi Niccolò Cusano
 
La UniCusano offre corsi di Laurea in Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Psicologia, Lettere, Scienze della Formazione e Scienze Politiche. 

L'offerta didattica comprende anche Master di I e II livello, Corsi di perfezionamento e aggiornamento professionale e Corsi singoli di specializzazione.

Tutti i corsi sono erogati sia on line, sia in aula in modo da offrire la soluzione ideale per tutti gli studenti, sia per coloro che desiderano vivere il Campus partecipando alle lezioni in presenza, sia per coloro che sono impossibilitati a frequentare l'università lontano da casa o per i professionisti che intendono conseguire un'ulteriore specializzazione, pur continuando ad esercitare la propria attività.

Identici nel piano di studi rispetto a quelli dal vivo, i corsi di laurea online permettono di frequentare le lezioni via Internet attraverso un'efficace piattaforma di e-learning attiva 24 ore al giorno.

In tal modo, oltre ad avere la possibilità di organizzare al meglio lo studio secondo le proprie esigenze personali e professionali, gli iscritti possono godere della presenza di tutor e docenti esperti per ciascuna materia, ai quali chiedere supporto in qualsiasi momento per lo svolgimento delle attività didattiche.

L’Ateneo ha sette sedi d’esame a Novedrate (CO), TorinoPadovaRomaNapoliBari e Palermo.

Per ulteriori informazioni:
Università Niccolò Cusano
Sede centrale: Via Don Carlo Gnocchi, 3 00166 – Roma
Numero Verde: 800.98.73.73
Telefoni: 06.4567.8350 - 06 70 30 73 12
Fax: 06.4567.8379
Posta Certificata: unicusano@pec.it
Sito web: www.unicusano.it


giovedì 29 settembre 2016

Formazione. ESL ELETTA MIGLIORE AGENZIA D'EUROPA 2016


ESL – Soggiorni linguistici ottiene per la 5a volta il titolo di "Migliore agenzia di scuole di lingua in Europa", diventando l'unica agenzia di soggiorni linguistici in Italia a ricevere un "Lifetime Award", che ricompensa la qualità dei suoi servizi.


Milano, 29 settembre 2016 – ESL – Soggiorni linguistici è stata premiata per la 5a volta come "Migliore agenzia di scuole di lingue in Europa", alla cerimonia degli Study Travel Star Awards il 3 settembre 2016 a Londra. 

Promossa dalla casa editrice britannica Study Travel, la cerimonia di premiazione si è svolta in seguito ad un sondaggio di soddisfazione realizzato presso migliaia di scuole di lingua di tutto il mondo. 

Tale distinzione ricompensa il lavoro di qualità dei professionisti nel settore dei viaggi studio all'estero.

Dopo essere già stata eletta "Migliore agenzia d'Europa" nel 2010, 2011, 2014 e 2015, questo riconoscimento permette ad ESL di diventare l'unica agenzia di soggiorni linguistici in Italia ad aver conseguito il titolo per 5 volte e di essere stata premiata con un "Lifetime Award", che ne conferma la posizione come leader del settore. 

Autentico Oscar nell'ambito del turismo educativo, questa prestigiosa distinzione internazionale ricompensa l'eccellenza dei servizi e il lavoro di qualità svolto da tutti i suoi collaboratori.

"Da 20 anni, ci impegniamo a fornire i migliori servizi alle nostre scuole partner e a tutte le persone che viaggiano con noi. È un lavoro costante e duraturo, che viene ricompensato da questo premio per la 5a volta e ne siamo molto onorati", ricorda con soddisfazione Krister Wiedenhielm, Head of Products & Partnerships.
Anke Menkhorst (Chief Operating Officer) e Krister Weidenhielm (Head of Products & Partnerships)


--
www.CorrieredelWeb.it

Taskhunters, l'app per 650 mila studenti universitari italiani potenziali che cercano piccoli lavori


Il 40% degli studenti universitari italiani lavora: una percentuale destinata a crescere, grazie alle nuove soluzioni offerte dalla tecnologia (servizi c2c, geolocalizzazione) che Taskhunters sfrutta per permettere di avere guadagni flessibili

Milano, 29/09/2016 - 4 studenti su 10 lavorano, per sostenere l'aumento dei costi degli studi e condizioni economiche difficili: il 73% degli universitari vive ancora a casa con i genitori, mentre il 24% vive e studia in una città diversa da quella d'origine.

La percentuale di studenti lavoratoriarriva fino al 57,9% tra quelli meno abbienti e fino al 47,6% nel Nord-Est del Paese.

Si tratta di rapporti di lavoro per lo più precari: gli studenti trovano lavori part time e lo fanno per bisogno, per rendersi autonomi dalle famiglie, ma anche per avere un rapporto più precoce con il mercato, prendendo contatti con le aziende prima della laurea(dati Eurostudent).

Taskhunters è l'app che risponde a queste esigenze mettendo in contatto 650 mila potenziali studenti universitari italiani che studiano, ma hanno tempo libero da impiegare, con i 2 milioni e mezzo di privati a cui manca il tempo di svolgere piccole faccende quotidiane.

Taskhunters è disponibile gratuitamente sia per piattaforme iOS che Android con un primo progetto pilota su Milano, ma che punta a coprire tutta Italia entro il 2017.

"Ormai ognuno di noipossiede uno smartphone; per un universitario, le ore dedicate alle lezioni sono in media 20.4 a settimana, mentre sono 9 le ore dedicate al lavoro, ad oggi. Con circa 160 minuti quotidiani spesi sullo smartphone, è facile fare il conto del potenziale che può avere una soluzione in grado di offrire piccoli lavori flessibiliattraverso un'app, poiché permette di rivedere e ridistribuire la gestione del proprio tempo" - sottolinea Lorenzo Teodori, co-founder di Taskhunter.

"Il nostro scopo non è alimentare la precarietà nel mondo del lavoro, ma anzi permettere ai giovani di entrarci prima e responsabilizzarsi nel gestire i propri rapporti professionali e i propri guadagni".

Taskhunters: una storia positiva di "rientro di cervelli"

Taskhunters è inoltre il frutto di una startup fondata da cinque giovani italiani under 30 che, dopo un'esperienza professionale all'estero, in alcuni casi in grandi multinazionali, hanno deciso di rilanciare il proprio futuro in Italia, investendo risorse e competenze nel nostro paese.

"Proveniamo quasi tutti dalla stessa città, Treviso. Anche se il lavoro ci ha portato nei luoghi più diversi, continua a esserci un legame indissolubile tra di noi e con il nostro Paese, non abbiamo mai smesso di crederci. Per questo, dopo quattro anni di valide esperienze in grandi aziende, abbiamo deciso di scommettere su un progetto nostro, un'idea che nasce dall'esperienza personale come studenti e dalla necessità di sostentarsi. Ognuno di noi ha avuto modo di specializzarsi in diversi ambiti lavorativi e ciò ci ha permesso di costruire un team completo e competente. L'Italia è per noi un punto di partenza e nell'arco di qualche anno puntiamo ad espanderci in altre città universitarie europee (Londra, Madrid, Lisbona, Berlino, Parigi) per raggiungere i 20 milioni di potenziali utenti e 2,5 milioni di studenti. Ovviamente un passaggio significativo sarà il coinvolgimento di business angels e di fondi di investimento, grazie ai quali ci aspettiamo di avere fino a 30.000 utenti entro fine 2017 con circa 40.000 transazioni effettive. Siamo stati da poco selezionati da Speed MI Up, l'incubatore di startup di Università Bocconi, Camera di Commercio e Comune di Milano, e grazie al loro supporto riusciremo ad avere il giusto impulso per accelerare lo sviluppo di Taskhunters. Un ottimo segnale, a conferma del fatto che siamo sulla strada giusta" - afferma Lorenzo Teodori.

Il team di Taskhunters è composto da:

• Lorenzo Teodori, classe '87, dopo una laurea in informatica e cinque anni di esperienza in Accenture come Business & IT Strategy Consultant e come Project Manager nel settore finanziario in Svizzera, oggi è Ceo e Co-founder di Taskhunters;
• Francesco Piovesan, classe '87 e laureato in Finanza, è stato EMEA Performance Specialist in Google, per poi approdare a Dubai come Digital Marketing Executive. È oggi il CFO di Taskhunters;
• Marco Premier, classe '87, sviluppatore e designer di software con esperienze nel mondo delle startup (in particolare Realex Payment), è Mobile Team leader per Modeva a Dublino, oggi CTO e Co-founder di Taskhunters;
• Alberto Mora, classe '86, laureato in comunicazione d'impresa, è Senior Copywriter in Havas Worldwide Milano ed esperto in campagne di comunicazione integrata e digitale. È il Communication Manager di Taskhunters;
• Jessy Conroy, specialista delle piattaforme iOS e Android, è consulente esterno come Mobile Developer Consultant per Taskhunters.

Come funziona Taskhunters?

I privati postano i propri task sull'app al prezzo e alle condizioni che ritengono più adeguati, scegliendoli tra più categorie.

Gli studenti possono offrirsi per svolgere queste attività, accettare la ricompensa prefissata o, se lo ritengono adeguato, contrattare un importo più elevato.

Chi posta il task potrà scegliere a chi affidarlo, selezionando l'utente che ritiene più adatto tra le persone che si sono offerte.

Tra i servizi proposti ritroviamo: Spesa al supermercato, Personal shopper, Pet care, Trasloco, Ritiro di certificati e commissioni in posta, Ritiro e consegna di abiti in lavanderia, Faccende domestiche, Montaggio e smontaggio di mobili, Lezioni private (musica, lingue, ripetizioni), Graphic design e Assistenza informatica.

Gli studenti presenti nella piattaforma, tutti verificati preventivamente dalla startup, possono candidarsi per portare a termine i task nelle categorie in cui sono più preparati.

Inoltre è attivo un sistema di valutazione reciproca: una volta che il compito viene svolto, i feedback permettono di costruire una buona reputazione all'interno del marketplace, sia allo studente che svolge il task, sia a chi lo richiede.

Le transazioni avvengono online attraverso Stripe, una piattaforma di pagamento sicuro, già utilizzata da importanti aziende come Facebook, Twitter e Kickstarter.

Ogni pagamento viene effettuato a task concluso, quando entrambe le parti possono ritenersi soddisfatte; la piattaforma trattiene il 15%+iva.

Scopri cos'è TaskHunters in questo video.





--
www.CorrieredelWeb.it

Formazione giornalisti: un nuovo corso e-learning sul Datajournalism (8 CF)

Un corso dal taglio molto pratico per arricchire la cassetta degli attrezzi con gli strumenti di base del datajournalism ed apprendere come esercitare l'accesso ai dati nella consapevolezza dei diritti, dei limiti e degli obblighi imposti dalla normativa sulla libertà di accesso all'informazione pubblica (FOIA).


Tra il 1403 e il 1503, nel primo secolo di storia della stampa, in tutto il mondo sono stati stampati complessivamente 8 milioni di libri: più di quanti codici manoscritti siano stati prodotti nei secoli fino ad allora. 

Nel corso del 2013 sono stati prodotti 1.200 exabyte di informazioni. Se li mettessimo dentro a chiavette USB da 8 Mb, ne servirebbero 150 miliardi per contenerli. 
Inoltre, il 98% di quell'informazione è digitale. Il che significa che può essere manipolata, analizzata, usata per scopi tra i più disparati. Compreso il giornalismo. 
 
Il Data Driven Journalism, o giornalismo basato sui dati, affonda le proprie radici nel giornalismo di precisione teorizzato e praticato da Philip Meyer fin dagli anni Sessanta, passa per il Computer Assisted Reporting degli anni Ottanta e diventa parte integrante del panorama giornalistico dalla fine degli anni 2000. 

Il corso e-learning Basi di Datajournalism: FOIA, analisi, elaborazione e visualizzazione dei dati vuole fornire una panoramica storica e metodologica di questa nuova pratica giornalistica e, allo stesso tempo, fornire i fondamenti dell'utilizzo degli strumenti che compongono la cassetta degli attrezzi del data journalist: fogli di calcolo per il trattamento dei dati e tool di visualizzazione, senza trascurare una analisi, sia pure sommaria, della normativa sulla libertà di accesso all'informazione pubblica (Foia, Freedom of Information Act), da poco adottata con il decreto legislativo del 25 maggio 2016, n. 97, per consentire al giornalista di esercitare l'accesso ai dati, consapevole dei suoi diritti, dei limiti e degli obblighi in capo alla Pubblica amministrazione. 
Il corso che FormazioneWebTv.it ha affidato a Matteo Gnes (docente dell'Università di Urbino), per la parte relativa al FOIA, e a Marco Boscolo (giornalista e caporedattore di Datajournalism.it), per la parte sul datajournalism, è accreditato dall'ODG con 8 crediti e consiste in otto lezioni videoregistrate (elearning).
Al termine del corso, in modo del tutto gratuito e facoltativo,  gli iscritti   che lo desiderano potranno mettere in pratica quanto appreso svolgendo un esercizio che formerà oggetto di discussione in una sessione streaming interattiva con il Dott. Boscolo. 

Il corso è aperto ai giornalisti e a chiunque sia interessato agli argomenti trattati. A questi ultimi verrà rilasciato un attestato di partecipazione.  

Il costo del corso è di 85,40 euro (iva inclusa). E' disponibile nella piattaforma www.formazionewebtv.it fino al 30 aprile 2017 e  si aggiunge agli altri quattro corsi, sempre e-learning, sul "mondo del web":
·       Search Engine Optimization e Search Engine Marketing per i giornalisti, ovvero come guadagnare visibilità per il tuo sito nei motori di ricerca (6 CF), docente Alessandro Sisti , Chief Digital Officer, formatore in strategie di comunicazione digitale e social, esperto di e-business, digital marketing and strategy;
·       Social Media Management per i giornalisti (6 CF),  docente Alessandro Sisti;
·       Tecniche e strategie per scrivere e comunicare sul web (6 CF), docente Flavia Trupia  consulente di comunicazione, ghost writer, blogger.
·       L'Ufficio stampa nell'era della connessione permanente:,metodologie, tecniche e strumenti (6 CF) docente Mauro Facondo, consulente di comunicazione, strategie sui media digitali, formazione manageriale.

Per info ed iscrizioni: www.formazionewebtv.it



--
www.CorrieredelWeb.it
Google
 

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI